Blog Di venicsorganic

3 domande da porre quando la consulenza matrimoniale e di coppia non funziona

Immagine ritagliata delle mani giunte di due partner seduti ai lati opposti del tavoloSe hai mai cercato su Google 'consulenza matrimoniale', sei stato sommerso da messaggi contrastanti. Alcuni siti urlano tutti consulenza matrimoniale e di coppia è una truffa. Altri siti promettono risultati economici e facili. Molte coppie hanno richiesto il rinvio a familiari, amici o comunità di fede fidati. Sfortunatamente, alcune coppie fanno fatica ad abbracciare l'idea della consulenza perché richiede di ammettere che potrebbero esserci problemi in 'paradiso'. Sensazione imbarazzato o si vergogna potrebbe essere un ostacolo alla richiesta di aiuto. Anche solo trovare un terapista che ti assista con problemi matrimoniali può sembrare scoraggiante.

Un modo per assicurarti di avere le migliori possibilità di un esito positivo è trovare un medico competente nella terapia relazionale. Il professionista dovrebbe essere ben addestrato e avere esperienza nei problemi che stai affrontando. Trovare un terapista qualificato, tuttavia, è solo una parte dell'equazione. Anche il terapista più competente e appassionato richiede il tuo impegno per aiutarti a riparare il tuo matrimonio. La terapia è uno sforzo collaborativo.

Ecco alcune domande da porre quando si cerca di ottenere il massimo dalla propria esperienza terapeutica.



Trova un terapista per le relazioni

Ricerca Avanzata

1. Entrambi i partner sono pronti?

Entrambi i partner non devono essere entusiasti di iniziare la consulenza, ma il successo è più probabile quando entrambi i partner investono nelle prime fasi del processo. In molti casi, un partner non vuole essere presente. La resistenza è normale. La sfida arriva quando quel partner si rifiuta di impegnarsi nel processo in qualsiasi modo in qualsiasi momento.

Un partner non può portare a relazione all'interno della terapia o al di fuori di essa. Entrambi i partner devono comprendere l'importanza del processo, la necessità di aiuto e la volontà di investire nel futuro della relazione. Due partecipanti coinvolti avranno la decisione di superare le sfide che la relazione deve affrontare.

2. Il tuo terapista è la persona giusta?

I terapisti non sono 'taglia unica'. Alcuni hanno specialità in cui hanno ricevuto ulteriore formazione ed esperienza per lavorare con determinati problemi o gruppi di persone. In tal caso, di solito lo affermano chiaramente nei profili online. Se scegli un consulente qualsiasi, potresti perdere in efficacia ciò che guadagni in convenienza. Prendersi il tempo per trova il terapista giusto è estremamente importante.

Il medico ha ragione solo se è adatto alla tua relazione. Quando hai trovato uno specialista qualificato, assicurati che sia adatto a voi due. Anche il terapista più qualificato potrebbe non corrispondere al tuo temperamento o farti sentire a tuo agio. Intervistarli al telefono o leggere il loro sito web / social media può darti un'idea migliore di chi sia la persona. Essere onesto e schietto su come ti senti può farti risparmiare tempo, denaro e forse anche il tuo matrimonio.

Entrare nella relazione terapeutica preparati a difendere la tua relazione è fondamentale per ricostruire. Ci vuole entrambi per decidere di fare ciò che serve per aiutare il tuo matrimonio a prosperare.

3. I veri problemi di cui si parla e si affrontano?

Una consulenza matrimoniale di successo richiede uno sforzo considerevole da parte del terapeuta e della coppia. Alcune coppie fingono che vada tutto bene perché non vogliono sentirsi giudicate o perseguitate; nel frattempo, la loro relazione si sta sgretolando ai loro piedi. Le coppie spesso hanno difficoltà a capire come iniziare. A volte il modo migliore per iniziare è parlare di come ti senti in quel momento. Ci vuole coraggio per parlare del tuo dolore.

L'investimento nella terapia è più che finanziario; il successo richiede anche un investimento emotivo. L'ufficio di consulenza è uno spazio sicuro per affrontare le sfide che potrebbero aver ostacolato la tua relazione per anni. Un terapista competente ti assisterà nella navigazione nelle mine terrestri di dolore e dolore. Alcuni problemi (come fisica intimità o infedeltà ) si deteriorano in silenzio. È difficile guarire una relazione se non sei disposto a parlare di dove fa male.

