Blog Di venicsorganic

20 Distorsioni cognitive e come influenzano la tua vita

donna che legge e che guarda lLe nostre circostanze non ci definiscono. Indipendentemente da ciò che accade nella vita, abbiamo sempre il potere di scegliere il nostro atteggiamento. Allora qual è la differenza tra qualcuno che rimane fiducioso nonostante provi una grande sofferenza e la persona che stordisce l'alluce e rimane arrabbiato per il resto della giornata? La risposta sta nei modelli di pensiero della persona.

Psicologi utilizzare il termine 'distorsioni cognitive' per descrivere pensieri o convinzioni irrazionali e gonfiati che distorcono la percezione della realtà da parte di una persona, di solito in modo negativo. Le distorsioni cognitive sono comuni ma possono essere difficili da riconoscere se non sai cosa cercare. Molti si presentano come pensieri automatici. Sono così abituale che il pensatore spesso non si rende conto di avere il potere di cambiarli. Molti credono che le cose siano proprio così.

Le distorsioni cognitive possono mettere a dura prova la salute mentale, portando a un aumento fatica , depressione , e ansia . Se lasciati incontrollati, questi schemi di pensiero automatici possono radicarsi e influenzare negativamente il modo razionale e logico in cui prendi le decisioni.



Trova un terapista

Ricerca Avanzata

Per coloro che cercano di migliorare la propria salute mentale riconoscendo fastidiose distorsioni cognitive, abbiamo compilato un elenco di 20 comuni che potrebbero già distorcere la tua percezione della realtà:

1.Pensiero in bianco e nero

Una persona con questo modello di pensiero dicotomico vede tipicamente le cose in termini di o / o. Qualcosa è buono o cattivo, giusto o sbagliato, tutto o niente. Il pensiero in bianco e nero non riesce a riconoscere che ci sono quasi sempre diverse sfumature di grigio che esistono tra il bianco e il nero. Vedendo solo due possibili lati o risultati di qualcosa, una persona ignora il terreno intermedio, e forse più ragionevole.

2.Personalizzazione

Quando si impegna in questo tipo di pensiero, un individuo tende a prendere le cose sul personale. Lui o lei può attribuire cose che altre persone fanno come risultato delle proprie azioni o comportamenti. Questo tipo di pensiero induce anche una persona a incolpare se stessa per circostanze esterne al di fuori del controllo della persona.

3.Dichiarazioni 'dovrebbero'

I pensieri che includono 'dovrebbe', 'dovrebbe' o 'deve' sono quasi sempre legati a una distorsione cognitiva. Ad esempio: 'Sarei dovuto arrivare prima alla riunione' o 'Devo perdere peso per essere più attraente'. Questo tipo di pensiero può indurre sentimenti di colpa o vergogna . Le affermazioni 'dovrei' sono comuni anche quando ci si riferisce ad altri nella nostra vita. Questi pensieri possono essere qualcosa del tipo: 'Avrebbe dovuto chiamarmi prima' o 'Dovrebbe ringraziarmi per tutto l'aiuto che le ho dato'. Tali pensieri possono portare una persona a provare frustrazione, rabbia e amarezza quando gli altri non riescono a soddisfare aspettative irrealistiche. Non importa quanto lo desideriamo a volte, non possiamo controllare il comportamento di un altro, quindi pensare a ciò che gli altri dovrebbero fare non ha uno scopo salutare.

4.Catastrofico

Ciò si verifica quando una persona vede un evento spiacevole come il peggior risultato possibile. Una persona catastrofica potrebbe non superare un esame e pensare immediatamente di aver probabilmente fallito l'intero corso. Una persona potrebbe non aver ancora sostenuto l'esame e già credere che fallirà, assumendo il peggio o preventivamente catastrofico.

5.Ingrandimento

Con questo tipo di distorsione cognitiva, le cose sono esagerate o gonfiate a dismisura, anche se non al punto da essere catastrofiche. È la versione reale del vecchio detto: 'Creare una montagna da un molehill'.

6.Minimizzare

La stessa persona che sperimenta la distorsione ingrandita può ridurre al minimo gli eventi positivi. Queste distorsioni a volte si verificano in congiunzione tra loro. Una persona che distorce la realtà minimizzando potrebbe pensare qualcosa del tipo: 'Sì, ho ricevuto un aumento, ma non era molto grande e non sono ancora molto bravo nel mio lavoro'.

