Blog Di venicsorganic

7 potenti motivi per cui dovresti smettere di cercare di essere 'normale'

Ombrello arancione in mezzo alla folla di ombrelloni grigiLe persone generalmente vogliono essere accettate. Per molti, questo significa adattarsi alla folla. Per farlo, potresti sentire la pressione di pensare e comportarti in un certo modo. Il guaio è che quando ti sforzi così tanto di essere ciò che qualcun altro considera normale, potresti perdere una parte di te stesso nel processo.

Ecco sette motivi per cui dovresti smettere di cercare di essere normale e iniziare a essere te stesso:

1. Normale può significare giocare sul sicuro

Ci vuole coraggio per distinguersi dalla massa e seguire la propria strada. Potrebbe essere più facile fare semplicemente quello che fanno gli altri, ma probabilmente non sarà altrettanto soddisfacente.



Può essere necessaria un'enorme quantità di energia per cercare di essere normali. Quando scegli la normalità, potresti inavvertitamente rinunciare ad alcune delle tue forze. Puoi potenziare te stesso scegliendo di onorare la tua autenticità e rimanere fedele a ciò che sei.

La scelta è tua. Puoi scegliere di essere potenzialmente limitato dai concetti di normalità, oppure puoi scegliere di liberarti e vivere la tua vita in un modo che ti sembra naturale. Potresti non sapere mai cosa puoi ottenere finché non ci provi. Quindi, invece di cercare di essere normale, usa quell'energia per scoprire il tuo potenziale unico.

2. Normale è un ideale soggettivo

Il concetto di normalità è più un'opinione soggettiva che una realtà oggettiva. Ogni cultura sviluppa il proprio consenso su ciò che è normale. Ciò che una cultura può considerare comune, un'altra potrebbe trovarlo insolito.

'Il mondo 'normale' suggerisce che esiste un modo giusto e sbagliato di essere una persona', ha detto Pandora L. MacLean-Hoover, LICSW . 'Non c'è. Esiste uno spettro di comportamenti accettabili in società legali come la nostra. È vasto e varia notevolmente '.

Trova un terapista

Ricerca Avanzata Non esiste una definizione di cookie cutter su come dovrebbe comportarsi un essere umano. L'idea che esista uno standard ideale a cui tutti gli esseri umani dovrebbero conformarsi è probabilmente irrealistica e può essere psicologicamente limitante. Tutto quello che puoi fare è avere fiducia in te stesso, onorare i tuoi valori e fare ciò che ti rende contento .

3. Normale non è facilmente definito

Spesso è più facile per le persone definire anormale piuttosto che definire una definizione di normale. La ragione di ciò è che non esiste una definizione chiara di cosa sia normale. È solo quando qualcuno si discosta da ciò che è generalmente concepito come ordinario che le persone si preoccupano di tali etichette.

'Le persone abbracciano ampiamente l'idea che possono sempre fare di meglio', ha detto MacLean-Hoover. “In tal modo, spesso si negano l'opportunità di convalidare i propri sforzi. Suggerisco alle persone di familiarizzare con la frase: 'Ho fatto del mio meglio' '.

4. La perfezione non esiste

Spesso, quando le persone cercano di essere normali, quello che stanno davvero cercando di ottenere è perfezione . La perfezione è irraggiungibile e quando ti sforzi di ottenerla, potresti finire per concentrarti troppo sui difetti percepiti e non abbastanza sui punti di forza.

Secondo Andrew Archer, LCSW , uno dei principali svantaggi del tentativo di raggiungere la perfezione è che generalmente è guidato dalla sensazione di non essere 'abbastanza bravi'.

'La profezia che si autoavvera del perfezionismo porta a cicli perpetui di insoddisfazione perché la persona dà sempre il 110%, ma non crede mai di essere degno o meritevoli in qualche modo ', ha detto Archer. 'Il convinzione negativa si frappone a risultati apparenti. '

Gli esseri umani non sono perfetti. Gli errori accadono ed è così che impariamo. Scegli di trovare la bellezza nelle imperfezioni. Se tutto fosse già perfetto, non ci sarebbe spazio per la crescita.

5. Le persone potrebbero perdere la tua unicità

Quando ti identifichi come normale, potresti rinunciare al tuo identità personale . Abbiamo tutti le nostre differenze. Abbraccia i tuoi e rispetta quelli degli altri.

Ognuno possiede caratteristiche e qualità uniche. Quando neghi a te stesso il diritto di essere unicamente te stesso, il mondo intero potrebbe perdersi.Riesci a immaginare quanto sarebbe noiosa la vita se tutti fossero uguali? Ognuno possiede caratteristiche e qualità uniche. Quando neghi a te stesso il diritto di essere unicamente te stesso, il mondo intero potrebbe perdersi. Fai a te stesso e al resto di noi un favore: sii te stesso e sii orgoglioso di chi sei.

