Blog Di venicsorganic

6 motivi per cui in realtà non sei bravo nel multitasking

LÈ un altro giorno alle lavoro . Stai preparando una presentazione imminente, controllando la posta ogni pochi minuti, mandando messaggi al tuo migliore amico, pianificando il fine settimana e scorrendo Facebook, il tutto mentre guardi l'orologio e aspetti con ansia l'ora di pranzo. Sei multitasking e probabilmente pensi di farlo bene.

Se chiedi alla maggior parte delle persone, è probabile che ti dicano che sono brave nel multitasking. La ricerca ci dice che non è così. In effetti, il multitasking potrebbe effettivamente renderti meno produttivo, anche se stai completando più attività contemporaneamente. Secondo il professore di Stanford Clifford Nass, più sei multitasking, meno sei in grado di concentrarti, imparare e persino essere gentile con le persone.

Ecco sei motivi per cui in realtà non sei bravo nel multitasking come pensi di essere:



1. Il multitasking rende più difficile filtrare le informazioni

La ricerca indica che più sei multitasking, meno sei cervello è in grado di filtrare le informazioni. Quando si confrontano i cervelli di persone che fanno multitasking con quelli che non lo fanno, i ricercatori hanno scoperto che coloro che fanno multitasking non solo hanno difficoltà a filtrare informazioni irrilevanti, ma in realtà esercitano più energia utilizzando parti del cervello che non sono necessarie per il compito da svolgere.

Al contrario, quando ti concentri su una cosa alla volta, il cervello è in grado di isolare e filtrare il resto, lasciando più risorse del tuo cervello disponibili per ciò che stai effettivamente facendo.

2. Il multitasking rende difficile prestare attenzione

Trova un terapista

Ricerca Avanzata Il multitasking frequente può modificare i percorsi neurali nel cervello. Quando siamo costantemente dispersi, rende sempre più difficile per il cervello mantenere l'attenzione anche per brevi periodi di tempo. Le risonanze magnetiche effettuate su individui durante la guida indicano che l'aggiunta di una sola attività in più oltre alla guida può ridurre la capacità del cervello di pagare Attenzione alla strada. Ad esempio, quando i conducenti ascoltano altre persone nell'auto parlare, i livelli di attenzione dei conducenti verso la guida diminuiscono di circa il 37%.

3. Il multitasking riduce la tua efficienza

Passare continuamente da un'attività all'altra rende il cervello meno disponibile per l'attività individuale in corso e alla fine riduce l'efficienza piuttosto che migliorare la produttività. Uno studio di ricerca dell'Università di Londra ha indicato che le persone che svolgono attività multitasking durante l'esecuzione di compiti cognitivi mostrano cali significativi QI (quoziente di intelligenza) simili a quelli delle persone che avevano fumato marijuana o non avevano dormito la notte prima. Qualcosa di semplice come sapere che ci sono e-mail non lette nella tua casella di posta può abbassare il QI di 10 punti.

4. Il multitasking rende più difficile il raggiungimento degli obiettivi a lungo termine

Il multitasking allena il nostro cervello a cercare una gratificazione immediata. Passare costantemente da un'attività all'altra, controllare la posta elettronica e scorrere il feed di Twitter crea una costante necessità di feedback.

Con ogni messaggio di testo che invii o email a cui rispondi, il tuo cervello subisce un'impennata dopamina ... uno dei sentimenti di benessere del cervello ormoni —Che ti incoraggia a continuare il comportamento gratificante. Questo porta il cervello a cercare una gratificazione più immediata e rende difficile sostenere l'attenzione necessaria per lavorare verso obiettivi a lungo termine.

Quando non ricevi rapidamente quel rilascio di dopamina, potresti annoiarti o sentirti a disagio e rinunciare al compito per svolgere altri compiti a breve termine. Sebbene questi compiti offrano una ricompensa più rapida, sono meno gratificanti a lungo termine. Questo ciclo di feedback può farti sentire come se stessi ottenendo molto, ma potresti renderti conto che non è molto alla fine della giornata.