7.Lettura della mente

Questo tipo di pensatore può assumere il ruolo di sensitivo e può pensare di sapere cosa pensa o sente qualcun altro. La persona può pensare di sapere cosa pensa un'altra persona nonostante nessuna conferma esterna che la sua ipotesi sia vera.

8.Fortune Telling

Un pensatore che predice la fortuna tende a predire il futuro e di solito prevede un esito negativo. Un tale pensatore predice arbitrariamente che le cose andranno male. Prima di un concerto o di un film, potresti sentirlo dire: 'So solo che tutti i biglietti saranno esauriti quando arriveremo'.

9.Overgeneralizzazione

Quando si generalizza eccessivamente, una persona può giungere a una conclusione sulla base di uno o due eventi singoli, nonostante la realtà sia troppo complessa per fare tali generalizzazioni. Se un amico salta un appuntamento a pranzo, questo non significa che non manterrà sempre gli impegni. Dichiarazioni ipergeneralizzanti spesso includono le parole 'sempre', 'mai', 'tutti' o 'tutti'.

10.Attualizzare il positivo

Questa forma estrema di pensiero tutto o niente si verifica quando una persona sconta informazioni positive su una performance, un evento o un'esperienza e vede solo aspetti negativi. Una persona coinvolta in questo tipo di distorsione potrebbe ignorare qualsiasi complimento o rinforzo positivo che riceve.

I modelli di pensiero possono essere modificati attraverso un processo indicato nella terapia cognitiva come ristrutturazione cognitiva. L'idea alla base è che regolando i nostri pensieri automatici, siamo in grado di influenzare le nostre emozioni e comportamenti.

undici.Filtraggio

Questa distorsione cognitiva, simile allo sconto del positivo, si verifica quando una persona filtra le informazioni, negative o positive. Ad esempio, una persona può esaminare il proprio feedback su un compito a scuola o al lavoro ed escludere note positive per concentrarsi su un commento critico.

12.Etichettatura

Questa distorsione, un tipo più grave di ipergeneralizzazione, si verifica quando una persona etichetta qualcuno o qualcosa sulla base di un'esperienza o di un evento. Invece di credere di aver commesso un errore, le persone impegnate in questo tipo di pensiero potrebbero automaticamente etichettarsi come fallimenti.

13.Incolpare

Questo è l'opposto della personalizzazione. Invece di vedere tutto come colpa tua, tutta la colpa è attribuita a qualcuno o qualcos'altro.

14.Ragionamento emotivo

Sbagliare i propri sentimenti per la realtà è un ragionamento emotivo. Se questo tipo di pensatore si sente spaventato, deve esserci un pericolo reale. Se questo tipo di pensatore si sente stupido, per lui o lei deve essere vero. Questo tipo di pensiero può essere grave e può manifestarsi come compulsività ossessiva . Ad esempio, una persona può sentirsi sporca anche se ha fatto la doccia due volte nell'ultima ora.

quindici.Essere sempre 'giusti'

Questo modello di pensiero induce una persona a interiorizzare le proprie opinioni come fatti e non riesce a considerare i sentimenti dell'altra persona in un dibattito o una discussione. Questa distorsione cognitiva può rendere difficile la formazione e il mantenimento relazioni sane .

16.Bias self-service

Una persona che sta vivendo pregiudizi egoistici può attribuire tutti gli eventi positivi al suo carattere personale mentre vede gli eventi negativi come al di fuori del suo controllo. Questo modello di pensiero può indurre una persona a rifiutarsi di ammettere errori o difetti e di vivere in una realtà distorta in cui non può sbagliare.

17.Fallacia della 'ricompensa del paradiso'

In questo modello di pensiero, una persona può aspettarsi ricompense divine per i suoi sacrifici. Le persone che sperimentano questa distorsione tendono a mettere da parte i loro interessi e sentimenti nella speranza di essere ricompensate per il loro altruismo in seguito, ma possono diventare amareggiate e arrabbiate se la ricompensa non viene mai presentata.

18.Fallacia del cambiamento

Questa distorsione presuppone che altre persone debbano cambiare il loro comportamento per farci essere felici. Questo modo di pensare di solito è considerato egoista perché insiste, ad esempio, sul fatto che altre persone cambino i loro orari per adattarsi ai tuoi o che il tuo partner non dovrebbe indossare la sua maglietta preferita perché non ti piace.

