Blog Di venicsorganic

Dopo le scuse: quando scusarsi non basta

LTutti vicini relazioni hanno momenti difficili, momenti in cui i partner si sentono feriti, delusi o frustrati l'uno con l'altro. Ma alcune ferite sono così profonde da minacciare il tessuto della relazione. In questi momenti, l'esperienza del partner ferito può essere tipicamente riassunta come: 'Quando avevo più bisogno di te, non eri lì per me' o 'Mi fidavo di te e mi hai tradito'. In ogni caso, la reazione espressa o implicita è: 'Non mi fiderò mai di te e rischierò di essere di nuovo così ferito e deluso'.

Praticanti di terapia emotivamente focalizzata (EFT) , un modello efficace e ben studiato di terapia di coppia , chiamate queste esperienze distruttive lesioni da attaccamento. L'EFT incoraggia i partner feriti a condividere non solo i fatti sulla loro ferita, ma il dolore profondo e tristezza hanno sperimentato. I partner offensivi sono aiutati ad ascoltare in modo non difensivo, a comprendere appieno l'impatto emotivo del loro comportamento sul partner ferito ed a esprimere sincero rimorso e rimpiangere . Le coppie vengono quindi guidate attraverso il processo di richiesta e ricezione del comfort e del supporto che mancava al momento dell'infortunio.

Trova un terapista

Ricerca Avanzata

Quando i partner completano questo processo, molti scoprono che il loro legame non è solo riparato ma anche rafforzato. Comprendono le reciproche esigenze ed esperienze in modi nuovi che consentono loro di essere più reattivi gli uni agli altri in futuro.



Ma per un certo numero di coppie, comprendere l'esperienza del proprio partner e offrire scuse sincere non è sufficiente. Il partner ferito ha ancora problemi ad andare avanti, e il partner in preda al rimorso si sente bloccato in purgatorio, non sapendo cos'altro fare.

Se sei mai stato quel partner pentito, incapace di riconquistare quello del tuo partner fiducia , è probabile che tu abbia sperimentato il tuo dolore emotivo. Potresti esserti sentito ferito che il tuo partner non ti avrebbe dato un'altra possibilità, triste il tuo comportamento sconsiderato ha avuto conseguenze così monumentali, si vergogna di quello che hai fatto, paura che non avresti mai riparato la tua relazione, o arrabbiato il tuo partner non era disposto ad andare avanti.

È probabile che ti sei sentito confuso e bloccato. Cosa voleva di più il tuo partner da te? Cosa potresti fare di più?

In quel momento, la tua confusione, paura , rabbia, dolore o disperazione ti hanno messo ad alto rischio di fare qualcosa per peggiorare le cose. Oppure, temendo di dire o fare la cosa sbagliata, potresti non aver fatto proprio nulla. In ogni caso, il tuo buon lavoro nel comprendere e riconoscere gli errori del passato potrebbe essere facilmente annullato.

Ma per un certo numero di coppie, comprendere l'esperienza del proprio partner e offrire scuse sincere non è sufficiente. Il partner ferito ha ancora problemi ad andare avanti, e il partner in preda al rimorso si sente bloccato in purgatorio, non sapendo cos'altro fare.

Quello che potresti non aver capito è che tu, la tua presenza, conforto e comprensione, eri la chiave per il recupero del tuo partner. Il tuo partner si sentiva solo e abbandonato in un momento vulnerabile. L'antidoto a questo ricordo doloroso è sperimentare la tua presenza ogni volta che condividono il loro dolore, per tutto il tempo necessario a credere di poter contare di nuovo su di te.

Sia che i partner condividano il dolore per la prima volta o per la centesima volta, si chiedono: 'Ti interessa davvero come mi sento? Sei davvero lì per me adesso? ' Se la risposta è: 'Sì, sono qui e ci tengo, e sarò qui per tutto il tempo necessario', la tua relazione ha fatto almeno un piccolo passo avanti. Se diventi impaziente, se ti arrabbi o ti metti sulla difensiva o senza speranza , il tuo partner potrebbe sentirsi di nuovo licenziato o solo nel momento del bisogno. In altre parole, avrai ripetuto e rinforzato il dolore originale.

Una coppia che ho visto di recente - li chiamerò Allison e Mark - esemplifica come le coppie possono continuare a lottare dopo le scuse sincere. Dopo mesi di lavoro sulla loro relazione in terapia, Allison ha convocato il coraggio per dire a Mark quanto fosse stata profondamente ferita da quando un commento sprezzante le aveva fatto diversi anni prima, in un momento in cui era depresso e sopraffatto .

Grazie al buon lavoro che avevano già fatto sulla loro relazione, Mark è stato in grado di accettare l'esperienza di Allison senza difendersi o minimizzare il suo dolore. Comprendendo l'entità della sua ferita, fu colpito. Ha espresso le sue più sincere scuse e si è seduto con lei in un momento di dolore condiviso.

Ma il muro che Allison aveva eretto per proteggerla dal sentirsi di nuovo così vulnerabile e ferito non cadde immediatamente. 'Vorrei poter abbattere il muro e andare avanti', gli disse tristemente, 'ma non posso ancora. Non so perché. '

E poi è andato nel panico. E se Allison non si fosse mai ripresa da questo infortunio? E se non ci fosse modo di annullare o riparare il danno? E se avesse deciso che non poteva essere l'uomo di cui ha bisogno?

