Blog Di venicsorganic

8 modi in cui i genitori possono aiutare gli adolescenti con sovraccarico accademico

Studentessa sopraffatta dai compitiLavoreresti un lavoro molto impegnativo e frenetico dal lunedì al venerdì dalle 7:00 alle 15:00, prenderesti una piccola pausa, poi lavorerai un altro lavoro che richiede un'intensa concentrazione sia mentale che fisica dalle 17:00? alle 22:00? Diciamo che la paga ha fatto schifo. Il progresso dipendeva dalle prestazioni e a volte i tuoi colleghi erano nemici. Inoltre, avevi solo 20 minuti per pranzare in un ambiente rumoroso e caotico.

Ti sembra attraente? Non la pensavo così. Ma ancora chiediamo ai nostri figli di farlo. Benvenuti al liceo 2015.

Ai ragazzi di oggi viene chiesto - richiesto, più simile - di lavorare in questo tipo di sistema. La quantità di lavoro accademico in un dato giorno, sommato alle attività extrascolastiche e ai compiti, ha raggiunto un carico di rottura di tutti i tempi.



Trova un terapista

Ricerca Avanzata

C'è un'intesa generale con bambini e genitori oggi: il mondo accademico è cambiato. Quando molti genitori oggi erano al liceo, avevano i compiti, sì; ma avevano anche un lavoro part-time, amici, frequentavano eventi sociali e fondamentalmente avevano una vita. Uno studente di liceo accademicamente avanzato ora non ha tempo per andare al centro commerciale con gli amici, non ha tempo per un lavoro part-time (a meno che lui o lei non rinunci a uno sport o ad altre attività) e non ha tempo per riposarsi e riflettere. Aggiungi i social media con il loro falso senso di connessione e, in poche parole, gli adolescenti stanno lottando fatica , ansia , e depressione a tassi molto più alti rispetto a 30 anni fa. L'effetto voluto di aiutare i nostri figli a competere a livello globale aumentando i programmi di studio ha effettivamente avuto un costo.

I compiti, il duro lavoro e la perseveranza sono tutte cose buone. Gli adolescenti dovrebbero imparare a gestire le cose difficili. Ma dovrebbero impararlo mentre viene prescritto farmaci contro l'ansia per sedare la crescente paura di non entrare nel college 'giusto'? Dovrebbero impararlo durante la prescrizione antidepressivi perché non riescono a immaginare un futuro felice visto il loro presente travolto?

Noi genitori e accademici ci manca il punto: non possiamo continuare a chiedere agli adolescenti di gestire tutto questo senza dare loro gli strumenti per gestirlo.

Ecco otto modi per aiutare tuo figlio:

  1. Chiedi informazioni sulle pressioni scolastiche e poiascoltacon l'intenzione di capire, non rispondere e giudicare. Chiedi a tuo figlio: 'Com'è essere te stesso?'
  2. Identificarecosa sta causando più stress nella vita di tuo figlio. È una classe specifica, un certo amico, pressioni da parte tua? Il tuo adolescente risponderà onestamente solo se ascolti senza giudizio.
  3. Controllati. Come gestisci lo stress nella tua vita? Se la risposta non è molto buona, allora questo è un ottimo momento per imparare a gestire meglio lo stress per te e per i tuoi ragazzi. Lui o lei ti sta guardando.
  4. Insegna a tuo figliogestione del tempoed essere concentrato senza distrazioni.
  5. Insegna a rilassartitecniche come la respirazione profonda, lo stretching, la camminata, il gioco con il cane, il disegno o meditazione .
  6. Comunicarecon un insegnante, la scuola o l'allenatore (assicurati che tuo figlio sappia che lo stai facendo) per ottenere ulteriori informazioni su ciò che sta accadendo. A volte questo piccolo atto può avere un impatto enorme.
  7. Riduci la pressionediscutendo le tue aspettative nei confronti di tuo figlio. La maggior parte degli adolescenti pensa che i propri genitori vogliano che vadano ad Harvard, ma la maggior parte dei genitori vuole solo che i propri figli siano felici. Parlami di ciò. Sei parte del problema?
  8. Trascorrere il tempocon tuo figlio che fa cose divertenti!

L'obiettivo della genitorialità e dell'educazione è crescere bambini responsabili e resilienti. Nell'ambiente accademico di oggi, misto a cambiamenti sociali e pressioni, l'infanzia sta diventando una fase stressante della vita. È nostro obbligo responsabilizzare e insegnare ai nostri figli sia accademicamente che emotivamente come affrontare le sfide.