19.Errore di correttezza

Questo errore presuppone che le cose debbano essere misurate in base all'equità e all'uguaglianza, quando in realtà le cose spesso non funzionano sempre in questo modo. Un esempio della trappola imposta da questo tipo di pensiero è quando giustifica infedeltà se il partner di una persona ha tradito.

venti.Errore di controllo

Qualcuno che vede le cose come controllate internamente può attribuirsi la colpa di eventi che sono veramente fuori dal controllo della persona, come quella di un'altra persona felicità o comportamento. Una persona che vede le cose come controllate dall'esterno potrebbe incolpare il proprio capo per le scarse prestazioni lavorative.

Come cambiare i modelli di pensiero e le distorsioni cognitive

Per molti, una o più di queste distorsioni cognitive sembreranno familiari. Potresti cadere in una o più di queste trappole o conoscere qualcuno che lo fa. La buona notizia è che le distorsioni cognitive non devono appesantirti come un'ancora.

I modelli di pensiero possono essere modificati attraverso un processo indicato nella terapia cognitiva come ristrutturazione cognitiva. L'idea alla base è che regolando i nostri pensieri automatici, siamo in grado di influenzare le nostre emozioni e comportamenti. Questa è la base di diverse forme popolari di terapia, tra cui terapia cognitivo comportamentale (CBT) e terapia emotiva comportamentale razionale (REBT) .

Se ritieni che una o più delle suddette distorsioni cognitive stia contribuendo a sentimenti di ansia, depressione o altri problemi di salute mentale, ti invitiamo a considerare trovare un terapista qualificato ti fidi di lavorare con te e di aiutare a trasformare i tuoi pensieri e le tue convinzioni negative in affermazioni potenzianti che ti ispirano e ti elevano.

Riferimenti:

  1. Beck, Aaron T. (1976). Terapie cognitive e disturbi emotivi. New York: New American Library.
  2. Beck, Aaron T. (1972). Depressione; Cause e trattamento. Philadelphia: University of Pennsylvania Press.
  3. Tagg, John (1996). Distorsioni cognitive. Estratto da http://daphne.palomar.edu/jtagg/cds.htm#cogdis

Copyright 2015 venicsorganic.com. Tutti i diritti riservati. Autorizzazione alla pubblicazione concessa da, terapista a North York, Ontario

L'articolo precedente è stato scritto esclusivamente dall'autore di cui sopra. Eventuali opinioni e opinioni espresse non sono necessariamente condivise da venicsorganic.com. Domande o dubbi sull'articolo precedente possono essere indirizzati all'autore o pubblicati sotto forma di commento.

  • 50 commenti
  • Lascia un commento
  • lamont

    7 aprile 2015 alle 10:23

    Wow, questa lista ti incoraggia davvero a dare un'occhiata a te stesso e vedere i molti modi in cui non vediamo necessariamente il mondo dallo stesso punto di vista delle altre persone.

    Anche se a volte può essere una buona cosa, può anche trattenerci se non siamo disposti a guardare chiaramente e vedere davvero le cose per quello che sono realmente.

  • Tatum

    7 aprile 2015 alle 13:44

    Odio ammetterlo, ma io sono quel pensatore bianco o nero. O qualcosa è o non lo è, e anche se penso di sapere in fondo che non è sempre così, a volte può essere difficile per me superare un po 'di quel modo di elaborare le cose.

  • Larry B.

    7 aprile 2015 alle 21:18

    un articolo scritto molto bene, spero che aiuti i molti distorti.

  • Debra

    20 dicembre 2018 alle 22:57

    Distorto = contorto, deformato, deforme. Non è una cosa da dire sulle persone che non conosci nemmeno. Vergognati per il giudizio

  • Diane

    9 aprile 2019 alle 12:08

    Questo non ha assolutamente nulla a che fare con il giudizio, ma una vasta ricerca che supporta il trattamento basato sull'evidenza. Abbiamo tutti delle distorsioni, basate sui nostri primi anni formativi e sullo 'schema' che abbiamo adottato come vero e provato. Raramente tutti i nostri pensieri sono accurati; li vediamo attraverso i nostri prismi. La CBT è ancora lo standard d'oro per il trattamento della depressione, dell'ansia e di numerosi altri disturbi.