In preda al panico, Mark ha cercato di convincerla che non potevano cambiare il passato e lei aveva bisogno di ricominciare a fidarsi di lui. Capiva cosa aveva sbagliato e avrebbe cercato di essere un partner migliore. Ma invece di sentirsi rassicurata, Allison sentì che le stava dicendo: 'Non dovresti più sentirti ferito e solo. Dovresti essere in grado di andare avanti. '

Se la conversazione si fosse fermata qui, come spesso accadeva a casa, Allison avrebbe sentito che Mark stava ancora una volta ignorando i suoi sentimenti, lasciandola a lottare da sola. Avrebbe sentito meno fiducia in lui rispetto a prima delle scuse e avrebbe aggiunto qualche altro mattone al suo muro autoprotettivo.

Ma questa volta sono stato in grado di spiegare che Allison aveva bisogno di un diverso tipo di rassicurazione. Mark poi si voltò verso di lei e disse: 'Aspetterò finché ne avrai bisogno. Non mi interessa quanto tempo ci vuole per abbattere il muro. Sono qui e ti amo. '

E con questo, la loro relazione ha fatto un piccolo ma importante passo avanti.

Copyright 2016 venicsorganic.com. Tutti i diritti riservati. Autorizzazione alla pubblicazione concessa da Ruth Jampol, PhD, terapista a Newtown, Pennsylvania

L'articolo precedente è stato scritto esclusivamente dall'autore sopra citato. Eventuali opinioni e opinioni espresse non sono necessariamente condivise da venicsorganic.com. Domande o dubbi sull'articolo precedente possono essere indirizzati all'autore o pubblicati come commento di seguito.

  • 39 commenti
  • Lascia un commento
  • Leah

    23 maggio 2016 alle 10:27

    Non credi che sia una sorta di egoismo che qualcuno neghi il perdono una volta che l'altra persona si è scusata? Se hanno detto che sono dispiaciuti e hanno provato il possibile per fare ammenda, allora quanti altri salti mortali dovrebbero dover saltare prima che tu accetti finalmente di dare quello che cercano, che probabilmente è una continuazione della relazione con te ? Non lo so, penso solo che ci siano molte persone che si rifiutano solo per dispetto, e questo di per sé dovrebbe richiedere che anche l'altra persona si scusi.

  • Dott. Ruth Jampol

    Dott. Ruth Jampol

    23 maggio 2016 alle 11:55

    Leah, certamente può sembrare spesso che una persona stia trattenendo il perdono per dispetto, specialmente se sei la persona che chiede perdono! Ma nella mia esperienza, la maggior parte delle persone non sta facendo una scelta attiva di non perdonare. Piuttosto loro - come Allison nell'articolo - si trovano incapaci di andare avanti anche se lo vogliono. Potrebbero non sapere perché, e il loro partner quasi certamente non lo sa. Spero che questo articolo possa dare alle coppie una comprensione di ciò di cui il partner ferito potrebbe aver bisogno in modo che i partner possano essere più pazienti con se stessi e tra di loro.

  • siamo

    23 maggio 2016 alle 14:18

    Solo perché dici che ti dispiace non significa che sia sempre finita. Potrei ancora aver bisogno di un po 'di tempo per elaborare tutto ciò che è accompagnato da quelle scuse e solo perché sei pronto a scusarmi non significa che devo essere automaticamente pronto ad accettare le scuse /

  • Ren

    24 maggio 2016 alle 06:22

    Non solo la reazione dell'autore del reato alle preoccupazioni del partner ferito determina il modo in cui la relazione procede, ma le scelte 'nuove e migliorate' dell'autore del reato la dicono lunga. Se le sue scelte coincidono con il carattere dichiarato cambia, allora il processo di perdono è possibile. Quando la realtà è 'Sono sostanzialmente cambiato, ma non quando si tratta di questo altro aspetto della mia vita', il partner ferito non ha modo di misurare se la relazione è sicura. La scelta continua di compartimentalizzare giusto / sbagliato verso persone / situazioni diverse suggerisce che non si sono verificati cambiamenti fondamentali. Quindi la fiducia non è possibile e la relazione rimane nel limbo fino a quando non viene risolta.

  • Pres

    24 maggio 2016 alle 07:45

    E stiamo dicendo che ci aggrappiamo a queste cose per anni? Ok, questo è qualcuno che ha bisogno di darsi una calmata.

  • leggere

    24 maggio 2016 alle 10:26

    La maggior parte di noi deve solo lavorare a modo nostro e ci saranno alcune volte in cui le scuse saranno sufficienti e altre volte in cui avremo bisogno di un po 'più di tempo per elaborarle. Lavoriamo tutti in base ai nostri tempi e non dovremmo essere costretti ad accettarli se non siamo veramente pronti.

  • Harry

    25 maggio 2016 alle 08:51

    Quindi cos'altro dovremmo fare?

  • Dott. Ruth Jampol

    Dott. Ruth Jampol

    27 maggio 2016 alle 04:16

    Harry, la tua domanda è comune. Spesso sembra che non intraprendere un'azione decisiva sia come non fare nulla. Ma se puoi essere presente, empatico e rassicurante con il tuo partner ogni volta che ricorda la ferita e si arrabbia, stai facendo la cosa più necessaria e potente che puoi. Le ferite così profonde hanno sempre un elemento come 'Non eri lì per me quando avevo bisogno di te' o 'Mi hai abbandonato'. Quindi ciò di cui il tuo partner ha più bisogno è sapere che sei lì per lui ora quando sente il suo dolore, che non è solo e che non lo abbandonerai, anche se ha bisogno di più tempo per superare il dolore.