5. Il multitasking riduce l'intelligenza emotiva

La ricerca ha dimostrato che il multitasking diminuisce intelligenza emotiva e può effettivamente renderci meno amichevoli. Uno studio condotto dall'Università del Sussex ha concluso che le persone che hanno utilizzato più dispositivi contemporaneamente (cellulare, computer, televisione, ecc.) E che hanno svolto più attività in multitasking hanno mostrato una minore attività cerebrale nella corteccia cingolata anteriore, l'area del cervello che governa emotivo controllo e empatia .

6. Il multitasking provoca più stress

Secondo diversi studi, i multitasker cronici hanno aumentato i livelli di fatica ormone cortisolo . Livelli normali di cortisolo possono essere utili per il corpo, ma quando i livelli sono troppo alti possono causare problemi riproduttivi, aumentare l'infiammazione nel corpo, aumentare la glicemia, indebolire il sistema immunitario, aumentare il grasso della pancia e danneggiare le parti del cervello che controllo memoria . Molte persone che lavorano in multitasking hanno problemi con la memoria di lavoro, il che può rendere più difficile prendere decisioni razionali.

Suggerimenti per migliorare la tua capacità di svolgere un'attività singola:

  • Pratica la meditazione consapevole: Meditazione di consapevolezza può aiutare ad allenare il tuo cervello a rallentare e concentrarsi su ciò che sta accadendo nel momento presente. Questo può renderti meno propenso a cedere alla distrazione e migliorare la tua capacità di sostenere la tua attenzione per periodi di tempo più lunghi.Passare continuamente da un'attività all'altra rende il cervello meno disponibile per l'attività individuale in corso e alla fine riduce l'efficienza piuttosto che migliorare la produttività.
  • Fai pause frequenti:Invece di fare più cose contemporaneamente, concentrati su un compito alla volta e fai pause frequenti per consentire al tuo cervello di resettarsi.
  • Crea una lista di cose da fare:Creare un elenco di cose da fare può aiutarti a organizzare e tenere traccia delle attività che devi completare. Con un elenco di cose da fare, puoi lavorare sul completamento delle tue attività una alla volta fino a quando non hai finito piuttosto che provare a lavorare su più attività contemporaneamente. Anche le liste di cose da fare funzionano bene per raggiungere obiettivi a lungo termine. Puoi suddividere i tuoi obiettivi in ​​piccoli compiti e spuntare ogni compito al termine, ricevendo un'ondata di dopamina per il completamento di ogni piccola pietra miliare lungo il percorso.
  • Usa i timer per un tempo di messa a fuoco intenso:Poiché molti di noi nell'era digitale sono tentati di passare da una scheda all'altra, da uno schermo all'altro o da un dispositivo all'altro, non è sempre facile concentrarsi su un'attività alla volta. Gli allenatori di produttività e gestione del tempo consigliano di impostare un timer per un periodo di tempo designato (ad es. 45 minuti) e di non permettere a te stesso di fare nient'altro che quella attività fino a quando il timer non si spegne. Questo può aiutare a frenare la voglia di controllare la posta elettronica e rispondere a quel messaggio di testo.
  • Elimina le distrazioni:Quando cerchi di portare a termine un compito, elimina quante più distrazioni possibile per aiutarti a rimanere concentrato. Spegni la televisione, mantieni il telefono in modalità silenziosa e trova un luogo tranquillo dove non sarai interrotto.
  • Imposta l'ora designata per controllare la posta:I dipendenti trascorrono circa il 28% della giornata rispondendo alle e-mail. La posta elettronica può distrarre incredibilmente ed è nota per ridurre la produttività. Piuttosto che aggiornare costantemente la tua casella di posta ogni pochi minuti, imposta orari prestabiliti ogni giorno per controllare la tua posta ed evita di controllarla al di fuori di tali orari. Ad esempio, potresti controllarlo al mattino, a pranzo e subito prima di smettere di lavorare ogni giorno.
  • Prova la terapia:Per coloro che desiderano un aiuto in più per migliorare la produttività, trovare un terapista qualificato può essere una buona opzione. I terapisti possono aiutare le persone a migliorare la loro capacità di svolgere un singolo compito insegnando terapia cognitivo comportamentale (CBT) tecniche. Queste tecniche possono essere utilizzate per migliorare le capacità di gestione del tempo e per imparare a cambiare i modelli di pensiero che possono contribuire alla distrazione o al desiderio di multitasking. Molti altri tipi di terapia può anche aiutare qualcuno che vuole sentirsi meno sopraffatto o chi vuole avere più successo sul lavoro.

