Blog Di venicsorganic

Sei agganciato? Riconoscere i segni di dipendenza in te stesso e negli altri

IceburgEsistono diverse risorse per determinare se tu, un amico o una persona cara lo sei dipendente da alcol o droghe , ma professionisti, terapisti e programmi di riabilitazione dalla droga e dall'alcol possono offrire così tanti approcci e filosofie per comprendere questo problema che può essere travolgente e confuso navigare e arrivare a risposte pratiche. Aggiungete a questo enigma la molteplicità di opinioni e definizioni dei termini 'dipendenza', 'alcolismo', 'dipendenza', 'abuso' e 'uso improprio' e la prospettiva di cercare aiuto per voi stessi o per gli altri può sembrare scoraggiante.

Per rendere le cose ancora più complicate, non tutti quelli che usano lo diventano dipendente , e alcune persone sembrano semplicemente abbandonare. Ci sono utenti sociali, utenti ricreativi, persone che sembrano usare solo per abitudine, e poi ci sono persone per le quali la dipendenza sembra essere il loro destino predeterminato a causa delle brutte carte dell'ereditarietà. Altri ancora hanno l'alcolismo controllato in tutta la famiglia, ma in qualche modo possono prenderlo o lasciarlo e non mostrare segni di dipendenza. Molti non vedono il problema manifestarsi fino ai quaranta o cinquant'anni, mentre altri sviluppano alcolismo o tossicodipendenza subito dopo il loro primo drink, Xanax o eroina.

Trova un terapista per la dipendenza

Ricerca Avanzata



All'inizio della mia carriera, un giovane è venuto da me dopo essere stato ricoverato in ospedale per intossicazione da alcol acuta e pericolosa per la vita. Ha detto di non aver mai bevuto alcolici fino a un recente orribile fine settimana, ma ora sa di essere un 'alcolizzato'. Ero confuso finché non ha spiegato ulteriormente. Ha detto che sua madre era dipendente dall'alcol, suo padre era morto di alcolismo e tutti i suoi nonni erano dipendenti dall'alcol, quindi sapeva di avere il carico genetico e ha evitato completamente l'alcol fino al fine settimana in questione. Era il suo 21esimo compleanno, quindi ha deciso di bere solo un bicchierino di liquore. Gli piaceva come lo faceva sentire, così decise di prenderne un altro ... e poi un altro. Ha finito la maggior parte della bottiglia, è svenuto e ha dovuto essere portato d'urgenza in ospedale, dove gli è stato pompato lo stomaco.

Quando è venuto da me all'università dove lavoravo, è entrato e ha detto: 'Sono un alcolizzato. Non ho mai bevuto prima perché tutti nella mia famiglia sono alcolizzati, in convalescenza o morti. Ho bevuto una volta, non riuscivo a smettere, e ora sarò sobrio e devo esserlo per il resto della mia vita '.

Per quanto ne so, fino ad oggi ha bevuto solo quella volta.

I problemi sotto la dipendenza

Nel suo libro Breaking Addiction: un manuale in 7 fasi per porre fine a qualsiasi dipendenza , Lance Dodes sottolinea come la dipendenza sia progettata per invertire un senso profondo di impotenza . Non è solo una questione d'impulso. Si tratta più di gestire sentimenti profondi come rabbia , perdita di controllo e l'incapacità di sentire che si può ottenere ciò che si vuole nella propria vita.

Paragono la dipendenza alla punta di un iceberg. Ciò di cui sei dipendente è il 10% dell'iceberg che galleggia sopra l'acqua. Questa è la parte che vediamo ed è influenzata dall'accesso a determinate droghe o alcol, cultura e società. Per una persona potrebbe bere alcolici; per un altro, potrebbe essere fumare crack, sparare all'eroina o assumere farmaci da prescrizione come adderall, oxycontin, percocet o valium.