  • Cely

    27 maggio 2016 alle 9:49

    Onestamente credo che ci siano giorni in cui il mio ragazzo rifiuterà di proposito quel perdono. È come se fosse qualcosa che sa di poter usare contro di me, quindi lo fa intenzionalmente. Mi piacerebbe se crescesse un po ', ammettendo che tutti noi commettiamo errori di tanto in tanto e che nessuno di noi è perfetto, nemmeno lui.

  • Scelta di Allison

    28 maggio 2016 alle 10:12

    Se ami abbastanza il tuo partner, vedrai subito che ci vorrà un po 'di più che dire semplicemente che ti dispiace. Rimediare a un torto che hai fatto o a un errore che è stato fatto spesso non può essere fatto dall'oggi al domani. Ci sono quelli di noi che hanno bisogno di tempo per elaborare, addolorarsi e guarire prima di essere pronti a superare quell'errore. Penso che la cosa più importante che puoi fare sia avere un po 'di pazienza e sapere che questo è ciò che devi fare se vuoi riparare il danno che è stato fatto.

  • William

    17 agosto 2016 alle 20:53

    Grazie per il consiglio. Avevo davvero bisogno di leggerlo. La nostra comunicazione è molto limitata con il nostro problema. Devo solo darle tempo e spazio per lavorare su tutto questo.

  • M

    19 febbraio 2020 alle 9:51

    Pensi che se aspetti le tue scuse potrebbero pensare che non ti interessi?

  • Jake

    29 maggio 2016 alle 10:01

    il più delle volte, il perdono deve essere guadagnato.

  • Delaney

    29 maggio 2016 alle 19:07

    Io per primo sono stanco di sentirmi come se dovessi accettare le scuse dopo che mi sono state date. So che probabilmente sarebbe la cosa migliore da fare, prendere la strada maestra e tutto il resto, ma fa male e non penso che dovrei accettarlo anche quando può essere meditato. E cerco di capire che quando la scarpa è anche sull'altro piede e qualcuno non vuole accettare le mie scuse. A volte è difficile essere un adulto e anche se lo voglio davvero, scusarmi non è sempre abbastanza buono per me. Egoista?

  • Gina

    30 giugno 2016 alle 7:34

    Solo 6 mesi dopo essersi sposati, mia moglie ha avuto una relazione. Aveva rimorso, ma la relazione continuò. L'ho dimenticata e la amo ancora a un livello diverso, ma sfortunatamente per lei, non posso fidarmi di nuovo di lei in una relazione così intima. Ora siamo separati e comunichiamo quotidianamente per telefono e / o SMS. La nostra amicizia è intatta, ma non potrei mai più fidarmi di lei in quel regno di una relazione. Triste ma vero.

  • Alexis

    30 giugno 2016 alle 21:13

    Ho appena scoperto 2 settimane fa mio marito di 21 anni (+ 2 anni che vivono insieme prima del matrimonio) ha visto un'altra donna - avevo sospettato che stesse succedendo qualcosa, ma non avrei mai immaginato che mi avrebbe tradito - se solo avessi controllato i nostri tabulati telefonici prima che il giorno nostro nipote improvvisamente disse: la ragazza di papà è venuta al campo per vedere papà, ovviamente sono corso nella nostra camera da letto e ho detto vieni qui, poi ho chiesto a nostro nipote di ripetere quello che ha appena detto, il marito ha detto che non ho una ragazza poi sono tornato nella nostra camera da letto e ho chiuso la porta - sono entrato e ho detto guarda che diavolo sta succedendo? ha detto bene, sì, l'ho vista e abbiamo fatto sesso, ma solo 2 volte - non sei mai stato felice, sembrava quando sono tornato a casa fuori strada e hai impiegato giorni prima di andare a letto con me - gli ho detto quindi hai dormito con lei e mi stai incolpando delle tue scelte? questa è probabilmente una delle poche volte in cui gli ho 'risposto': suo figlio, sua moglie 2 figli e la madre dei figli (ex moglie di mio marito) vivono qui in questo momento, quindi non ci ha lasciato molta privacy per parlare o litigare, quindi abbiamo ha avuto solo un paio di discorsi su questo - ha lasciato il lavoro in maggio in cui era sempre in viaggio - (la donna che vedeva lavora per l'azienda in cui si trovava) andava a volte 3-4 settimane e ci sono voluti alcuni giorni abituarsi al fatto che lui fosse a casa, specialmente quando la prima cosa da fare sarebbe lamentarsi costantemente del suo lavoro e tutto quello che doveva fare, poi iniziare con me, mettimi giù e parlami brutto e sgarbato è difficile stargli vicino - è un prepotente nei miei confronti, e vedo che ora è un brav'uomo, lavora sodo ma si lamenta di TUTTO - sono quello tranquillo, non gli rispondo quando se ne va - i lascialo dire la sua, a volte mi è stato detto che mi piaceva un cane, e poi pochi minuti dopo voleva fare sesso - nel corso degli anni questo è diventato così difficile da affrontare e mi ha fatto sentire come se i miei sentimenti non gli importassero - fintanto che faccio tutto il possibile per renderlo felice è ok - ho controllato i nostri tabulati telefonici e ha avuto lunghe conversazioni con lei da febbraio sul suo telefono personale - a volte il totale delle chiamate per un giorno lo sarebbe essere 3 ore, durante l'orario di lavoro, ma mi ha sempre detto di non chiamarlo mentre lavorava perché non poteva parlare, dice che gli dispiace, ma questo è tutto, non posso perdonarlo ancora, sono state 2 settimane fa i ho scoperto questo - ero così arrabbiato e rattristato che gli ho detto che non so se posso perdonarti - e mi sono tolto la mia fede nuziale e gli ho detto che ho indossato questa fede nuziale per 21 anni e 10 giorni - deve significare di più per me di quello che ha fatto a te e non posso / non lo rimetterò finché non mi sentirò come se fossi in questo matrimonio e significa tanto per te quanto per me - ho così tante domande a cui ho bisogno di risposte, e ho persino scritto i miei pensieri e sentimenti giù quasi ogni giorno da quando l'ho scoperto - lascio il mio taccuino in bagno dove può leggere quello che ho scritto, ma ha solo scritto e giù un breve paragrafo dicendo che sapeva di aver sbagliato, era dispiaciuto ma non sapeva cosa mi aspettavo che facesse - finché non avrò le risposte alle mie domande le sue scuse significano zilch - e non posso andare avanti finché non lo so - lo sono dormire in soggiorno su una poltrona reclinabile e non dividerò il letto con lui - non riesco nemmeno a vederlo nudo, continuo a pensare che sia con lei, e devo solo voltare la testa e lasciare la stanza - sembra che non lo veda scusa, solo indifferente. qualcuno ha qualche consiglio? non può permettersi un terapista - è ancora disoccupato, fortunatamente avevamo dei risparmi ma non durerà molto di più - si sta candidando per un lavoro e ha avuto un colloquio al mattino - ma ci vorrà molto tempo prima che avremo soldi per qualsiasi cosa diverso dalle bollette

