Blog Di venicsorganic

5 miti che minano il trattamento della personalità borderline

Giovane uomo seduto contro il muro con le mani sul visoIdee sbagliate riguardanti personalità borderline (BPD) sono molto diffusi. Gli errori generali e i miti di vecchia data sono stati rafforzati da rappresentazioni mediatiche spesso eccessivamente drammatiche, letteratura fuorviante e una comprensione limitata della condizione da parte delle persone.

Questo tipo di disinformazione potrebbe scoraggiare un individuo dal cercare un trattamento o dal credere che il trattamento per la personalità borderline sia addirittura una possibilità. Ad esempio, se un uomo crede al comune malinteso secondo cui la BPD è esclusiva delle donne, potrebbe rifiutare il diagnosi per se stesso. Quando coloro che sono meno inclini a cercare una soluzione farmaceutica sentono che una condizione della personalità come la BPD può essere trattata solo con le pillole, può minare il loro percorso verso il trattamento.

Psicologo Traci Stein, PhD, MPH , ha affermato che gli esiti negativi sulla salute possono derivare da credenze imprecise.



'Credenze pessimistiche o imprecise riguardo a una condizione possono creare un tipo di aspettativa negativa per quanto riguarda i risultati del trattamento e anche generare sentimenti di vergogna , senza speranza , e indegnità ', ha detto Stein. 'Questi possono rendere più difficile accettare il supporto e prendere a auto-compassionevole posizione, che ha dimostrato di essere importante per la guarigione e la crescita. '

Secondo il National Institute of Mental Health (NIMH), la personalità borderline è caratterizzata da stati d'animo, relazioni e comportamenti instabili. Le persone con BPD possono avere problemi con la regolazione delle emozioni, comportamento impulsivo o problemi di salute mentale concomitanti come depressione o ansia . La ricerca suggerisce che la prevalenza dei disturbi di personalità, di cui esistono diverse diagnosi specifiche, varia dal 5 al 13% nella popolazione generale.

Scardinare le comuni percezioni errate del pubblico che circondano la BPD e molte altre condizioni della personalità può portare a cambiamenti reali e può influire sul modo in cui vengono trattati quelli diagnosticati, specialmente al di fuori dell'ambiente clinico.

Ecco cinque miti comuni e idee sbagliate sulla personalità borderline:

1. Mito: la BPD è specifica per genere

Trova un terapista

Ricerca Avanzata Nonostante studi ripetuti che indicavano che gli uomini costituivano una parte considerevole di quelli con diagnosi di personalità borderline, si è diffusa la convinzione che solo le donne fossero suscettibili alla condizione. Mentre alcune prime ricerche avevano stimato che le donne rappresentassero circa il 75% delle diagnosi, i risultati più recenti suggeriscono che potrebbe esserci stato un certo genere pregiudizio nel campionamento del sondaggio per ottenere tale stima e in realtà potrebbe esserci poca o nessuna differenza Genere prevalenza.

Un rapporto del 2008 inIl Journal of Clinical Psychiatrynon ha riscontrato differenze di genere nei tassi di BPD, indicando invece che la prevalenza è più comune tra diversi tipi di persone. Questi includono i giovani, le persone con un reddito o un'istruzione inferiori e altri divorziato , separati o vedovi.

Sia gli uomini che le donne possono mostrare i sintomi e corrispondere alla diagnosi, sebbene possano affrontarli in modi diversi. Gli uomini con BPD, ad esempio, hanno maggiori probabilità di soffrire abuso di sostanze o esplosioni volatili, secondo un rapporto del 2011, mentre le donne hanno maggiori probabilità di subire comportamenti alimentari disordinati o sintomi di ansia.

2. Mito: la personalità borderline è incurabile

Anche tra i consulenti e gli psicologi, le condizioni della personalità come la BPD sono state spesso viste come incurabili, spesso scoraggiando le persone con sintomi persistenti dal cercare attivamente aiuto.