  • Michael

    24 agosto 2019 alle 14:41

    Debora, dato che siamo tutti esseri umani fallibili che possono pensare in modi inutili, non credo che Larry stia giudicando le persone. Spera che possa aiutare le persone.

  • Walter

    28 agosto 2019 alle 17:02

    DOVE È STATO QUESTO ??? HO 76 ANNI DOVE SONO STATE PRESENTI TUTTE QUESTE INFORMAZIONI. Vado da terapista da quando ho 30 anni, e non ho portato questa roba

  • Lisa

    20 marzo 2020 alle 13:40

    Debra - Ho contato 7 cognizioni distorte solo nella tua frase 1. Lascia che ti aiuti: cambiamo la parola 'distorto' in pensiero 'problematico'. Spero che sia di aiuto.

  • Debra

    16 settembre 2019 alle 13:19

    SENZA STIGMA. Questo è ciò che meritiamo di essere e ACCADRÀ !!!

  • Theresa F

    3 ottobre 2019 alle 9:03

    Questa informazione è stata molto approfondita e accolta con favore! Grazie, non posso migliorare e operare nel mio sé più elevato senza la capacità di vedere e dire a me stesso la verità su di me.

  • Stefania

    8 aprile 2015 alle 08:59

    Sono un pensatore indovino e desidero sempre sbagliarmi, ma di solito ho ragione. E ora? Forse dovrei comprare solo un paio di occhiali color rosa. Mia zia è una terapista e così era la mia compagna di stanza del college. Non chiederei a nessuno di loro di dirci al negozio.

  • Leslie

    19 luglio 2015 alle 22:07

    Se di solito hai veramente ragione, come l'80-90% delle volte, questa non è una distorsione. Questo articolo si riferisce a persone che usano la “predizione del futuro” per dipingere immagini e aspettative eccessivamente negative.

  • Ares

    17 luglio 2016 alle 16:38

    Probabilmente anche tu sei una 'lente d'ingrandimento'. ;-)

  • David

    6 ottobre 2017 alle 9:30

    Se di solito hai davvero ragione, allora si tratta di due cose:
    1) qualcosa che puoi cambiare o per cui puoi fare qualcosa (fare qualcosa è sempre meno stressante che preoccuparti di quello che accadrà)
    2) è qualcosa che non puoi cambiare - quindi non fai nulla al riguardo e insegni a te stesso a non preoccuparti, ma pianifica invece. Preoccuparsi non fa nulla. A volte anche la pianificazione non fa nulla, ma a volte fa qualcosa.

    L'altra cosa che puoi dire a te stesso (mi ci è voluto molto tempo per impararlo), anche se è quasi certo che qualcosa andrà male in futuro, non significa che non puoi divertirti oggi.

  • Debra N

    16 settembre 2019 alle 13:22

    Indosso vetri color rosa. La vista è praticamente la stessa. STIGMA FREE !!! È lì che ci meritiamo di essere !!!!

  • allison

    8 aprile 2015 alle 10:13

    Ho una regina del dramma per un bambino. C'è qualcosa che sta sempre accadendo che segnerà un destino imminente e un disastro per lei.

    Ho già detto che ha 12 anni?

    Crescerà da questo diritto?

  • Connor

    9 aprile 2015 alle 15:21

    Non puoi affrontare la vita pensando di avere sempre tutte le risposte e sapere automaticamente cosa pensano gli altri. Questa non è la realtà per la maggior parte di noi. Penso che le persone che lo fanno stiano semplicemente proiettando ciò che LORO sentono e pensano su qualcun altro e in generale creano un vero casino.
    Come faccio a sapere cosa pensa o prova un'altra persona senza che lei dica o che io chieda e cerchi risposte?
    Se cerco risposte alle domande di altre persone dentro di me, allora sto sicuramente cercando nel posto sbagliato.

  • bowen d.

    10 aprile 2015 alle 10:45

    Un po 'folle che così tanto di ciò che ci trattiene sono in realtà cose che vengono create da noi!

  • NeuroPsych

    16 febbraio 2019 alle 17:21

    Così vero ... così vero ...

  • Neha

    10 aprile 2015 alle 15:59

    È interessante che tutto questo sia basato su una letteratura vecchia di decenni. Penso che sia davvero triste e pietoso che l'onere del pensiero 'distorto' ricada sull'individuo. Intraprendenza e autoefficacia sono grandi, certo, ma non siamo robot insanguinati le cui sensazioni e percezioni devono essere 'ristrutturate'. Semmai questo suona piuttosto watsoniano in quanto ci riduce al meccanismo di stimolo (sensazioni e percezioni interne) e risposta (comportamento palese).