  • Il team di venicsorganic.com

    1 luglio 2016 alle 08:58

    Caro Alexis,

    Tieni presente che il nostro sito e i commenti sui post del nostro blog non sono mai destinati a sostituire la consulenza matrimoniale professionale. Inoltre, ci sono molti terapisti matrimoniali e familiari autorizzati che offrono tariffe decrescenti basate sul reddito. Molti dei nostri membri lo indicano sui loro profili e puoi contattarli facilmente per chiedere direttamente dal loro profilo se non lo dicono chiaramente. Se desideri consultare un professionista della salute mentale, non esitare a tornare alla nostra homepage, https://venicsorganic.com/ e inserisci il tuo codice postale nel campo di ricerca per trovare terapisti nella tua zona.

    Una volta inserite le informazioni, verrai indirizzato a un elenco di terapisti e consulenti che soddisfano i tuoi criteri. Da questo elenco è possibile fare clic per visualizzare i profili completi dei nostri membri e contattare gli stessi terapisti per ulteriori informazioni. Puoi anche chiamarci per assistenza nella ricerca di un terapista. Siamo in ufficio dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 16:00. Tempo Pacifico; il nostro numero di telefono è 888-563-2112 ext. 1.

    Cordiali saluti,
    Il team di venicsorganic.com

  • William

    17 agosto 2016 alle 20:45

    Nella mia ultima relazione, sono stato scaricato per un altro uomo. Ha parlato con lui per 2 mesi prima della nostra rottura. I miei problemi di fiducia si sono trasferiti alla mia recente relazione e ho fatto un grande affare con una foto pubblicata sui social media. Mi è stato chiesto di lasciarlo e non avevo nulla di cui preoccuparmi. Purtroppo non sono riuscito a lasciar perdere e sembra che le mie azioni abbiano distrutto questa relazione. Ha invitato un altro uomo a un incontro mattutino con la sua migliore amica e ha detto che non era un grosso problema ed era all'ultimo minuto. Ho sbagliato a mettere in dubbio le sue azioni e la situazione? Oggi mi fa un'adolescenza, non è pronta per una relazione ed è super incazzata per tutto questo e le è stato ricordato perché è single. Sono così insensibile dentro che non so da dove cominciare. Mi sento tradito, ferito e fatto sentire che era colpa mia? È stata colpa mia? Per favore aiuto. Ho bisogno di chiarezza su tutto questo. Non ha voluto affatto comunicare.

  • Dott. Ruth Jampol

    Dott. Ruth Jampol

    23 agosto 2016 alle 10:40

    William, questo non mi sembra una situazione in cui una persona ha chiaramente ragione e l'altra ha chiaramente torto. Entrambi avete forti sentimenti per quello che è successo e il modo in cui ognuno di voi ha comunicato (o non ha comunicato) di questi sentimenti vi ha fatto sentire entrambi peggio. Spesso le persone attaccano con rabbia o si chiudono in silenzio quando sotto sono ferite o spaventate. Se la tua ragazza non andrà con te in consulenza di coppia per risolvere questi problemi, ti suggerisco di prendere in considerazione l'idea di andare in terapia da solo e di scegliere un terapista con esperienza nelle relazioni e nelle emozioni, come un terapista focalizzato sulle emozioni. In bocca al lupo.