Riferimento:

Aumento dei livelli di ansia e depressione man mano che l'esperienza degli adolescenti cambia nel tempo. (2012, 14 marzo).Fondazione Nuffield. Estratto da http://www.nuffieldfoundation.org/news/increased-levels-anxiety-and-depression-teenage-experience-changes-over-time

Copyright 2015 venicsorganic.com. Tutti i diritti riservati. Autorizzazione alla pubblicazione concessa da Angela Avery, MA, LPC, NCC , terapista a Clarkston, Michigan

L'articolo precedente è stato scritto esclusivamente dall'autore di cui sopra. Eventuali opinioni e opinioni espresse non sono necessariamente condivise da venicsorganic.com. Domande o dubbi sull'articolo precedente possono essere indirizzati all'autore o pubblicati sotto forma di commento.

  • 20 commenti
  • Lascia un commento
  • Ron

    24 aprile 2015 alle 9:26

    Onestamente non so come ci riescano alcuni di questi ragazzi. Non solo affrontano orari orribilmente rigorosi a scuola, ma tornano a casa per un po 'e tornano a lavorare, a volte a tempo pieno. Non ho mai dovuto lavorare così a scuola. Ci è stato ancora dato il tempo per essere bambini, ma oggi si sentono come se non facessero tutte queste cose extra, il college potrebbe non essere più un'opzione per loro. Ho detto ai miei figli che il loro lavoro è la scuola e non li facciamo lavorare dopo la scuola. Siamo in grado di farlo ma so che ci sono molte famiglie che non possono farlo. Ma le mie priorità per i miei figli sono i loro voti e voglio che anche questa sia la loro priorità.

  • timor

    25 aprile 2015 alle 5:31

    Sono abbastanza sicuro che i miei figli vogliono solo sentirmi dire che sono orgoglioso di loro, non importa quello che fanno.
    Non mi importa se fai un A o un B fintanto che hai fatto del tuo meglio e fatto del tuo meglio.
    Penso che questa sia l'unica cosa su cui i genitori oggi stanno incasinando. Mettiamo così tanta pressione su questi ragazzi che ci sono molti che iniziano a chiedersi se l'unico modo per essere degni dei loro genitori sia quello di raggiungere e fare cose che forse non sono altrettanto capaci di fare.
    È davvero triste, perché non vorrei mai che qualcosa come la scuola rovinasse il rapporto che ho con i miei figli.

  • Cason

    25 aprile 2015 alle 13:29

    Un punto davvero importante qui è che i nostri figli ci guardano per vedere come reagiamo. Se perdiamo la testa su ogni singola cosa e ci stressiamo per la più piccola cosa, allora indovina cosa? Probabilmente faranno esattamente la stessa cosa perché questo è ciò che abbiamo insegnato loro a fare attraverso il nostro comportamento.

  • Joe

    14 agosto 2017 alle 12:15

    Quindi vero Cason.

  • Rodney

    26 aprile 2015 alle 9:45

    Dobbiamo essere disposti a smettere di fare pressione sui nostri figli per le piccole cose della vita.

    Nessuno mi ha mai chiesto, durante un colloquio di lavoro, che voto avessi preso in scienze. Mai.

    Capisco che in seguito queste cose porteranno una certa rilevanza e peso, ma quando i bambini sono così giovani e sentono così tanta pressione, penso che ci sia qualcosa che è seriamente sbagliato in quell'immagine.

  • richie

    27 aprile 2015 alle 9:25

    insegnare loro come fare esercizi di respirazione e tecniche di rilassamento potrebbe essere molto utile

  • Joel

    27 aprile 2015 alle 16:16

    Voglio che i miei figli vadano bene e ottengano borse di studio, e quindi questo significa molto lavoro da parte loro e mia.

    Paghiamo le lezioni di musica, lasciamo che restino dopo la scuola, prendiamo lezioni di lode e paghiamo i tutor quando ne abbiamo bisogno. Se avessi mai pensato che i miei figli non volessero le cose in questo modo, forse smetteremmo di spingere così forte. Ma è così che sembrano prosperare. Devo correre il rischio di cambiare le cose e loro potrebbero perdere tutte le loro motivazioni per avere successo?