    Sono d'accordo che questo pensiero esiste e può essere disadattivo in alcune situazioni, ma per la maggior parte, quando ne capisci il nocciolo, ridurre i modelli di 'pensiero distorto' in questo modo limita la nostra agenzia e intenzionalità. In sostanza, stai promuovendo qualcosa che è controproducente per la salute mentale.

  • Leslie

    19 luglio 2015 alle 21:59

    Sul serio? Wow, hai così facilmente spazzato via decenni di lavoro piuttosto importante da parte di persone piuttosto rispettate. (A proposito, questo non è affatto watsoniano.) Quanto deve essere bello sentirsi così superiori. Forse ci sono alcune distorsioni egoistiche in gioco? Lol

  • Lindsey

    27 giugno 2019 alle 13:29

    Non sono assolutamente d'accordo Neha. Come terapeuta e persona normale con le mie distorsioni, credo che queste cognizioni ci trattengano e inibiscano l'agenzia a cui ti riferisci. Un altro termine comune per la distorsione cognitiva è 'solco del pensiero', e per una buona ragione, perché questi pensieri ci tengono letteralmente in un solco e ostacolano la nostra crescita emotiva e psicologica, mentre spesso influenzano la nostra vita personale e professionale. Questi non sono modi 'divertenti e unici' di guardare il mondo, sono pensieri distorti e visioni del mondo che causano disagio individuale e profonda frustrazione. I modelli di pensiero sani consentono a ciascuno di noi di abbracciare pienamente la nostra vera disposizione e personalità individuali e una visione del mondo unica.

  • Debra N

    16 settembre 2019 alle 13:34

    AMEN Lindsay, sono d'accordo con il tuo modo di pensare. Ottimo modo per far conoscere il punto agli altri. SE un bambino viene cresciuto in un ambiente in cui si insegna che le Distorsioni Cognitive sono uno stile di vita, dove andranno a finire? Non andare d'accordo con il resto del mondo. È successo nella mia famiglia. L'angoscia mentale ed emotiva è la peggiore perché ti divora le viscere per tutto il tempo che fai del tuo meglio per sorridere all'esterno.

  • lisa

    10 aprile 2015 alle 22:05

    Hunh. Non sono sicuro di conoscere molte persone senza una sorta di 'distorsione'.

  • Gem

    20 dicembre 2018 alle 18:59

    Apprezzando quel commento, infatti, tutti noi possiamo solo capire e trattare la nostra percezione individuale.

  • Franco

    10 aprile 2015 alle 23:54

    Un ottimo elenco di controllo per aiutarci durante la giornata. La maggior parte di noi è suscettibile a queste distorsioni. È nella natura umana e viene dalla nostra natura istintiva rimanere 'al sicuro'. Finché ne parliamo da soli e non ci restiamo a lungo e non causiamo disturbi prolungati nella nostra vita, queste deviazioni possono essere considerate come parte del normale comportamento quotidiano umano.

  • Ann

    11 aprile 2015 alle 4:30

    Non lo vedo come controproducente. Vedo tutte queste informazioni come una guida per informare le persone che possiamo guardare le situazioni in modo diverso nella nostra vita. Mi piace leggere di funzioni cognitive e mantenere una mente aperta perché so di aver bloccato la mia crescita in molti modi a causa di convinzioni irrazionali.

  • miriam

    11 aprile 2015 alle 07:40

    Molto o la maggior parte di quello che dici, ho cercato di interiorizzare per molti anni. Sono d'accordo con loro, ma mi ci è voluta un'eternità ,,,,,, per non permettermi di fare nulla e sentirmi ancora libera che ne vale la pena. Grazie per la possibilità di rafforzare la filosofia del suono.

  • Marie

    13 aprile 2015 alle 06:17

    So che ci sono giorni in cui prendo le cose troppo sul personale, penso che tutto sia diretto verso di me o mi implichi anche quando razionalmente riesco a vedere dove ci sono errori da parte mia quando lo faccio. Immagino di essere solo paranoico su ciò che dicono o fanno gli altri? Non sono sicuro, mi rende molto emotivamente svuotato, ma è difficile superare quando c'è questa parte di me che non mi sembra di soddisfare gli standard che mi sono fissato e che anche tutti gli altri lo vedono .