Riferimenti:

  1. Baer, ​​D. (2013, 9 ottobre). Cosa fa il multitasking al tuo cervello. Estratto da http://www.fastcompany.com/3019659/leadership-now/what-multitasking-does-to-your-brain
  2. Chapman, S.C. (2013, 8 maggio). Perché il single-tasking ti rende più intelligente. Estratto da http://www.forbes.com/sites/nextavenue/2013/05/08/why-single-tasking-makes-you-smarter/#18e70d131b5c
  3. Gupta, S. (2016, 1 agosto). Il tuo cervello in multitasking. Estratto da http://www.cnn.com/2015/04/09/health/your-brain-multitasking/
  4. Kim, L. (2015, 15 luglio). Il multitasking sta uccidendo il tuo cervello. Estratto da http://www.inc.com/larry-kim/why-multi-tasking-is-killing-your-brain.html

Copyright 2016 venicsorganic.com. Tutti i diritti riservati.

L'articolo precedente è stato scritto esclusivamente dall'autore sopra citato. Eventuali opinioni e opinioni espresse non sono necessariamente condivise da venicsorganic.com. Domande o dubbi sull'articolo precedente possono essere indirizzati all'autore o pubblicati come commento di seguito.

  • 6 commenti
  • Lascia un commento
  • Glen

    31 agosto 2016 alle 11:16

    Credimi quando ti dico che ho provato a fare più cose contemporaneamente e molto raramente funziona troppo bene per me. Non credo di avere la capacità di attenzione necessaria per fare più cose contemporaneamente e per farle bene. Potrebbero essere fatti, ma con evidenti difetti, quindi a che serve se devo voltarmi e fare qualcosa di nuovo?

  • Blaine M

    31 agosto 2016 alle 14:18

    Immagino che, poiché il mio cervello si sente come se stesse andando a 00 mph comunque, non ho davvero un gran problema con il destreggiarsi tra più attività contemporaneamente. Penso che in qualche modo posso dare loro la stessa quantità di attenzione e tutto va sempre bene. Inoltre ottengo tonnellate di risultati in più di quanto avrei lavorato su un progetto alla volta!

  • e

    1 settembre 2016 alle 13:00

    così vero

  • Judy

    3 settembre 2016 alle 9:03

    Non sono sicuro di poter lavorare senza distrazioni perché onestamente è così che mi sembra di ottenere il massimo. Immagino di essere abituato ad avere il caos intorno a me, quindi questo è l'ambiente di lavoro che mi sembra il più naturale per la maggior parte del tempo. So che ci sono alcune cose che faccio in cui ho bisogno di un po 'più di pace e tranquillità, ma il più delle volte mi sembra strano averne troppa.

  • sereno

    6 settembre 2016 alle 14:00

    I miei pensieri sono che puoi vedere solo il quadro generale di thin gs, tutto ciò che viene fatto, e non sei quindi in grado di scomporlo nei pezzi più piccoli di cui hai bisogno per portare a termine le cose.

  • Macy

    7 settembre 2016 alle 10:25

    Purtroppo la logistica del multitasking non fa per me