Blog Di venicsorganic

Antidepressivi per la depressione maggiore e alto rischio di suicidio: Paxil vs. Wellbutrin

Il disturbo depressivo maggiore (MDD) è un problema di salute mentale con effetti sia psicologici che fisici. Qualcuno con diagnosi di depressione può provare forti sentimenti di tristezza o perdita di interesse per le normali attività; i sintomi fisici possono includere letargia, dolori muscolari, insonnia e mal di testa. Nonostante decenni di ricerca e studio, un trattamento rapido ed efficace per la depressione rimane un obiettivo non raggiunto. Attualmente, l'approccio preferito per il trattamento della depressione inizia con terapia comportamentale cognitiva e può includere uno o più farmaci psicotropi.

Suicidio il rischio è un grave fattore di complicanza nel trattamento del disturbo depressivo maggiore e la scelta dell'intervento farmacologico appropriato rimane una procedura casuale. Perché molti antidepressivi sono potenzialmente collegati a un rischio maggiore di comportamento suicidario, i medici devono esercitare cautela. La risposta ai farmaci psicotropi, in particolare agli antidepressivi, è altamente individuale. Spesso è necessario un periodo di prove ed errori prima che i medici possano identificare il farmaco o la combinazione di farmaci ottimale. In caso di possibili pensieri e comportamenti suicidari, la migliore linea d'azione è spesso l'osservazione, possibilmente in una struttura ospedaliera.

Uno studio recentemente completato presso l'Istituto psichiatrico dello Stato di New York promette di offrire una guida nella selezione del trattamento per gli individui gravemente depressi con tendenze suicide. Lo studio consisteva in due gruppi, uno ricevente Paxil (paroxetina) e l'altro che riceve Wellbutrin (bupropione). La scelta di questi farmaci specifici è stata deliberata: Paxil appartiene alla inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) ed è tra gli antidepressivi più frequentemente prescritti; Wellbutrin è un farmaco non SSRI con un meccanismo d'azione diverso. Tuttavia, entrambi i farmaci portano ancora l'avvertenza 'scatola nera' per informare medici e farmacisti di effetti collaterali potenzialmente pericolosi, vale a dire l'aumento del rischio di suicidio. Un secondo aspetto dello studio includeva la scansione MRI funzionale del cervello di ogni partecipante, una volta all'inizio della prova di 8 settimane e un'altra alla conclusione. Ai partecipanti è stato assegnato un compito cognitivo durante la scansione per valutare come ciascuno di loro ha elaborato le sensazioni di ricompensa.



La fase iniziale dello studio è terminata. I dati sui 125 partecipanti sono attualmente in fase di compilazione e analisi. I ricercatori sperano che uno dei farmaci si riveli come un rimedio più efficace per la depressione maggiore, sebbene possano scoprire che uno dei farmaci porta a un tasso più elevato di effetti collaterali. In ogni caso, i dati di questo studio aiuteranno i medici e i terapisti presenti a fare scelte migliori quando trattano i loro pazienti più gravemente depressi.

Riferimenti:

  1. Bupropione, t. c. (n.d.). WELLBUTRIN XL (compresse a rilascio prolungato di bupropionidrocloruro).DailyMed. Estratto il 18 luglio 2012 da http://dailymed.nlm.nih.gov/dailymed/archives/fdaDrugInfo.cfm?archiveid=14812
  2. Depressione (depressione maggiore). (n.d.).Mayo Clinic. Estratto il 18 luglio 2012 da http://www.mayoclinic.com/health/depression/DS00175
  3. Paroxetina / bupropione in tentatori di suicidio / ideatori con depressione maggiore. (n.d.).ClinicalTrials.gov. Estratto il 18 luglio 2012 da http://clinicaltrials.gov/ct2/show/NCT00429169?recr=Open&intr=%22Bupropion%22&rank=16

Copyright 2012 venicsorganic.com. Tutti i diritti riservati.

L'articolo precedente è stato scritto esclusivamente dall'autore sopra citato. Eventuali opinioni e opinioni espresse non sono necessariamente condivise da venicsorganic.com. Domande o dubbi sull'articolo precedente possono essere indirizzati all'autore o pubblicati come commento di seguito.