  • Jeff

    14 aprile 2015 alle 08:54

    Santo cielo, probabilmente tutti noi lottiamo con almeno uno di questi, se non di più!

  • Carol

    25 aprile 2015 alle 19:11

    Post molto utile e interessante. Ad un certo punto siamo caduti tutti vittime di una di queste distorsioni. Avendo recentemente lasciato un posto traumatico, sto solo imparando a essere consapevole dei miei pensieri negativi. È una lotta, ma sta funzionando.
    Grazie per il post.

  • Robert Herrmann-Keeling, Ph.D.

    19 luglio 2015 alle 16:33

    Neha (sopra) ha detto 'È interessante che tutto questo sia basato su una letteratura vecchia di decenni'. Nello specifico, risale a più di cento anni fa al lavoro del Dr. Alfred Adler. Adler ha lavorato nove anni con Freud (1902-1911), aiutando a sviluppare la psicoanalisi e le cure psicologiche per le nevrosi. Era presidente della società psicoanalitica e redattore del giornale della società. Quando Freud divenne geloso del fatto che Adler fosse più popolare tra i membri di lui, fece in modo che se ne andasse. Ciò ha permesso ad Adler e ai suoi seguaci di sviluppare la 'Psicologia individuale', più influente sulla psicologia di quanto Freud sia mai stato.
    I contributi di Adler alla teoria e alla pratica psicologica sono numerosi e basilari, ma spesso non riconosciuti. È stato un pioniere della terapia di gruppo, della consulenza matrimoniale, della terapia familiare, della consulenza genitore-figlio ed è meglio conosciuto per i suoi concetti di complesso di inferiorità, orientamento agli obiettivi, sovracompensazione, ordine di nascita, importanza della famiglia e della società nello sviluppo della personalità, ecc. Il concetto di 'pensiero sbagliato' divenne fondamentale per CBT (Aaron Beck) e REBT (Albert Ellis), entrambi i quali parlarono dell'influenza positiva di Adler su di loro decenni dopo. Puoi trovare di più sul mio sito web: lifecourseinstitute.com

  • Maria

    19 luglio 2015 alle 21:00

    Questo è un ottimo elenco di cui tenere conto. Il primo passo per renderlo personalmente utile è la consapevolezza di sé. Forse questo post sarà un trigger per qualcuno.

  • Bella

    22 luglio 2015 alle 18:57

    Mentre le 'distorsioni' cognitive possono essere ristrutturate attraverso quella che oggi è comunemente nota come 'terapia cognitivo-comportamentale', questo argomento è troppo spesso dipinto con un pennello ampio. È davvero un pendio scivoloso. Il temperamento è innato, per prima cosa, e certamente varia da persona a persona ... le persone nascono con tendenze o inclinazioni innate a pensare e sentire in certi modi caratteristici. Una miriade di fattori entrano in gioco quando si tratta di 'ciò che ci rende come siamo' - fattori come quanto presto nella propria vita (in quale fase di sviluppo) e quanto spesso potrebbero essersi verificati determinati eventi negativi, la natura di quegli eventi negativi, le proprie relazioni con i caregiver primari e molto, molto di più - tutto gioca nel modo in cui una persona pensa e vede se stessa e il mondo. Gli effetti del trauma della prima infanzia, dell ''imprinting', se vuoi, e della 'natura' di una persona troppo spesso non vengono presi in considerazione da coloro che praticano la CBT. Inoltre, i terapisti CBT sono spesso mal equipaggiati per trattare pazienti che hanno menti e storie complicate. Se non gestita in modo appropriato, la CBT può creare un senso di fallimento o colpa in un cliente suggerendo che l'individuo è il suo peggior nemico e che semplicemente non è disposto a 'cambiare' il modo in cui 'pensa'. Il pensiero ossessivo, o un 'disturbo ossessivo compulsivo di personalità' per esempio (OCPD NON è la stessa cosa del DOC), e numerosi altri fattori devono essere presi in considerazione perché influenzano il modo in cui si pensa. Spesso un approccio psicodinamico alla terapia
    è più appropriato, poiché porta alla luce il materiale inconscio che esiste nella mente che ha un effetto molto potente sull'emotività di una persona e, una volta illuminato, può servire ad essere un evento estremamente 'liberatorio'. La terapia psicodinamica non è così popolare oggi come lo era decenni fa perché, IMO, è DIFFICILE DA IMPARARE E RICHIEDE UN GRANDE AFFARE DI FORMAZIONE RIGOROSA ED ECCELLENTI CAPACITÀ MENTALI DA PARTE DEL TERAPEUTA. Molti che desiderano diventare psicoterapeuti o 'consulenti' trovano la CBT più facile da imparare e più facile da praticare. E questi 'praticanti' possono essere piuttosto pericolosi e fare molti danni ai loro ignari clienti. Ho lavorato con entrambi i tipi di terapisti, e nessun terapeuta che ha utilizzato l'approccio PSICODINAMICO mi ha mai causato alcun danno, mentre più di un terapista CBT (che ovviamente non era ben addestrato o non altrettanto capace) ha causato danni. È un peccato che il campo sia stato proliferato con terapisti CBT, ad esclusione di altri approcci al trattamento ugualmente efficaci o PIÙ efficaci, come l'approccio psicodinamico. Albert Ellis et.al. erano in una classe a parte, ma i moderni professionisti della CBT - non così tanto.