Conclusione

Non mi stanco mai di vedere gli incredibili cambiamenti che le coppie fanno nell'ufficio di terapia. Due persone che sembravano lontane diventano intimi alleati. Attraverso la consulenza matrimoniale, molte coppie imparano a comunicare meglio non solo tra loro ma con tutti gli altri intorno a loro. I partner sono liberi di amare ed essere amati, possono sognare di nuovo e sono entusiasti di ciò che è in serbo. Le persone al di fuori della loro nuova bolla di relazione più sicura in genere notano i cambiamenti anche prima che lo faccia la coppia. Nella mia esperienza, la maggior parte delle coppie che sperimentano la guarigione dice che desideravano che avrebbero iniziato molto prima. Molti osservano che i problemi che li hanno portati alla terapia sono stati catalizzatori dei cambiamenti di cui avevano bisogno per anni.

La consulenza matrimoniale non viene fornita senza garanzie. Anche il terapeuta più dotato non può promettere che vivrai felici e contenti. Entrando in relazione terapeutica pronto a difendere la tua relazione è fondamentale nella ricostruzione. Ci vuole entrambi per decidere di fare ciò che serve per aiutare il tuo matrimonio a prosperare.

Quando la consulenza funziona, i risultati sono sorprendenti. Ma ci vuole uno sforzo da parte di tutte le persone coinvolte per arrivarci.

Copyright 2017 venicsorganic.com. Tutti i diritti riservati. Autorizzazione alla pubblicazione concessa da Deidre Prewitt, MSMFC, LPC, terapista a Columbus, Ohio

L'articolo precedente è stato scritto esclusivamente dall'autore di cui sopra. Eventuali opinioni e opinioni espresse non sono necessariamente condivise da venicsorganic.com. Domande o dubbi sull'articolo precedente possono essere indirizzati all'autore o pubblicati sotto forma di commento.

  • 6 commenti
  • Lascia un commento
  • Greyson

    29 agosto 2017 alle 15:05

    Sarebbe facile per un partner scegliere il terapeuta e poi l'altro partner sentire che lui o lei è stato alleato. È fondamentale lavorare con qualcuno di cui entrambe le persone possono fidarsi e che possono far sentire entrambi come se la loro parte fosse ascoltata.

  • Deidre Prewitt

    29 agosto 2017 alle 16:01

    Sono d'accordo! È molto importante che ENTRAMBI i partner siano d'accordo con la scelta come consulente. Ciò può significare rivedere il loro sito web, profili o social media. Ciò darà a entrambi i partner la possibilità di conoscere questo medico ed entrambi i partner potranno essere inclusi nel processo di selezione. Molte volte le coppie scelgono semplicemente il consulente individuale del partner. Questo scenario rende difficile costruire un'alleanza con l'altro partner. Grazie per aver risposto.

  • caroline

    30 agosto 2017 alle 14:28

    Devo pensare che ci sono molte coppie che finiscono in consulenza perché l'una o l'altra sta spingendo per questo, e non necessariamente perché entrambi vogliono essere lì.

    Penso che lavorare con la persona giusta possa certamente cambiare quell'atteggiamento nella coppia, ma devi sapere che ci saranno quelle volte in cui una persona non è così entusiasta di essere lì.

    Ho praticamente dovuto trascinare mio marito per andare a vedere un consulente con me, non perché ci fosse qualcosa di terribilmente sbagliato, sembrava tutto stantio e non ero sicuro che uno di noi due fosse tutto ciò che si è impegnato a far funzionare le cose nel nostro matrimonio ancora.

  • Payton

    31 agosto 2017 alle 11:14

    Non è necessario entrare in terapia senza l'intento di condividere le cose con il tuo terapeuta. Penso che in realtà ci siano persone che accettano di andare ma non si rendono conto che potrebbe essere difficile e che potresti dover condividere alcune cose che non sono le più piacevoli. Ma per ottenere il massimo da questi servizi devi essere disposto ad essere sincero e onesto con il tuo terapeuta e anche con il tuo coniuge. Altrimenti, cosa diavolo ci fai lì?

  • sterlina

    4 settembre 2017 alle 06:28

    Se uno di voi ritiene che questa sia una perdita di tempo, allora non è giusto nei confronti dell'altro.
    Potrebbe essere il momento di decidere di prendere strade separate.

  • Ray

    5 settembre 2017 alle 14:48

    Sospetto che probabilmente ci siano molte coppie che aspettano semplicemente che le cose siano finite troppo prima di provare a parlare e iniziare il processo di riparazione di ciò che è andato storto nella relazione. Devi sempre lavorare, riparare le piccole crepe e fessure man mano che si presentano, non aspettare che l'intera diga sia stata aperta.