'Le nostre personalità sono plasmate dalle prime esperienze, e così, spesso quando qualcuno cerca un trattamento, i loro modelli di pensiero e le concezioni di se stessi e del mondo possono sentirsi abbastanza radicati', ha detto Stein. “I modi per affrontare il problema sono stati solitamente rafforzati ancora e ancora in questo periodo, rendendo difficile passare a strumenti di coping più nuovi per la persona, anche se questi sarebbero più adattivi. Quindi, ci vuole tempo e spesso uno sforzo considerevole, almeno inizialmente, per sentirsi a proprio agio e fiducioso usandoli. '

Mentre le rappresentazioni dei media spesso suggeriscono che le persone che soffrono di BPD soffrono costantemente e sono afflitte da diagnosi errate, le realtà del trattamento e della risposta non sono così desolate.

Nel 2003, uno studio di sei anni ha monitorato 290 persone con personalità borderline, la maggior parte delle quali riceveva più sessioni di trattamento. Più di un terzo delle persone in trattamento ha soddisfatto i criteri per la remissione entro due anni, mentre il 68% lo ha raggiunto entro il sesto anno.

'Con la pratica e il supporto, molte persone possono imparare a riformulare cognizioni obsolete, sviluppare una maggiore padronanza per quanto riguarda la gestione difficile emozioni , e diventare più a suo agio utilizzando abilità interpersonali efficaci ', ha detto Stein.

Coloro che incontrano sintomi non dovrebbero permettere al mito incurabile di dissuaderli dal cercare aiuto, e consultare un fornitore di servizi di salute mentale qualificato potrebbe essere un buon passo successivo.

3. Mito: diagnosticare la personalità borderline è facile

Secondo il terapeuta Kimber Shelton, PhD Nonostante la convinzione diffusa che le persone possano facilmente diagnosticare una condizione della personalità in se stesse o negli altri, non è sempre semplice.

Scardinare le comuni percezioni errate del pubblico che circondano la BPD e molte altre condizioni della personalità può portare a cambiamenti reali e può influire sul modo in cui vengono trattati quelli diagnosticati, specialmente al di fuori dell'ambiente clinico.'Il fatto è che diagnosticare i disturbi della personalità è molto impegnativo', ha detto Shelton. 'Ci sono un certo numero di diagnosi di salute mentale che condividono i sintomi con i disturbi della personalità, il che rende difficile discernere '.

La personalità borderline e altre condizioni della personalità sono spesso mascherate tra altri sintomi, a volte determinando una diagnosi errata. Ciò può prolungare gli effetti, esacerbare i sintomi e aumentare l'incertezza.

'Una diagnosi imprecisa può far sentire una persona incompresa e non aiutata e può anche aumentare la probabilità che credano che il trattamento in generale non sia utile', ha detto Stein. 'Un accurato diagnosi , tuttavia, può aiutare una persona a sentirsi capita, a volte per quella che sembra la prima volta in assoluto. Diagnosi accurate indirizzano le persone nella direzione di trattamenti che hanno maggiori probabilità di essere efficaci per la persona e si sentono come una buona misura '.

4. Mito: le persone con personalità borderline sono pericolose

Sfidando il mito secondo cui le persone con condizioni di personalità presentano un rischio maggiore per gli altri, un rapporto del 2007 inJournal of Psychiatric and Mental Health Nursingha esaminato la frequenza di violenza durante il trattamento effettivo. Solo un caso di violenza è stato trovato in più di 40.000 ore di rapporti di terapia di gruppo, quando le condizioni acute di personalità sono state trattate insieme ad altre condizioni di salute mentale.

È più probabile che le persone con condizioni di personalità rappresentino un pericolo per se stesse. Le persone con condizioni come la BPD generalmente hanno alti tassi di comportamento autolesionistico , compreso l'abuso di sostanze, disturbi alimentari e ideazione suicidaria , secondo il NIMH.