Il 90% dell'iceberg che non vedi è costituito da cose che alimentano o guidano la dipendenza. Questi sono solitamente sentimenti intensi e pervasivi o lotte psicologiche come scarsa autostima , impotenza o rabbia o problemi psichiatrici e psicologici come ansia , depressione , bipolare , o iperattività da deficit di attenzione (ADHD ). Questo aspetto della dipendenza è più difficile da rilevare e potrebbe essere la ragione principale per cui qualcuno si auto-medica. Il peso dell'iceberg inesplorato sott'acqua deve essere scavato ed esaminato per aiutare l'individuo a diventare più consapevole di se stesso e per aiutare a iniziare a identificare i modi in cui la persona non ottiene ciò che è necessario o desiderato dalla vita .

Il campo della psicologia della dipendenza include migliori pratiche generalmente concordate e fonti basate sull'evidenza da consultare, principalmente Il Consiglio nazionale sull'alcolismo e la dipendenza dalle droghe , Istituto nazionale sull'abuso di droghe , e il Istituto nazionale sull'abuso di alcol e l'alcolismo . Sebbene queste siano le principali organizzazioni del paese nel fornire al pubblico informazioni sulla dipendenza e l'alcolismo, possono essere poco maneggevoli perché la dipendenza è una questione ampia e varia con manifestazioni molto diverse da persona a persona e da droga a droga. La dipendenza dall'alcol può sembrare molto diversa dalla dipendenza dall'eroina o dall'ossicodone, e la dipendenza dalla marijuana appare molto diversa dalla dipendenza dalla cocaina o dalle metanfetamine.

All'interno della gabbia

Sicuramente la misura di valutazione dell'alcolismo più conosciuta e più semplice è stata pubblicata inIl Journal of the American Medical Association, Rilevare l'alcolismo: il questionario CAGE di John A. Ewing, MD, nel 1984. CAGE è l'acronimo dicsu,perngered opernnoyed,guilty eeye-opener nel contesto delle seguenti quattro domande:

  1. Hai mai sentito di doverlo farecsei giù per il tuo bere?
  2. Avere personepernon ti ha disturbato criticando il tuo bere?
  3. Ti sei mai sentito male ognon ti piace il tuo bere?
  4. Hai mai bevuto come prima cosa la mattina per calmare i nervi o per liberarti di una sbornia (eapri)?

Valutazioni e misure successive sostituirono semplicemente 'bere o uso di droghe' per valutare anche se qualcuno avesse un problema con l'alcol o l'abuso di droghe.

Per assegnare un punteggio a questi elementi, alle risposte alle domande CAGE viene assegnato uno 0 per 'no' e 1 per 'sì', con un punteggio più alto indicativo di problemi di alcol o droga. Un punteggio totale di 2 o superiore è considerato clinicamente significativo, il che significa che qualcuno ha un problema e dovrebbe cercare aiuto per l'alcolismo o la tossicodipendenza. La maggior parte dei medici ritiene che un punteggio di 1 per qualsiasi articolo di CAGE dovrebbe essere considerato una bandiera rossa e potrebbe indicare la presenza di un problema di alcol o abuso di sostanze.

CAGE è ovviamente una valutazione rapida e sporca di alcolismo e dipendenza. Lo strumento più completo e più utilizzato è il Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM) . Fino a tempi molto recenti, i campi della psicologia delle dipendenze e della psichiatria delle dipendenze distinguevano tra abuso di sostanze e dipendenza da sostanze nel DSM; questi termini meritano menzione perché sono ancora ampiamente utilizzati.

Abuso di sostanze:L'abuso di sostanze stupefacenti è stato definito come l'uso di alcol o droghe in un modo che causa problemi continui o crescenti nella propria vita che interessano le principali aree del funzionamento, come il lavoro, la scuola, problemi legali e problemi con amici e familiari, o l'uso di sostanze per il grado di causare o aggravare un problema di salute mentale. Questa categoria di abuso di sostanze è considerata meno grave della seguente categoria di dipendenza da sostanze.