  • Jay

    1 settembre 2017 alle 12:27

    Dott.ssa Ruth,
    Non ho problemi con il perdono quando ho subito un torto. Tuttavia, quando le azioni di una persona nel tempo iniziano a mostrare che forse le loro scuse sono un po 'meno che praticabili perché alcune delle stesse cose per le quali ci si scusa continuano a verificarsi anche se forse non così tanto ... (si vede qualche sforzo correttivo ...)
    Come si chiama quando si arrabbiano con te perché non 'superi' immediatamente il danno che hanno fatto perché si sono 'scusati'?
    È come se pensassero di aver agitato una bacchetta magica e pensassero che dovresti stare bene ora, non importa quanto profonda fosse la ferita.
    Sto parlando di parole dure che vengono pronunciate ... ma intendo davvero dure ... quelle che colpirebbero il nucleo della tua persona ... chi sei veramente. Parole molto offensive.

    mi turba perché devo fare i conti con le parole dannose ... e poi non mi è nemmeno concesso il tempo per la guarigione o la vera valutazione degli eventi che sono accaduti ... è come un doppio smacco ... sai?
    (stiamo parlando di un breve lasso di tempo qui di meno di 24 ore ... ma per lo più entro circa 4 ore)

    Cosa li fa tic ... quando si arrabbiano perché non lo superi immediatamente ... qualunque cosa sia ...?

    Grazie in anticipo…

  • Rainey

    8 agosto 2018 alle 10:46

    Questo è un articolo eccellente. Posso assolutamente relazionarmi, ma il mio aggressore era mio fratello e ora, ho appena scoperto così tardi nella mia vita che mia madre è un vero narcisista. Quando avevo 7 anni, mio ​​fratello mi ha abusato sessualmente, verbalmente e fisicamente per anni fino alla mia adolescenza. L'ho detto a mia madre dopo essere stato incoraggiato da un'amica a 'dirlo alla mamma' quando una sera a casa sua sono scoppiata in lacrime. Ero ancora un bambino ma non riuscivo più a trattenere il dolore. Avevo 'ovviamente' paura di dirlo alla mamma per paura della sua reazione. La mia amica mi ha assicurato che sarebbe stata con me per il supporto. Oh mio, che disastro! Sembrava che non avesse mai sentito veramente quello che stavo cercando di dirle, era solo livida che il mio amico fosse lì! Non ne ha più parlato, permettendo così a mio fratello di continuare i suoi abusi. Ho sofferto da solo. Questo fratello ha tentato di scusarsi molto più tardi nella mia vita, ma era davvero unilaterale, era chiaro che lo stava facendo per toglierselo dal petto mentre diceva quello che aveva bisogno di dire e quando ho tentato di dirgli i miei sentimenti, ha ottenuto e ha fatto il commento sprezzante: 'Dobbiamo solo smetterla di odiarci a vicenda'. Sono rimasto sbalordito. Sì, ho costruito quel muro, mattone dopo mattone molto tempo fa e anch'io mi sento incapace di sapere come rimuoverlo perché influisce sul mio matrimonio. So che se fosse stato sincero nelle sue scuse ed fosse disposto ad ascoltarmi e rispettare i miei sentimenti, avremmo potuto fare progressi ma invece, dal momento che non l'ho perdonato, continua a scagliarsi usando la colpa come strumento e la religione per mi spaventa. Questo non fa che aumentare la mia animosità nei suoi confronti. Non riesce ancora nemmeno a “PROPRIETARE” quello che ha fatto. È sempre una scusa o un ragionamento ridicolo per cui ha fatto quello che ha fatto, ma non si è mai preso la piena responsabilità. Come puoi perdonare qualcuno se continua a soffiare sulle fiamme? Ora, a quasi 50 anni, vedo il danno che mia madre ha inflitto fino ad ora, ci ha messo tutti uno contro l'altro con bugie nelle sue tattiche di comunicazione di triangolazione. Questo va avanti da molti anni, ho appena scoperto. Mi ha manipolato per farmi diventare la sua badante dicendomi bugie sui miei fratelli che non volevano avere a che fare con lei quando le è stata diagnosticata la demenza. In qualche modo mi sono sentito obbligato e le ho dato quasi un decennio della mia vita essendo sua schiava. Mi sento come il più grande idiota del mondo.

  • Jennifer S.