  • Carol

    21 settembre 2015 alle 08:14

    Sembra che tu sia abbastanza esperto in questo argomento. Sfortunatamente stai mettendo una quantità significativa di colpa nel posto sbagliato. Potresti considerare di dare la colpa alle compagnie di assicurazione quando hanno deciso di dire ai terapeuti quanto tempo ci è stato concesso per lavorare con quali clienti e per quali esigenze. Come 5 sessioni per la depressione. Dalla mentalità sono usciti modelli terapeutici sempre più brevi che sono stati costretti a far gola ai terapeuti.

  • Jackie

    14 dicembre 2015 alle 9:35

    Grazie per i tuoi commenti sulla CBT. Sono completamente d'accordo con la tua prospettiva. I disturbi psicologici sono molto stratificati e molto complessi. Anche se apprezzo la CBT come un buon (consiglio) per coloro che hanno bisogno di un modo per migliorare le relazioni sul posto di lavoro, socialmente oa casa che sono fondamentalmente funzionanti nella loro vita, ma non lo vedo affatto come una sorta di soluzione o tossicodipendenti e altri che lo userebbero per continuare a mascherare i loro gravissimi problemi psicologici.

  • spolverare

    13 ottobre 2015 alle 22:51

    Faccio ognuno di questi in una certa misura ogni giorno, non so cosa fare. Al momento non ho un'assicurazione sanitaria ma non posso affermarlo adesso, idk. Eventuali guide per risolverli da soli. Grazie

  • Contro Keith M.

    24 dicembre 2015 alle 23:07

    Ehi, per quanto ne so, la maggior parte di noi si comporta, reagisce, pensa, risponde, elabora, persino utilizza come possibile fattore o passaggio nel processo di considerazione, valutazione e ragionamento o forse di razionalizzazione. Penso che dobbiamo usare o considerare elementi della maggior parte o molti di questi ragionamenti cognitivi così come le nostre distorsioni. È interessante, gran parte di questo è il modo in cui abbiamo imparato ad assorbire ed elaborare molte cose per molte ragioni.

    Credo che la consapevolezza e l'accettazione siano le chiavi che aprono nuove porte a nuove verità. La comprensione è il percorso che sceglie di eliminare assunzioni non valide, risposte reazionarie, concezioni e percezioni irrazionali e, cosa più significativa; il miglior difensore contro l'ignoranza, specialmente la più pericolosa ignoranza volontaria, solitamente impiegato per non affrontare o considerare scomodi difetti di ragionamento o idee sbagliate egoistiche, o per confondere la paura di una seria rivalutazione, o la paura di ciò che crediamo di non poter comprendere e assimilare consapevolezza della realizzazione della nuova concezione onesta del sé e comprensione veritiera. Da cui costruiamo ed espandiamo - contempliamo e incorporiamo nuovi sistemi di pensiero in espansione inclusivi e amorfi che percepiscono interpretando la comprensione asimulante e veritiera. Va bene. La tua mente può fare quasi tutto da sola. Hai solo bisogno di controllare il tuo ragionamento, motivazione, effetto, conseguenza, onestà e veridicità.