Dipendenza da sostanze:La dipendenza è stata definita come un modello continuo di consumo di droghe o alcol nonostante i principali problemi nelle aree significative sopra menzionate della propria vita. Di solito questo è caratterizzato inoltre da tolleranza e astinenza, comportamento di ricerca di droga, ritiro dalla società e dalle attività, tentativi falliti di smettere e uso continuato nonostante le conseguenze negative.

La vista dal DSM

La più recente incarnazione del DSM, ilDSM-5, ha eliminato le distinzioni di abuso e dipendenza, suggerendo che si tratta di differenziazioni artificiali che descrivono realmente l'uso, l'abuso e la dipendenza di droga lungo un continuum. Inoltre, la modifica è stata apportata perché il termine 'dipendenza' è stato confuso con una normale dipendenza fisiologica che si verifica quando alle persone vengono prescritti farmaci terapeutici da cui non dovrebbero essere considerati 'dipendenti' ma, di fatto, dipendenti come parte di un normale regime di trattamento medico e psicologico. Farmaci come il suboxone e il metadone sono diventati componenti inestimabili e integranti dei piani di trattamento di alcuni individui nonostante l'insistenza di molti membri in borse di studio in 12 fasi come Alcolisti Anonimi e Narcotici Anonimi che suggeriscono che gli utenti di tali farmaci non sono 'astinenti' o 'Pulito' in virtù della loro dipendenza da loro.

NelDSM-5, la dipendenza è descritta come un modello di attivazione del sistema di ricompensa del cervello che può rafforzare così tanto il comportamento che un individuo può trascurare le normali attività per usare invece droghe. Anche se i meccanismi fisiologici sottostanti e i processi farmacologici per ciascuna droga d'abuso sono diversi, l'attivazione del sistema di ricompensa cerebrale è simile, risultando in sensazioni di piacere e euforia . Questo potrebbe essere il lato opposto della medaglia che Dodes descrive nel contrastare un potente senso di impotenza, rabbia e altri sentimenti negativi associati che l'utente cerca di sfuggire. IlDSM-5suggerisce anche che le persone sono a vari livelli vulnerabili allo sviluppo di 'disturbi' correlati alle sostanze, e alcuni hanno livelli più alti o più bassi di autocontrollo dovuti alla biologia e all'ereditarietà che li predispongono alla dipendenza dati vari livelli di accesso a droghe e alcol, esposizione, e uso ripetuto.

IlDSM-5evidenzia 11 aree separate di funzionamento lungo un continuum da livelli lievi a moderati a gravi di un problema di uso di sostanze. Due o tre sintomi indicano un 'disturbo lieve da uso di sostanze', quattro o cinque sintomi indicano un 'disturbo da uso di sostanze moderato' e sei o più sintomi indicano un 'disturbo da uso di sostanze gravi'. Le seguenti 11 aree dovrebbero essere discusse ed esplorate nel contesto del lavoro con un professionista esperto di dipendenza e altri problemi di salute mentale.

  1. Usare sostanze in quantità maggiori o più a lungo del previsto in termini di frequenza, durata, quantità e intensità (alcol a prova di forte, ad esempio).
  2. Tentativi ripetuti e senza successo di ridurre o interrompere l'uso di sostanze.
  3. Trascorrere tempo eccessivo a cercare, utilizzare o recuperare da sostanze e dal loro uso.
  4. Voglie e impulsi.
  5. Uso di droghe che influisce sul lavoro, a scuola, a casa o su questioni legali.
  6. L'uso di droghe causa problemi nelle relazioni.
  7. Rinuncia o perdita di interesse in importanti attività sociali, professionali o ricreative.
  8. Usare sostanze nonostante le circostanze pericolose.
  9. Uso di droghe o alcol con la consapevolezza di problemi fisici o psicologici che possono essere sorti o esacerbati da sostanze.
  10. Richiedere più sostanza per ottenere lo stesso effetto.
  11. Sintomi di astinenza.