  • Desmond

    28 aprile 2015 alle 10:44

    Devo dire che i miei figli si sono sempre comportati abbastanza bene sotto pressione, ma penso che la loro mamma e io abbiamo sempre dato loro il supporto di cui hanno bisogno da noi due per ottenere tutto ciò di cui hanno bisogno per essere realizzati. Penso che questa sia una responsabilità tanto mia quanto loro. Il lavoro può essere svolto da loro, ma io come genitore dovrei fare quello che devo fare dietro le quinte per assicurarmi che abbiano tutto ciò di cui hanno bisogno. Questi sono i bambini che penso siano più stressati, quelli che sentono quella pressione ma senza il supporto di mamma e papà di cui hanno bisogno alla fine per portare a termine tutto.

  • marley

    28 aprile 2015 alle 16:43

    Abbiamo tutti i nostri punti di rottura, penso solo che, soprattutto per i bambini, molti di loro hanno difficoltà a dire quando è abbastanza.
    Sentono la pressione a casa, la pressione a scuola e, anche se pensiamo che siano così maturi, molti di loro non hanno idea di come gestirla.
    Concedi loro una pausa, lascia che si rilassino e diventino bambini.

  • cristiano

    29 aprile 2015 alle 9:41

    Stasera vado con mia figlia da un nuovo consigliere proprio per questo problema. Auguraci buona fortuna!

  • Teri

    30 aprile 2015 alle 13:24

    Allontanati da un po 'della pressione che i genitori stanno mettendo sui loro figli perché il cielo sa che ne affrontano abbastanza da qualsiasi altra parte!

  • Talitha

    2 maggio 2015 alle 11:07

    Lavorare con gli insegnanti della classe può essere così efficace nell'aiutare tuo figlio con le cose che sta provando. Potrebbero non capire che il fatto di avere sempre mal di pancia o mal di testa potrebbe derivare dallo stress e dalla pressione che si stanno mettendo su se stessi e che sentono anche che vengono messi a scuola e dal lavoro. È positivo avere un avvocato che ti aiuti a intervenire e mediare e penso che un insegnante potrebbe essere un'ottima aggiunta a qualsiasi piano di trattamento come questo.

  • suzanne

    11 maggio 2015 alle 15:12

    Angela,
    Sono così impressionato da tutti i modi creativi con cui ti stai facendo conoscere !!
    Ti invierei referral 'in un baleno'!
    CONTINUATE COSÌ!

    Benedizioni
    Suzanne Sebree, LPC
    Direttore, Grace Counseling, Inc.

  • Angela

    6 ottobre 2015 alle 8:02

    Ciao Angela,

    Grazie per questo! Sento che la maggior parte del tempo e delle richieste scolastiche rivolte agli studenti delle scuole superiori sono simili a ciò che i bambini dell'asilo nido, della scuola media e degli studenti delle scuole medie sperimentano, relativamente a età e fasi dello sviluppo sociale emotivo fisico cognitivo ...

    A causa della necessità di sbarcare il lunario, svegliavo mia figlia alle 6 del mattino, la preparavo e andavo all'asilo per le 7 e andavo a prenderla alle 17:30! Questo era tra i 18 mesi di età - K e una volta nella scuola elementare era lo stesso lasso di tempo a causa del prima e dopo la cura. Lo odiavo e il mio istinto mi diceva ogni giorno che era sbagliato, ma l'alternativa era lavorare di meno e non soddisfare i suoi altri bisogni fondamentali per mancanza di reddito.

    All'epoca sentivo che era la mia unica opzione. Una giornata di 12 ore per un bambino dalla sveglia a casa e, naturalmente, il bagno della cena una volta a casa.

    Se hai informazioni simili da condividere per la scuola materna, elementare e media, mi piacerebbe leggerle.

    Grazie!

    Angela

  • Jordann

    30 gennaio 2016 alle 21:02

    Non sono d'accordo con questi passaggi perché sono uno studente del liceo che ha tirato due notti nella scorsa settimana per cercare di tenere il passo. Sto prendendo 5 lezioni di AP e pubblicizzo che i genitori dovrebbero trascorrere più tempo con i loro figli è impossibile durante il ridicolo programma che ci viene chiesto di mantenere. Non mangio il pranzo durante il mio periodo di pranzo da oltre 4 mesi perché passo ogni momento a cercare di fare un'altra cosa in modo da poter andare a dormire prima delle 4:30. L'unica cosa che un genitore può fare è cercare di non scendere al livello di uno studente, ma capire che lo stress che il bambino sta affrontando è molto più di quanto non comprenda. Ho smesso di dire ai miei genitori il lavoro che mi è stato assegnato da circa una settimana a scuola perché i miei genitori avrebbero preso questa conoscenza e avrebbero detto che avrei dovuto smettere di fare cose come ascoltare musica per calmarmi perché avevo troppo lavoro. È tutto un equilibrio tra prenderti cura di te fisicamente e assicurarti che i tuoi voti non soffrano troppo a causa delle pause che fai. È sminuente e frustrante persino considerare i miei genitori che immaginano la quantità di cose che faccio ogni giorno e chiedermi ancora di fare cose extra come guardare un fratello, fare da babysitter nei miei giorni liberi per guadagnare soldi per pagare il college e firmare sono pronto per cose a cui non posso partecipare umanamente. Posso scrivere un articolo alle 3 del mattino in modo molto efficace e portare a termine le mie cose, ma non dico ai miei genitori cosa ho dovuto passare per ottenere un buon voto. Evito il soggetto, non dormo e sono contento della mia A per i 2 secondi in cui non mi viene chiesto di fare qualcos'altro. I genitori non possono aiutare e gli insegnanti sono egoisti chiedendoci di rovinare la nostra vita per finire un incarico dopo un incarico, e questo non cambia.