'Se essere 'normali' significa essere uguali agli altri, allora i benefici dell'essere diversi si godono sotto forma di riconoscimento. Questo è particolarmente vero per persone creative ', Ha detto MacLean-Hoover. “La lotta per la normalità può ingrandirsi paura di fallire mentre diminuisce la creatività. Essere curiosi e creativi richiede l'assunzione di rischi. Preoccupante il rispetto di uno standard inesistente pone l'enfasi di una persona sul risultato invece che sul processo. '

È improbabile che enfatizzare il risultato e cercare l'accettazione esterna ti aiuti a sentirti soddisfatto. È più probabile che tu trovi la vera felicità attraverso autoaccettazione . Piuttosto che cercare di convincere altre persone ad amarti, prova semplicemente amare se stessi .

6. Le etichette sono per le lattine di zuppa, non per le persone

Le etichette sono utili per alcune cose, ma spesso non si adattano bene al mondo disordinato degli umani emozioni e tratti della personalità . Anche le diagnosi psicologiche possono essere difficili da fare, poiché non esistono due persone a cui viene diagnosticata una singola condizione sono esattamente uguali.

Se la normalità è equiparata allo status quo, allora l'anomalia diventa uguale alla non conformità, ha detto Archer.

“L'American Psychological Association e il Manuale diagnostico e statistico sono buoni esempi di un processo che sta implicitamente definendo la normalità attraverso un sistema di classificazione diagnostica dei 'disturbi' ', ha detto Archer. “C'è un senso di anormalità che si crea quando una persona lo è diagnosticato con una 'malattia mentale'. Le ingiustizie di questo sistema sono sia lo sradicamento della cultura all'interno del processo sia la mancanza di una definizione di 'normale'. '

Le persone non sono facilmente classificabili, e forse questo è meglio. La vita umana è troppo organica per essere classificata rigidamente. Il normale potrebbe essere più un'astrazione che un'esperienza umana.

7. Normale non può cambiare il mondo

Normale può essere simile a normale, medio, tipico o previsto. Normale implica conformarsi a uno standard preconcetto, che può limitare il proprio potenziale. Potresti non ottenere mai lo straordinario fintanto che scegli di rimanere ordinario. Normale generalmente non significa allungare i limiti. Normale non significa comunemente pensare fuori dagli schemi. Normale di solito non significa raggiungere la grandezza.

'In genere, rimaniamo intrappolati in confronto a ciò che pensiamo fosse normale o dovrebbe essere ideale quando riflettiamo sul passato o sogniamo ad occhi aperti su potenziali comprensioni future di chi pensiamo di essere', ha detto Archer.

Non essere normale. Sii tu.

Copyright 2016 venicsorganic.com. Tutti i diritti riservati.

L'articolo precedente è stato scritto esclusivamente dall'autore sopra citato. Eventuali opinioni e opinioni espresse non sono necessariamente condivise da venicsorganic.com. Domande o dubbi sull'articolo precedente possono essere indirizzati all'autore o pubblicati come commento di seguito.

  • 13 commenti
  • Lascia un commento
  • Isabelle

    21 marzo 2016 alle 10:36

    Chi può anche solo dire cosa sia normale? Ciò che è naturale e sembra giusto per me sarà l'opposto di ciò che un'altra persona potrebbe provare. Penso che sia molto meglio avere grazia, accettare gli altri oltre che te stesso invece di cercare sempre di soddisfare uno standard di normalità che nessuno riconosce più.

  • Leigh

    21 marzo 2016 alle 15:39

    Ho provato così a lungo a inserirmi in quella scatola di conformità che dopo un po 'non sapevo nemmeno più chi fossi.
    Ho passato troppo tempo a cercare la persona che pensavo che tutti gli altri volessero che fossi invece di concentrarmi esclusivamente su chi ero e cosa volevo dalla vita.
    Penso di aver passato troppo tempo a farlo; ma il rovescio della medaglia dopo un po 'ho davvero imparato cosa volevo dalla vita e ora questo mi è così chiaro ora.

  • SEAN

    22 marzo 2016 alle 10:22

    Sii te stesso. Questo è tutto ciò che possiamo fare in questo mondo per essere felici è solo trovare un modo per rimanere fedeli a ciò che siamo. Non è facile perché so che ci saranno momenti in cui sentiremo di essere trascinati in una direzione che ci dice che dobbiamo essere questo o dobbiamo essere quello. Ma poi una costante che avrai sempre nella tua vita è quando sei fedele a chi sei veramente e puoi attingere dalla tua forza interiore. Questo è qualcosa che scomparirà inevitabilmente se ti preoccupi solo di ciò che pensano gli altri e non di ciò che in sostanza ti renderà felice.