Hai un problema?

Se stai tentando di determinare se un amico, una persona cara o un familiare è dipendente, impara il più possibile sul problema dell'uso di sostanze e familiarizza con le risorse educative, le fonti di supporto e le opzioni di trattamento. Determinare se sei dipendente, dipendente o dipendente è una questione complicata. In pratica, solo tu puoi determinare se hai una relazione problematica con alcol o droghe per cui vale la pena considerare o apportare cambiamenti comportamentali. Perché rifiuto è un sintomo ben noto della dipendenza, può essere estremamente difficile determinare da soli se si può avere un problema. L'alcolismo e la dipendenza possono essere l'unica malattia che esiste in cui la malattia stessa ti dice che non hai una malattia (l'ho avuto da un incontro AA).

Esistono diverse risorse, test e misure come descritto sopra che possono essere strumenti preziosi per aiutarti a valutare se tu, un amico o una persona cara avete un problema. Allo stesso tempo, è importante non fare affidamento solo sulla ricerca personale. Poiché l'industria del trattamento di droghe e alcol ha un'ampia varietà di professionisti che lavorano con più approcci e filosofie, definire i termini per te stesso e come consumatore di possibili trattamenti è complicato. Inoltre, il settore del trattamento delle tossicodipendenze potrebbe avere ricavi fino a 34 miliardi di dollari nel prossimo anno, secondo unFinanza quotidiana di AOLarticolo in cui si suggerisce di fare molti soldi e quindi un trattamento onesto e basato sull'evidenza potrebbe essere difficile da trovare. UN Articolo in ardesia ha dichiarato che il solo governo degli Stati Uniti ha speso $ 94 miliardi all'anno per affrontare le ricadute dell'abuso di alcol. Per una certa prospettiva, il governo federale spende circa 138 miliardi di dollari per l'istruzione. L'abuso di alcol e la dipendenza colpiscono così tante persone ogni anno, e ancora trovare aiuto è un compito erculeo. Allora, qual è il posto migliore per iniziare?

Torna all'iceberg per un momento. Poiché il 90% dell'iceberg è nascosto sott'acqua, quando si cerca un terapista è importante trovare qualcuno che non sia solo un esperto di dipendenze, ma un professionista ben addestrato in tutti gli aspetti della salute mentale. Questa persona dovrebbe essere in grado di comprendere e diagnosticare la maggior parte delle forme di problemi psicologici e dovrebbe avere una solida conoscenza e competenza inpsicologia della dipendenza. Un buon inizio è identificare un professionista della salute mentale come uno psicologo, psichiatra, assistente sociale o consulente professionale autorizzato che è anche un consulente certificato per le dipendenze o un consulente certificato per alcol e droghe.

Se ti chiedi se tu, un amico o una persona cara potresti avere problemi con la droga o l'alcol, parla con le persone in modo onesto e aperto delle tue preoccupazioni e partecipa a un gruppo di sostegno. Anche se decidi di non essere dipendente, può essere una straordinaria esperienza di apprendimento partecipare a un gruppo di supporto comealcolisti Anonimi,Ripristino razionale, oGestione della moderazione. In effetti, dollaro per dollaro, questi incontri sono la forma più economica di educazione e sostegno alla dipendenza che chiunque può permettersi. Mentre alcuni dei migliori rehabs di cure ospedaliere possono costare da $ 1.000 a $ 2.000 al giorno, AA chiede solo che, se hai un dollaro, lo metti in un cestino (una delle loro 12 tradizioni). Tuttavia, riconoscere che questi gruppi sono di supporto; non sono un trattamento. Il trattamento per l'abuso di droga e alcol include l'uso di gruppi di supporto, ma la pietra angolare del trattamento di droga e alcol è la psicoterapia globale.