    15 febbraio 2019 alle 22:19

    Mio marito abusa fisicamente di me da anni. Alla fine ho chiamato la polizia per la prima volta, 2 mesi fa, dopo che mi ha aggredito di fronte ai nostri figli e al nostro bambino che ha iniziato a piangere istericamente. Ho inserito un DVRO e stavo per chiedere il divorzio. Ma afferma di aver preso terapia e cambiamento e sa che non avrebbe dovuto farmi del male. Afferma di non sapere che mi stavo traumatizzando o che alla fine avrei chiamato la polizia. Sono confuso. Ha un dottorato di ricerca in fisica presso Harvard. Come poteva non sapere che, per esempio, colpirmi alla testa e farmi una commozione cerebrale non era 'sbagliato'? Come poteva non sapere che picchiarmi con i pugni e la cintura mentre ero incinta di 37 settimane non era 'abusato' o 'traumatico'? Come poteva ora sapere che darmi calci alla schiena, trascinarmi fuori dal letto per i capelli e torcere il braccio dietro la schiena qualche mese fa non mi 'traumatizza'? Continua a scusarsi e dice che sta seguendo la terapia e i seminari sulla DV e ora capisce che quello che ha fatto è sbagliato e vuole che 'guariamo' e siamo di nuovo una famiglia. Insiste sul fatto che è cambiato e se non cerco di 'guarire' con lui e ricostruire la nostra famiglia, sarà colpa mia se la nostra famiglia è distrutta e le nostre finanze rovinate se non lascio cadere il DVRO (dato che lui afferma che perderà il suo lavoro ben pagato se il datore di lavoro scopre che c'è un DVRO contro di lui - penso che non lo farà e sta cercando di farmi sentire in colpa). Ma dice tutto questo con 'scuse' e affermando di essere 'cambiato'. Che c'è qualcosa di sbagliato in me per non aver accettato le sue scuse e aver lasciato cadere il DVRO e averlo lasciato entrare nella mia vita e vivere in casa. Gli dico che sono terrorizzato e traumatizzato e lui continua a essere 'invadente' nel rassicurarmi che è cambiato e non metterà mai più un dito su di me. Ho 18 episodi documentati di aggressione fisica negli ultimi 5 anni. Non so come o perché dovrei perdonarlo e FIDO che sia cambiato dopo 7 settimane da quando è stato arrestato. Oppure sono 'paranoico' e posso CAMBIARE partner violenti o mi sta manipolando. Sento che il DVRO mi dà protezione, ma dice che non è necessario e dice che ho bisogno di declassarlo a un ordine di contatto pacifico in modo che il suo lavoro non venga messo a repentaglio. Non lo rivoglio indietro ma afferma che se ciò non accade, cadrà a pezzi dallo stress di tutto, non sarà in grado di mantenere il suo lavoro e / o lo perderà se HR scopre che ora ha un DVRO , e poiché è il percettore di reddito saremo finanziariamente distrutti poiché afferma di non poter trovare un altro lavoro per 12-18 mesi con un DVRO in archivio. Per favore aiuto.

  • Il team di venicsorganic.com

    16 febbraio 2019 alle 9:53

    Cara Jennifer,

    Grazie per il tuo commento. Volevamo fornire link ad alcune risorse che potrebbero essere rilevanti per te qui. Abbiamo maggiori informazioni sulla violenza domestica su http://www.thehotline.org/ e ulteriori informazioni su cosa fare in caso di crisi all'indirizzo https://venicsorganic.com/xxx/in-crisis.html .

    Cordiali saluti,
    Il team di venicsorganic

  • Timoteo

    28 maggio 2019 alle 23:01

    Per andare avanti di solito rimuovo la fonte del trauma dalla mia vita. Quando semplicemente guardarli inizia a irritarmi, le scuse non sono più sufficienti e comunque non voglio sentirlo.

  • Deborah

    24 giugno 2019 alle 08:23

    I rari momenti in cui è stato in grado di entrare in empatia con la totalità della sofferenza che mi ha causato, riesce a malapena a tollerare ciò che sta vivendo. Sembra terrorizzato, trema per le lacrime, ha difficoltà a parlare anche a riprendere fiato. Non sento più che sto fissando un uomo, piuttosto un bambino terrorizzato e destabilizzato. Quando si riprende è in grado di esprimere rimorso, quindi tenta di compartimentalizzare il suo comportamento come se stesse parlando di due persone diverse. Il vecchio lui versa il nuovo lui.

  • Carla

    26 settembre 2019 alle 07:51

    Vorrei chiedere, dal punto di vista dell'autore del reato, non ho problemi ad ammettere i miei errori, a chiedere scusa e a dare alla persona il tempo di elaborare le cose. Tuttavia, nonostante sappia che la persona potrebbe non perdonarmi mai, questo mi turba, per averla ferita e per aver perso l'amicizia o la relazione. Ho troppa paura della reazione delle persone faccia a faccia, non di ammettere i miei errori. Considerato tutto ciò, una scusa scritta, sincera e piena di rimorso sarebbe considerata un atto codardo, è meglio scusarsi faccia a faccia? Grato per qualsiasi consiglio.

  • Rainey

    26 settembre 2019 alle 9:09

    A Carla,
    Credo che sia possibile perdonare, ma non sarà facile e non posso parlare per tutti gli abusati. Posso dire se mio fratello ha avuto onestamente una conversazione con me esprimendo la sua colpa in essa ed era stato (a) disposto ad accettare che potrei non perdonarlo e (b) era stato sinceramente disposto a fare tutto il necessario per dimostrare che lo era scusa e lavora per ricostruire la fiducia e il rapporto che sarebbe stato possibile. La sincerità è fondamentale. Possiamo annusare false scuse e le azioni parlano sempre più forte delle parole. Posso suggerire prima una lettera in cui esprimi le tue intenzioni di scusarti sinceramente e ascoltare ed essere disposto ad accettare qualunque cosa quella persona abbia da dire. Non puoi forzare questa questione molto delicata. Mio fratello non ha mai voluto ascoltare i miei sentimenti, quindi il suo tentativo è stato unilaterale. Quando si rese conto che il suo debole tentativo non aveva avuto successo, si scagliò contro di me. Questo ha rafforzato quello che avevo già pensato che si stesse scusando più per lui che per me.
    Detto questo, non hai più crepe in questo, un cattivo tentativo può peggiorare le cose. Non possono sentirsi sotto pressione perché TU lo vuoi, devono anche voler riparare le recinzioni.
    Questo è un processo e dipenderà anche da quanto tempo è passato da quando è avvenuto l'abuso. Forse offrirti di andare in terapia insieme in modo che quella persona si senta 'al sicuro' invece di una conversazione privata? Una festa neutrale può essere utile per evitare che deragli. Ciò mostra anche quanto sei disposto a fare per migliorare le cose tra voi due.
    Spero che questo aiuti te e entrambi ad avere successo.