  • KrisB

    14 marzo 2016 alle 15:21

    Grazie a Jordann per il tuo commento e per aver stabilito il record essendo sincero sulle cose. Sono il genitore di una matricola che ha appena iniziato in una scuola materna e si è infuriata, in lacrime, ossessivamente controllata e maniaco depressiva (non necessariamente in quest'ordine) per il carico di lavoro accademico disumano che mio figlio sta sopportando. So che ha bisogno di aiuto ma non fa alcun passo per trovarlo mentre non dorme, ha impiegato 6 settimane per completare gli incarichi persi a causa di una malattia e non ha assolutamente una vita. Non possiamo più fare piani familiari extracurriculari per paura che rimanga indietro. Fondamentalmente non abbiamo vita. Sono molto arrabbiato perché è diventato depresso, sembra che non gli importi più e parla del solo desiderio che tutto finisca. Sono più che stufo del sistema educativo in questo paese, ma non so a chi altro rivolgermi. Deve diplomarsi da qualche parte, ma è come Riccioli d'oro e la scuola giusta. Buncha merda - il mio cuore è spezzato e mi sento un fallimento come genitore ...

  • Il team di venicsorganic.com

    14 marzo 2016 alle 16:02

    Caro KrisB,

    Ti ringraziamo per il tuo commento. Il team di venicsorganic.com non è qualificato per offrire consulenza professionale, ma desideriamo incoraggiarti a contattarci. Se tu o tuo figlio volete parlare di questo o di qualsiasi altro problema con un professionista della salute mentale, sentitevi liberi di tornare alla nostra homepage, https://venicsorganic.com/ e inserisci il tuo codice postale nel campo di ricerca per trovare terapisti nella tua zona.

    Una volta inserite le informazioni, verrai indirizzato a un elenco di terapisti e consulenti che soddisfano i tuoi criteri. Da questo elenco è possibile fare clic per visualizzare i profili completi dei nostri membri e contattare i terapisti stessi per ulteriori informazioni. Puoi anche chiamarci per assistenza nella ricerca di un terapista. Siamo in ufficio dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 16:00. Tempo Pacifico; il nostro numero di telefono è 888-563-2112 ext. 1.

    Ti auguriamo buona fortuna per la tua ricerca.

    Cordiali saluti,

    Il team di venicsorganic.com

  • Momofateen

    17 settembre 2017 alle 21:00

    Sto leggendo questo perché sento di aver fallito come genitore. Mia figlia ha 13 anni e sento di essere parte del problema, aggiungendo più pressione per fare meglio. :( Tuttavia, sono determinato a fare in modo che questo funzioni per tutti noi, poiché mi rendo conto che questo è qualcosa che noi come famiglia dobbiamo gestire, e questo problema non sta andando via. Non è facile perché tutti noi come genitori vogliamo per i nostri figli è la felicità, tuttavia, il nostro comportamento fa esattamente l'opposto.

  • Monique

    16 febbraio 2020 alle 07:33

    L'empatia è un dono bidirezionale
    L'umiltà e l'alta stima di sé sono un requisito affinché la vita possa prosperare

  • La zona

    9 novembre 2020 alle 17:59

    Sono una matricola al liceo e mi sento sempre come se avessi deluso i miei genitori quando ottengo un B o quando sono in ritardo sul lavoro. Alcuni giorni torno letteralmente a casa piangendo perché sono così stressato con tutti i compiti e le aspettative, e mi sento come se avessi deluso tutti. Non ho quasi tempo per uscire con gli amici o semplicemente per essere un normale adolescente.