Il giusto tipo di aiuto

Trova un terapista per la dipendenza

Ricerca Avanzata Un buon terapista può essere la base per il recupero e può aiutarti ad aggiungere componenti al tuo trattamento secondo necessità, tra cui valutazione medica, valutazione psichiatrica, consulenza familiare o di coppia, supporto professionale e ricreativo e aspetti del recupero personalizzati su misura per te o la persona amata esigenze. L'obiettivo della terapia è quello di non aver bisogno alla fine di un terapeuta ed essere in grado di realizzare ciò che sei stato in grado di fare con un terapeuta gradualmente da solo o con amici e familiari. Un consulto di psicoterapia ambulatoriale è il miglior punto di partenza. Fai questa valutazione in una struttura ospedaliera e potresti essere trascinato via in un trattamento ospedaliero costoso, drastico e non necessario.

A dire il vero, ci sono momenti in cui la disintossicazione ospedaliera e soprattutto medica sono i primi passi essenziali e critici per chi cerca un trattamento per la dipendenza. Parlare solo con gli amici dei tuoi problemi di dipendenza rischia di dirti quello che vuoi sentire e non quello che devi sentire. Sedersi con un esperto di dipendenze esperto di psicologia della dipendenza e migliori pratiche basate sull'evidenza che consiglia gli approcci alla terapia individuale, di coppia e familiare per l'abuso di alcol o droghe ti aiuterà sicuramente a valutare le tue scelte e alternative, permettendoti di determinare il trattamento migliore approccio per te o per le persone a cui tieni.

Copyright 2014 venicsorganic.com. Tutti i diritti riservati. Autorizzazione alla pubblicazione concessa da Jeremy Frank, PhD, CAC , terapista a Bala Cynwyd, Pennsylvania

L'articolo precedente è stato scritto esclusivamente dall'autore sopra citato. Eventuali opinioni e opinioni espresse non sono necessariamente condivise da venicsorganic.com. Domande o dubbi sull'articolo precedente possono essere indirizzati all'autore o pubblicati come commento di seguito.

  • 10 commenti
  • Lascia un commento
  • Geoff

    13 marzo 2014 alle 13:59

    Se devi anche fermarti e chiederti se hai un problema, allora è probabile che lo faccia o sei sulla buona strada per avere un problema. Ci sono sempre quei piccoli segnali di avvertimento che sta succedendo qualcosa che sei destinato a vedere e il problema è se sei disposto a prestare attenzione a quei segnali o meno.

  • Sabrina

    14 marzo 2014 alle 03:56

    Devi stare molto attento quando fai notare a qualcun altro che potrebbe avere i segni di un tossicodipendente, specialmente se sei una delle persone con cui sono in giro e con cui si comportano in questo stesso tipo di comportamento.

    Potrebbero quindi avere la tendenza a tornare indietro e puntare il dito contro di te e dirti che stai facendo la stessa cosa, impegnandoti negli stessi identici schemi comportamentali e questo potrebbe benissimo essere vero, quindi aspettati di ricevere un sacco di respingimenti se hai intenzione di confrontare un amico con qualsiasi tipo di informazione sul comportamento che pensi che stia facendo che ritieni possa creare dipendenza o dannoso.

    Potrebbe non essere sempre accolto calorosamente.

  • Cora

    14 marzo 2014 alle 13:33

    Ma nella mia esperienza qualcuno che è un vero tossicodipendente non vuole davvero sedersi e parlare con nessun altro oltre a coloro che continueranno a dar loro da mangiare le stesse vecchie bugie ancora e ancora.

    Queste sono le cose che vogliono sentire. Non vogliono parlare con una persona che darà una dose concreta di realtà (mai?!?) Fino a quando non avrà toccato il fondo.