  • Carla

    26 settembre 2019 alle 11:59

    Buonasera Rainey,

    Grazie per aver risposto, lo apprezzo tantissimo.
    Oh, sono assolutamente disposto ad ascoltare ciò che la persona ha da dire, entrare in empatia e fare di tutto per riparare, perché non voglio che si senta ferita da me.
    Ho infranto una promessa fatta a quella persona, non ho tradito, ma l'ho infranta a causa di circostanze al di fuori del mio controllo, ma, essendo uno scorpione, so che gli scorpioni tirano fuori le persone, anche se cerchi di riparare.
    Sì, ho paura di non essere perdonato, perché quella persona è troppo preziosa per me per perdere e sono disposto a fare assolutamente tutto per riparare i suoi sentimenti.
    La lettera è un bellissimo suggerimento in un primo contatto, so di essere un codardo, ma sembra meno intimidatorio.
    Oh, spero, un giorno, tuo fratello possa vedere l'errore dei suoi modi e scusarsi concentrandosi su di te, non su di lui, così puoi fare un rimedio. Provenendo dal background di un genitore divorziato, con violenza coinvolta, odio causare dolore agli altri, quindi tendo a voler aggiustare le cose.
    Anch'io ti auguro buona fortuna e ti ringrazio di cuore per aver dedicato del tempo a rispondermi.

  • Rainey

    26 settembre 2019 alle 15:19

    Sei la benvenuta Carla,
    Ora, so che gli Scorpione sono testardi, essendo anch'io uno di loro, tuttavia, siamo creature emotive che sentono il dolore degli altri come noi facciamo con il nostro. Dobbiamo sapere che sei veramente sincero per rompere quel ghiaccio.
    Questo è anche il motivo per cui ho detto, devi farlo con attenzione, delicatezza e senza alcuna pressione.
    Fammi sapere come vanno le cose quando lo fai!
    R

  • Carla

    27 settembre 2019 alle 00:46

    Ciao Rainey,

    Grazie ancora per la risposta, significa così tanto per me.
    Oh, questo è esattamente il mio problema, come farlo in un modo che non offenda gli scorpioni. Voglio dire, quello che per me potrebbe essere innocente, per una persona scorpione potrebbe sembrare irrispettoso. Ad esempio, inviare un piccolo regalo con una lettera di scuse, per me è un modo per dire che ci tengo alla persona in questione, ma, a quella persona, può sembrare che io stia cercando di comprare il suo perdono, che non è ciò che io voglio fare niente.
    Oltre a riparare sinceramente e scrivere una lettera, quali cose ritieni possano essere offensive per uno scorpione? Non voglio davvero rovinare tutto con un atto imprudente.
    Ancora una volta, grazie mille per aver dedicato del tempo a rispondermi, e sicuramente ti farò sapere come stanno le cose dopo che ci siamo incontrati.

  • Rainey

    27 settembre 2019 alle 9:07

    Carla,
    Nessun regalo. Una lettera di sincero intento. Assicurati di menzionare che sei disposto ad accettare qualunque sia la risposta e che la RISPETTERAI anche se non andrà a tuo favore. Menziona che sei anche disposto a fare tutto il necessario, consulenza professionale per aiutare a risolvere questo problema in una zona sicura e neutra dove ciò che dici non sarà frainteso e un professionista può continuare ad andare in una direzione positiva. Se scelgono questa opzione, assicurati di trovare un terapista esperto in questo argomento. Credimi, sono stato da molti terapisti da solo e sento che alcuni non erano qualificati per parlare di questo particolare problema. Magari inizia andando da solo a 'sentire' un terapista prima di portare lo Scorpione se accetta di farlo.
    Questo è il mio consiglio sincero. Nessuna pressione soprattutto.
    R

  • Rainey

    27 settembre 2019 alle 9:57

    Ciao Carla,
    Le cose che riesco a pensare di 'non fare' è farlo sentire sotto pressione, obbligato o in qualche modo colpevole di perdonare. Dipende da lui. Devi fargli sapere che rispetterai qualunque sia la sua decisione e i suoi desideri. Non superare le complicazioni al primo tentativo di riparare le recinzioni. Dì quello che senti e dagli il tempo di darti una risposta.

  • Carla

    30 settembre 2019 all'1: 30

    Ciao Rainey,

    Grazie mille ancora una volta per la tua risposta premurosa e premurosa. Lo apprezzo tantissimo.
    Sì, gli darò lo spazio di cui ha bisogno per tutto il tempo che vuole e rispetterò la sua decisione qualunque essa sia. Sì, cercherò un buon consigliere e, se torneremo insieme, andremo sicuramente insieme, se lo desidera.
    So, tuttavia, che se dovessi perderlo, non amerò mai nessuno come lo amo, è la mia anima gemella.
    Tornerò sicuramente e vi racconterò cosa succede, in un modo o nell'altro.