    Avrei potuto dire meglio quel blurb insanguinato, ma qualcosa del genere ... i problemi arrivano e si aggravano in modo esponenziale quando ti rifiuti di riconoscere idee sbagliate, rappresentazioni e percezioni e false premesse su cui vengono compilate false ipotesi e presto le tue conclusioni non sono basate sulla realtà. Che diventa a ogni passo meno raggiungibile o scandagliabile. Ma ti allontani così tanto dalla verità e dalla ragione che devi negare le tue idee sbagliate per paura di tutta la tua visione del mondo, ragionamenti e giustificazioni per i mali

  • Supera i test antidroga

    17 dicembre 2015 alle 18:25

    Informazioni eccellenti rispetto ad alcuni dei post simili che ho scoperto. Continua il buon lavoro.

  • Contro Keith M.

    25 dicembre 2015 alle 00:13

    Tutti facciamo distorsioni. Si spera che per la maggior parte di noi, questi modelli ingannevolmente contorti, interconnessi pervasivi e ben radicati in ogni sorta di modelli sovversivamente radicati generazionalmente di distorsioni cicliche che io considererò come modelli di comportamento benigni che contribuiscono senza sforzo, in qualche modo creando e persino allettando distorsioni ; ed eventuali rotture quasi complete con la realtà, la ragione, il pensiero critico, il ragionamento deduttivo, il pensiero razionale, la verità e la comprensione.

    Comunque con un po 'di onestà. Uno sforzo sincero per liberarsi del facile conforto dell'ignoranza volontaria per il disagio occasionalmente scomodo ma di solito passivamente imbarazzante della verità - consapevolezza, accettazione, considerazione, contemplazione e comprensione finale dovremmo tutto - in tempo con vibrante subconscio e occasionali reiterazioni e rivalutazioni consapevoli e il reindirizzamento supera questi ostacoli alla percezione, interpretazione, concezione, rappresentazione, espressione, consapevolezza e comprensione onesta della realtà!

  • Chitra

    13 dicembre 2016 alle 3:18

    Ho utilizzato un'app sul mio cellulare chiamata Thought Challenger che mi aiuta a identificare e aggirare le distorsioni cognitive nel momento in cui le prendo. Vale la pena scaricare ...

  • opaco

    25 aprile 2017 alle 10:33

    Ho smesso di leggere dopo il n.10. li ho tutti. alcuni meno di altri, ma direi più alti della media.

  • Chrissy D.

    25 aprile 2017 alle 15:21

    Nazli ... boom! Senza il tuo aiuto sarei un disastro !!!

  • saliha

    28 aprile 2017 alle 04:16

    Voglio solo sapere se tutte queste distorsioni sono date da Aaron Beck?

  • Donald

    7 maggio 2017 alle 14:50

    Ottimo articolo e consapevolezza da leggere per tutti.
    Ognuno ha almeno mezza dozzina di questi disturbi cognitivi e nessuno può essere perfetto. L'idea è di mettere in pausa, prendere il controllo delle tue emozioni e pensare ai risultati finali positivi e negativi prima di agire. A volte non puoi vincere per aver perso, non importa quanto cerchi di trovare la soluzione giusta.

  • Luca G M.

    30 luglio 2018 alle 06:24

    Roba buona

  • Nydia

    15 novembre 2018 alle 12:32

    Articolo molto buono. È così importante quando ti prendi il tempo per guardarti dentro in modo schietto e onesto, non giudicare così duramente e pensare che non ci sia rimedio. Se riusciamo a capire e ad accettare le cose che possiamo fare meglio e solo a provare onestamente, sarà molto buono per noi e per gli altri che ci sono vicini.

  • Millie

    1 settembre 2019 alle 19:31

    Grazie per queste utili informazioni.

  • Laura

    11 febbraio 2020 alle 14:53

    Identificarli ed etichettarli mi ha davvero aiutato ad affrontare la depressione e il suicidio più di vent'anni fa ed è stato significativamente responsabile della mia guarigione dalla depressione clinica. La pratica rende perfetti: vorrei che insegnassero queste cose al liceo, la vita sarebbe stata molto più amichevole.

  • Alex

    24 marzo 2020 alle 23:24

    Leggere questo articolo è stato incredibilmente illuminante ... il mio cervello continua a mentire a me stesso e ho bisogno di ottenere il controllo su di esso. Grazie mille!