  • Beverly

    15 marzo 2014 alle 7:15

    Sono un alcolizzato e lo sono stato negli ultimi 15 anni della mia vita. Credo di averlo saputo da molto tempo ma non ho mai voluto ascoltarlo. Ero intelligente e attraente ma molto emotivamente instabile a causa di un'infanzia orribile e probabilmente conosci tutto il resto. Ad ogni modo, tutti i miei amici hanno cercato di aiutare e avevano a cuore le migliori intenzioni per me, ma non ho mai voluto ascoltarlo. Così li ho disattivati ​​finché un giorno mi sono reso conto che non potevo più vivere in questo modo e ho smesso. È stato il viaggio più difficile che abbia mai dovuto affrontare e per fortuna avevo ancora degli amici che mi aiutavano, non so come ma l'ho fatto. Puoi ancora vedere i segni e fare in modo che gli altri vedano i segni e ancora non essere pronto a fare nulla al riguardo.

  • tee

    17 marzo 2014 alle 4:05

    Ci sono così tante cose che dovresti cercare, se non sei addestrato non penso che sarebbe una buona idea dare questo tipo di giudizio su qualcuno

  • marchio

    19 marzo 2014 alle 9:54

    Risposta al commento n. 2:
    Hai ragione sul contraccolpo. Penso che il cliché sia ​​'la pentola che chiama il bollitore nero'.
    Se sono solo un compagno di festa saranno più difensivi, se sono tuoi amici sia quando fai festa che quando non lo fai potrebbero essere più ricettivi. Soprattutto se hai esempi concreti di comportamenti di dipendenza da segnalare.
    Non puoi fare in modo che il tuo approccio riguardi cose vaghe, teoria della malattia o cose del genere. Fallo su cose come; prima svenisci, inizi la giornata con una birra, sei svenuto. Tutti questi sono segni di abuso e dipendenza. Forse non implica nemmeno che abbiano un problema. Fai sembrare loro che tu stia evidenziando alcune fessure nella loro armatura in modo che possano rafforzare le loro difese. Devi essere un alleato invece che un accusatore.
    La tattica della colpa e della vergogna di ieri è fallita miseramente. So che non vuoi fare del male al tuo amico, ma se si stesse bruciando con le sigarette probabilmente gli diresti di smetterla. Le bruciature di sigaretta lasciano solo cicatrici, l'alcolismo distrugge vite, famiglie, ecc.
    Se la tua amicizia è incentrata sul consumo di alcolici, probabilmente non andrai lontano. Se è reale, il tuo amico ti percepirà come un alleato e all'inizio potrebbe ignorare l'idea. Ma avrai piantato un seme.

  • Connie

    19 marzo 2014 alle 16:03

    Ok la prima cosa del drink mattutino? Sarebbe sicuramente un vero campanello d'allarme, nessun gioco di parole! Se devi bere qualcosa per iniziare la giornata, allora c'è sicuramente un problema lì. Se sei tu o se questo è qualcuno che conosci, allora è il momento di chiedere aiuto. E se non ti senti a tuo agio o abbastanza forte da cercare quell'aiuto da solo, allora ci sono molte risorse disponibili per aiutarti a trovarlo. Vai da qualcuno e ti assicuro che c'è aiuto in giro. Bere, sebbene sia legale e apparentemente dannoso, può infliggere molti danni alla tua vita oa qualcun altro in un breve lasso di tempo, e non vuoi che vada fuori controllo prima di iniziare a fare qualcosa al riguardo. Prova AA, chiesa, un consigliere, AlAnon, qualunque cosa funzioni per te o per quella persona nella tua vita che ha un problema, ma non ignorare il prblema e sperare che vada via.

  • Tobias

    20 marzo 2014 alle 4:02

    complicato difficile
    Non voglio essere io a far notare a un amico che potrebbe essere un tossicodipendente
    Fai?