Gli autori del rapporto del 2007 hanno suggerito che un programma di trattamento di terapia sociale e di gruppo potrebbe essere il più efficace per le persone con personalità borderline o altre condizioni di personalità, poiché questo tipo di approccio stabilisce una base sicura e solida da cui partire.

5. Mito: solo i farmaci possono trattare la personalità borderline

I ricercatori suggeriscono che la BPD, oltre a molte altre condizioni di personalità definite nel DSM, sia trattata al meglio psicoterapia , ma in alcuni casi possono essere utili anche farmaci. Nonostante di solito sia una seconda opzione per le condizioni della personalità, molti presumono erroneamente prescrizioni antipsicotiche sono il segno distintivo del trattamento.

Terapia comportamentale dialettica (DBT) è solo un metodo di trattamento che ha avuto successo a parte i farmaci prescritti. Combinando cognitivo comportamentale metodologia con concetti come maggiore consapevolezza , contributo della comunità e maggiore tolleranza al disagio, DBT ha offerto risultati moderati, secondo un rapporto del 2010 inGiornale di consulenza e psicologia clinica.

L'importanza di informazioni accurate

Una maggiore consapevolezza e comprensione possono essere cruciali per aiutare le persone con BPD e Stein ha sottolineato l'importanza di assicurarsi che informazioni accurate siano ampiamente disponibili.

'Rendere disponibili informazioni accurate educa i clienti e i loro cari - amici, familiari e partner - sui trattamenti più appropriati disponibili per una particolare condizione e aiuta a destigmatizzare i problemi di salute mentale', ha detto Stein.

I miti e le idee sbagliate possono ritardare ulteriormente le persone dal trovare una forma adeguata di trattamento, lasciandoli non solo a combattere le loro sfide interne all'interno, ma anche a presunzioni diffuse e mezze verità sulle realtà che devono affrontare.

Riferimenti:

  1. American Psychiatric Association. (2013).Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali(5a ed.). Arlington, VA: American Psychiatric Publishing.
  2. Associazione Americana di Psicologia. (n.d.). Terapia comportamentale dialettica per il disturbo borderline di personalità. Estratto da http://psycnet.apa.org/
  3. Disturbo borderline di personalità. (n.d.). Estratto da http://www.nimh.nih.gov/health/topics/borderline-personality-disorder/index.shtml
  4. Grant, B. F. (2008). Prevalenza, correlazioni, disabilità e comorbilità del disturbo borderline di personalità DSM-IV. Estratto da http://www.psychiatrist.com/JCP/article/Pages/2008/v69n04/v69n0404.aspx
  5. Kim, Y.-R. e Tyrer, P. (2010). Controversie che circondano la classificazione del disturbo di personalità.Indagini psichiatriche,7(1), 1–8. http://doi.org/10.4306/pi.2010.7.1.1
  6. Mayo Clinic. (n.d.). Disturbo borderline di personalità. Estratto da http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/borderline-personality-disorder/basics/treatment/con-20023204
  7. Sansone, R. A., & Sansone, L. A. (2011, maggio). Modelli di genere nel disturbo borderline di personalità. Estratto da http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3115767/
  8. Skodol, A. E. (2003). Perché le donne vengono diagnosticate borderline più degli uomini? Estratto da http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/14686459
  9. Winship, G. (2007, 7 marzo). Prospettive sulla prevalenza e trattamento del disturbo di personalità. Estratto da http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/j.1365-2850.2007.01057.x/abstract;jsessionid=78B565A67F721596E8B880A92698ECCD.f04t03?userIsAuthenticated=false
  10. Zanarini, M. C. (2003, febbraio). Il corso longitudinale della psicopatologia borderline. Estratto da http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12562573

Copyright 2016 venicsorganic.com. Tutti i diritti riservati.