  • Corey Hart

    17 dicembre 2019 alle 9:39

    Fondamentalmente questo articolo chiede a chi si scusa di sopportare potenzialmente mesi o addirittura anni di problemi risolti a lungo armati ancora e ancora, mesi o anni di freddezza e distanza e mesi o anni di negazione dell'affetto. Questo è un abuso emotivo e alcuni di noi ne hanno avuto abbastanza.

  • Carla

    7 aprile 2020 alle 3:02

    Buongiorno

    Torno per raccontare come è andata a finire la mia storia con il mio scorpione e per ringraziare Rainey dal profondo del mio cuore per le sue intuizioni e i suoi consigli. Possa la vita restituirti a frotte ciò che mi hai dato.
    Ho scritto una lettera al mio scorpione, prima di tutto, dicendogli quanto fossi dispiaciuto per aver ferito i suoi sentimenti, anche se le circostanze erano fuori dal mio controllo, e dicendogli che, qualunque cosa avesse deciso, rispettavo la sua scelta, ma dovevo dirlo lui quanto mi dispiaceva per tutto.
    Gli ho detto che se lo desiderava, poteva contattarmi e che non avrei insistito, ma che sarei stato lì se o quando avesse avuto bisogno di parlare, in un modo o nell'altro.
    Per fortuna, il mio scorpione è tornato da me, ha detto che, prima di tutto, non è stata colpa mia, e in secondo luogo, quando ami qualcuno, anima soulto, vivere senza quella persona diventa una tortura, quindi abbiamo fatto pace.
    Voglio dire a chiunque stia pensando di scusarsi con qualcuno, ma, certamente con uno scorpione, sii sincero, completamente onesto e assumiti la responsabilità di quello che hai fatto. Lascia la palla nel loro campo per poi decidere se vogliono continuare il rapporto con te oppure no, non forzarlo mai. Se uno scorpione vede che sei genuino, tornerà da te e la tua relazione sarà più forte per questo.
    Infine, spero che tutti siano al sicuro con covid19 che anche i tuoi cari sono al sicuro e che stai bene emotivamente.
    Possa l'umanità trasformarsi in meglio dopo tutto questo.

  • Rainey

    7 aprile 2020 alle 15:05

    Wow Carla, così felice di sentirlo !!! Grazie per aver detto quelle parole gentili, volevo solo aiutare perché sapevo che eri sincero, semplicemente non sapevi come farlo con uno Scorp. Penso che sia un'esperienza positiva e spero che voi due sarete molto più vicini per questo. Stai al sicuro, bene e felice ora che la tua relazione è tornata in regola, tutti i miei migliori auguri per entrambi!
    Rainey

  • Carla

    8 aprile 2020 alle 13:17

    Ciao Rainey

    Grazie mille per gli auguri, lo apprezzo molto.
    Vorrei fare un'ultima domanda, se posso permettermi.
    Sono un po 'confuso con gli scorpioni e il perdono. Ho letto che, se uno scorpione dice che ti perdona, l'hanno fatto davvero, tuttavia, ho anche letto che a volte gli scorpioni, o forse alcuni, lo dicono solo per vendicarsi in un secondo momento.
    Il mio cuore mi dice che il mio scorpione mi ha davvero perdonato, non è il tipo che porta rancore, ma so anche che nessuno conosce davvero uno scorpione nella sua totalità. È davvero una persona meravigliosa con una mente e un'anima meravigliose e sono molto fortunato ad aver ricevuto il dono da Dio, di averlo nella mia vita.

  • Rainey

    10 aprile 2020 alle 14:39

    Ciao Carla,
    Se dici che è la tua anima gemella, allora dovresti fidarti completamente di lui. Se prova a fare qualcosa che si qualificherebbe come vendetta, allora saprai che NON è la tua anima gemella. Tutte le relazioni sono una scommessa, non sai mai cosa può succedere ma non sarai mai in grado di godertelo completamente se temi che farà qualcosa di brutto. Lo so, sabotavo molte relazioni come uno sciopero preventivo perché avevo problemi di abbandono. Ci perdoniamo completamente quando sappiamo che le scuse sono sincere.

  • Steven

    20 luglio 2020 alle 07:14

    Corey, posso riferirmi al tuo commento. Mi piace la tua scelta della parola 'armare'. Conflitti e sfide in tutte le aree di relazione inevitabili. Quando mia moglie rievoca gli stessi vecchi argomenti quando discutiamo su qualcosa di totalmente estraneo, allora so che sta armando il suo dolore contro di me. Ad esempio, la ascoltavo e la sostenevo mentre lottava per decidere se lasciare il suo lavoro part-time che aveva appena ottenuto. Mi stava spiegando i motivi per ottenere il lavoro in primo luogo, sentendosi sotto pressione dal datore di lavoro e non sentendosi pronta a dire 'no' quando l'offerta non era quello che voleva. Poi ha dovuto parlare della sua psicologia e di come tutto derivi dal fatto che lei non sa cosa provo per lei, e come gli altri mariti trattano le loro mogli in un certo modo di supporto che io non faccio per lei. Non so perché me lo merito in quel momento in cui cerco di ascoltare e supportare. È al punto in cui ho paura che tutti abbiano una conversazione seria su qualsiasi argomento in cui si sente emotiva perché devo tenermi duro contro gli stessi vecchi attacchi.
    Mi piacerebbe che uno degli esperti commentasse se ci dovrebbe essere un'aspettativa che l'offeso finalmente se ne vada. Mi occupo di questo da circa un decennio ormai.