  • Ezra

    10 gennaio 2015 alle 10:50

    Ho iniziato ad andare da un medico di famiglia che ha iniziato a curarmi per l'artrite aggressiva e il deterioramento articolare e muscolare (correlato ad esso) con un nsaid leggermente avvincente ma molto aggressivo. La dose è raddoppiata e l'ho integrata con altre e qualche sorso del mio whisky preferito per tagliare il dolore che sembrava non essere più coperto dal dolore. Dopo aver rifiutato tutti gli stupefacenti per oltre quindici anni, alla fine sono crollato in quella che sembrava una sconfitta. E anche se so che la mia famiglia ha una storia generazionale di abuso di sostanze e io stesso sono stato un consulente per la riabilitazione dalla droga e dall'alcol per anni, ho iniziato a prendere un potente analgesico narcotico. All'inizio ha funzionato e ho messo via la mia bottiglia. Tuttavia dopo alcuni anni non sembrava più abbastanza. Mi è stata somministrata una prescrizione 'fino a x2' che è semplicemente diventata il doppio dell'originale (più l'occasionale extra se ne 'avevo bisogno' (e molto spesso, quando mia moglie non era lì per chiedersi perché l'extra) dosaggio. Il medico di famiglia è andato avanti finché ho controllato mensilmente e ho risposto alle loro domande di base sulla 'revisione della salute mentale'.
    Va bene ... Avanti veloce al fegato che inizia a mostrare segni di usura, recente intervento di sostituzione del ginocchio, prescrizione di narcotici ancora più potenti per il dolore.
    Non sono stupido, né ho tendenze suicide, riconosco che le preoccupazioni di lunga data di mia moglie sono puntate. Ho volontariamente ridotto a meno di un quarto il dosaggio del narcotico originale e ho chiesto al mio medico di famiglia di mettere una nota nei miei moduli di pianificazione che non mi viene rilasciato nulla di più potente. Allo stesso tempo riconosco che mentre mia moglie è placata, sto ancora prendendo molto di più della dose originale e ora per la prima volta nella mia vita penso di prenderla costantemente. Anche se ho un programma disciplinato, non posso resistere un momento di più senza o il mio 'dolore' peggiora improvvisamente.
    È giunto il momento per me di prendere in considerazione l'idea di mordere il proiettile e di andare a un gruppo di gestione del dolore, costringendo il mio dosaggio a tornare a nient'altro che analgesici che non creano dipendenza (alcuni dei quali sono piuttosto forti ora) e sottomettendomi a (per me) pubblicamente umiliante processo di andare in NA?
    Si prega di non giudicare o consigli 'pro' non medici. Se sei qualificato dal punto di vista educativo e medico, apprezzerei la parola. Sono sull'orlo e provo forti voglie quotidiane di più narcotico, la sensazione di più dolore e l'ideazione occasionale che non è costruttiva per pulire quotidianamente la salute mentale.

  • Jeremy Frank PhD CAC

    Jeremy Frank PhD CAC

    11 gennaio 2015 alle 06:42

    È decisamente il momento di ottenere un aiuto professionale da qualcuno che abbia esperienza nella gestione della dipendenza e del dolore. Non posso fornirlo qui senza valutarti di persona. Sei ovviamente articolato e ben informato sulla tua situazione e hai imparato molto. Continua così. Continua a imparare e a chiedere aiuto come hai fatto qui. Non posso dirti di tagliare e tritare verso il basso perché non so quanto stai usando e per quanto tempo né conosco l'intero quadro, ma uno psicologo e psichiatra delle dipendenze può aiutarti con questo. Per essere sicuri di avere qualche stigma e vergogna associati a tutto ciò che non è necessario. Anche se non so se soffri della malattia della dipendenza, se ce l'hai è molto simile al diabete e ti sentiresti umiliato se avessi il diabete e dovessi chiedere aiuto? In effetti, molti credono che la malattia della dipendenza abbia un tasso di compliance migliore perché ci sono persone che ti supportano nell'assunzione dei farmaci, seguendo i suggerimenti e aiutandoti in questo. Sii compassionevole con te stesso e continua a esplorare le risorse disponibili per aiutarti e supportarti in questo. Non c'è vergogna e umiliazione in questo. Siamo costruiti in questo modo e ci siamo evoluti in questo modo per averne bisogno e per prosperare con quell'aiuto e supporto.