L'articolo precedente è stato scritto esclusivamente dall'autore sopra citato. Eventuali opinioni e opinioni espresse non sono necessariamente condivise da venicsorganic.com. Domande o dubbi sull'articolo precedente possono essere indirizzati all'autore o pubblicati come commento di seguito.

  • 10 commenti
  • Lascia un commento
  • FILO

    19 maggio 2016 alle 07:47

    Sì, voglio qualcuno con un po 'più di spirito ed energia che mi tratti piuttosto che entrare da qualche parte e chiedere alla persona di dirmi che quello che ho è incurabile.

  • Melissa

    19 maggio 2016 alle 14:16

    Odio che ci siano ancora quei tipi di miti che fanno percepire che le donne sono le uniche a essere colpite. È chiaramente una sorta di ricerca non valida che ha permesso a molti di arrivare a questo tipo di conclusione e francamente trovo che sia piuttosto ingiusto.

  • selene

    20 maggio 2016 alle 9:19

    Sono così felice che tu abbia pubblicato questo non perché penso di aver mai creduto in modo specifico a tutti questi miti, ma solo per mostrare quanto sia facile credere a ciò che senti anche se non è sempre la verità. Più cose vengono dette arriviamo a credere che siano la verità, che lo siano davvero o no. Questo è piuttosto triste, quindi molte persone sono probabilmente sottoposte a diagnosi errate e molto meno maltrattate solo a causa delle falsità che continuano a essere perpetuate su questa e molte altre malattie mentali.

  • Jane

    21 maggio 2016 alle 08:59

    Non voglio andare da qualcuno che presume automaticamente che il mio caso sia senza speranza, né in realtà voglio associarmi ad altri che lo credono. Ho bisogno di persone con me che capiscano cosa sto passando e di cui posso fidarmi per essere lì per me quando i tempi si fanno difficili.

  • Celia

    23 maggio 2016 alle 7:11

    Se avessi mai creduto a tutte queste cose, non avrei mai nemmeno cercato un trattamento. C'è una parte di te che inizia a credere a tutti loro, ma poi devi essere forte e SAPERE che puoi esserci. Non credere alle bugie che ci sono sempre state dette. Crea la tua vita, la tua nuova esperienza.

  • organo

    24 maggio 2016 alle 7:50

    Non sono molto sicuro del motivo per cui alcune persone sono così contrarie ai farmaci. Per molti di noi questa è una delle uniche cose che potrebbero aiutarci a provare un senso di normalità nella nostra vita.

  • Dove

    27 maggio 2016 alle 9:55

    come potrebbe mai esserci la convinzione che qualcosa di così intricato e complesso come il BPD sarebbe qualcosa di facile da diagnosticare?

  • Yolanda

    28 maggio 2016 alle 10:17

    Perché sembra che le donne siano sempre quelle che ottengono la parte corta del bastone?
    Qualcosa potrebbe essere terribilmente sbagliato, ma qualcuno là fuori direbbe che si tratta di essere una donna e questo è ciò che è alla radice del problema.
    Così sciovinista!

  • edward

    29 maggio 2016 alle 19:03

    Ogni volta che c'è una nozione preconcetta su qualcosa, questo sarà solo dannoso.

    Suggerisco di attenersi ai fatti su cosa sia veramente il BPD e di accettare il fatto che questa è una malattia che colpisce un certo numero di persone e che l'unico modo in cui possiamo aiutare è smettere di avere nozioni ridicole su ciò che è e non è.

  • Prendere

    30 maggio 2016 alle 9:49

    Quindi queste sono cose che sono state credute per molto tempo. Penso che qui possiamo ridurre un po 'il margine di flessibilità della scienza perché, come la maggior parte delle cose, ci vuole un po' per fare sempre le cose per bene. Non credo che le persone credano a queste cose perché guardano dall'alto in basso chi ha una personalità borderline, è solo che nel corso degli anni queste sono cose che si pensava fossero associate ad essa. Giusto o sbagliato, almeno ora sappiamo che stiamo facendo progressi e andando avanti.