Blog Di venicsorganic

Abilify e depressione maggiore

Nonostante decenni di ricerca e diverse nuove classi di farmaci antidepressivi , il successo del trattamento della depressione è ancora un obiettivo sfuggente. In particolare, le persone con disturbo depressivo maggiore (MDD) spesso non rispondono alla prima linea di trattamento o ricadono dopo un breve periodo di recupero. La ricerca di nuove terapie e combinazioni di terapie è in corso. Recentemente, il farmaco antipsicotico Abilify (aripiprazolo) è stato prescritto come trattamento secondario per MDD pazienti, spesso con esiti positivi.

Progettato originariamente come trattamento per i sintomi della schizofrenia e altri disturbi psicotici, l'uso di Abilify si è espanso ampiamente in pochi anni. Ora, i medici prescrivono questo farmaco per condizioni che vanno dal disturbo bipolare a certe forme di autismo. Come tutti i farmaci psicotropi, Abilify agisce alterando l'equilibrio delle sostanze chimiche nel cervello chiamate neurotrasmettitori. Molti di questi neurotrasmettitori, comprese la serotonina e la dopamina, sono in gran parte responsabili dello stato emotivo di una persona. Abilify ha dimostrato un grande potenziale per stabilizzare gli stati emotivi per un'ampia varietà di pazienti. Ciò include la capacità di ridurre rabbia e scoppi aggressivi , motivo per cui il suo utilizzo originale era per i pazienti psicotici.

Nel 2007, la Food and Drug Administration ha approvato Abilify come opzione di trattamento supplementare per i pazienti con MDD che stavano già seguendo un ciclo di antidepressivi tradizionali. Diversi studi clinici ed esperimenti controllati hanno dimostrato che Abilify può offrire una 'spinta' agli attributi stabilizzatori dell'umore degli antidepressivi. Allo stesso tempo, Abilify può lavorare per compensare alcuni degli effetti collaterali più spiacevoli di questi farmaci, come la disfunzione sessuale.



Oltre alla sua efficacia come terapia supplementare, studi clinici e test hanno indicato che Abilify è un farmaco relativamente sicuro e ben tollerato nei pazienti depressi. L'effetto collaterale più comunemente riportato associato al farmaco è stato l'irrequietezza. Raramente questo effetto indesiderato è stato abbastanza fastidioso da indurre il paziente a interrompere l'assunzione di Abilify.

Milioni di persone sperimentano ogni giorno i sintomi debilitanti della depressione. Tuttavia, una cura affidabile o anche un trattamento più efficace per la depressione è probabilmente ancora a molti anni di distanza. Poiché il cervello è l'organo più sofisticato del corpo, è difficile capire il modo migliore per ripristinare il corretto equilibrio neurochimico. La scoperta delle opzioni di trattamento precoce di maggior successo è quindi importante per ridurre le ricadute e migliorare i risultati a lungo termine.

Riferimenti

  1. PubMed Health [Internet]. (n.d.). Bethesda (MD): Biblioteca nazionale di medicina.Grave depressione.Estratto il 20 febbraio 2012. Disponibile da: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmedhealth/PMH0001941/
  2. Pae, C., Forbes, A. e Patkar, A. A. (2011). Aripiprazolo come terapia aggiuntiva per pazienti con disturbo depressivo maggiore.Farmaci per il sistema nervoso centrale,25(2), 109-127.

Copyright 2012 venicsorganic.com. Tutti i diritti riservati.

L'articolo precedente è stato scritto esclusivamente dall'autore di cui sopra. Eventuali opinioni e opinioni espresse non sono necessariamente condivise da venicsorganic.com. Domande o dubbi sull'articolo precedente possono essere indirizzati all'autore o pubblicati sotto forma di commento.

  • 1 Commento
  • Lascia un commento
  • Nancy O

    22 febbraio 2015 alle 06:53

    Ho usato Abilify come terapia aggiuntiva per la fibromialgia. Sono motivato, concentrato, dormo ore normali. Abilify mi ha ridato la vita. Non mi è mai stata diagnosticata alcuna malattia mentale a parte la depressione. Grazie. . .