  • patti

    22 marzo 2016 alle 14:28

    normale è noioso, diverso è eccitante

  • Callison

    23 marzo 2016 alle 11:07

    Spesso mi chiedo quanto bene in questo mondo pensiamo di fare continuando a fare sempre le stesse cose. So che c'è la tentazione di fare ciò che è familiare, ma devi sapere che fare qualcosa che ti costringe a pensare fuori dagli schemi può essere un meraviglioso strumento di apprendimento anche per te.

  • bryant

    24 marzo 2016 alle 14:23

    Perché essere normale?
    Non è su una maglietta da qualche parte che ho visto prima?

  • Joyce M

    26 marzo 2016 alle 05:41

    C'è una linea tra correre rischi e essere stupido. Sono favorevole a incoraggiare i giovani a correre dei rischi nella loro vita, penso che questo possa essere positivo per loro e che possano imparare molto da questo. Ma non essere stupido al riguardo.

  • Noè

    Noè

    26 marzo 2016 alle 06:37

    Bell'articolo. Buon lavoro squadra!

  • Danny A

    28 marzo 2016 alle 17:01

    Perché incoraggiare la normalità? Trovo che una cosa migliore da incoraggiare sia essere se stessi, non una versione con lo stampino di altri che ti circonda. Se sei come tutti gli altri, c'è davvero qualcosa di speciale in te?

  • Piet

    14 giugno 2016 alle 22:09

    È davvero un articolo

  • RD

    11 novembre 2016 alle 15:42

    Sapere il bene dal male. Vai con il tuo cuore.

  • straordinario

    27 ottobre 2018 alle 5:09

    Sono sia normale che straordinario, è possibile, perché il mio modello, Peter Hitchens è straordinario. Non tutte le azioni che intraprendo sono ciò che fa, ma ho preso solo le basi del suo carattere mescolate con la mia svolta non comune alle cose: la mia dieta, le mie convinzioni, il mio apprendimento, una combinazione non simile alla stessa miscela da altre, perché alcuni di loro differiscono dalle credenze degli altri, più le mie credenze inventate dentro: antidiscredulità, robotica, antidisintellettualismo, per citarne alcune di mia invenzione. L'emancipazione della Germania è l'emancipazione del genere umano, e intendo emanciparmi con il mio lavoro futuro, e si spera con il mio lavoro in filosofia, riconoscere è un'altra mia convinzione inventata: mi è venuta la filologia (stile di pensiero, non una filosofia ) che quando una cosa viene riconosciuta la puoi percepire immediatamente da quanto è già noto, del tipo “ahh, ecco cos'è, lo riconosco” insieme alla convinzione che se fosse irriconoscibile non avresti quella prima impressione. Al contrario, la mia vita normale comporta una dieta non così normale (principalmente vegana cruda, con vegani occasionali), e quindi sto limitando i cibi cotti a quelli nei miei libri di cucina usati occasionalmente, agli hamburger vegani, agli hot dog vegani e pizze vegane e tartine e caffè, bevande alla cola e birra allo zenzero e basta, e fumo (: O). Nella mia strada verso la normalità non sto cercando di essere come tutti gli altri, ma solo comune come Peter Hitchens e insolito come una piccola quantità di esso. Ciò che mi affascina di lui è che rispetto alla mia particolarità e stranezza solitaria e piuttosto spaventosa del mio passato, questo ragazzo non è così spaventoso, e quindi adattarmi meglio è prendere un modello, smettere di essere odiato è semplicemente smettere di essere diverso (le persone odiano il diverso) e di nuovo assumono un modello. Ho posto alcune domande sul fatto che siano normali e la risposta predefinita è sì. Tuttavia non sono troppo normale e per me questo è uno standard di stampino per biscotti di mia invenzione, da cui il nome sopra. Tuttavia, le convinzioni legate sia al veganismo crudo che al bolscevismo, come credeva Peter Hitchens, sono 1. migliore salute, 2. operaio contadino e industriale piuttosto che classe media, 3. animali, 4. polizia feudale e schiavo sono il nemico , 5. l'ambiente, 6. il proletariato, che è la linfa vitale bolscevica, e così via, quindi vedete che certe cose hanno delle credenze attaccate. Ho abbandonato pochissime mie convinzioni ed è stato doloroso arrendermi, ma mi sentivo meglio per questo, meno odioso (non odiavo così tanto), ma rimango un mentalista e un anticlericale, per citare alcuni dei miei odi. Quindi sì, sii normale e vedi come ti sentirai più felice e migliore per questo. Prendi un modello.

  • Glenda

    31 ottobre 2020 alle 11:40

    Ciò che è normale, non puoi essere normale, tutti hanno i loro piccoli problemi, quindi nessuno è normale