Blog Di venicsorganic

Sei quello che stavi aspettando?

Uomo che pensa al crepuscoloMolte fiabe terminano con la frase: 'E vissero felici e contenti'. Idem per la maggior parte dei film romantici, che hanno lo stesso messaggio implicito: vero felicità sta nell'essere accoppiati. Il Santo Graal della vita è trovare quella persona speciale. Certamente, la vita può essere davvero meravigliosa se sei abbastanza fortunato da trovare un ottimo compagno, ma cosa succede se sei in una pausa tra le relazioni? E se non avessi incontrato quella persona che ti tenta di allontanarti dalla single? E se ti dedicassi a qualcos'altro di significativo? E se ti trovi in ​​una fase diversa della vita in cui scandagliare le tue profondità, stare con gli amici o lavorare ti chiama più forte del romanticismo? Ci sono molti percorsi verso la gioia; un impegnato relazione romantica è solo uno.

E se credessi di essere quello che stavi cercando? Siediti e concediti il ​​lusso di pensare a come credere questo potrebbe sentirti nel tuo cuore, mente, vita, relazioni, lavoro e famiglia.

Dove senti quel pensiero nel tuo corpo?



Quali sensazioni fisiche ti vengono in mente?

Hai notato un senso di pace?

Eri consapevole di una mancanza di impegno, di stare bene in questo momento?

Come cambierebbe la tua vita se credessi davvero di essere quello che stavi cercando?

Pensaci. Smetti di leggere per qualche minuto e poniti davvero questa domanda e le seguenti.

Trova un terapista

Ricerca Avanzata

Se credessi veramente di essere più che sufficiente, come cambierebbe ciò che accetti dagli altri?

La tua percezione di te stesso cambierà? Se é cosi, come?

Cosa prenderesti in considerazione quando fai scelte di vita?

Cambieresti la tua visione del tuo corpo? Se é cosi, come?

Passeresti del tempo con le persone con cui sei in contatto adesso?

In che modo questo influenzerebbe le tue relazioni con amici, famiglia, partner romantici e colleghi?

Come sarebbe il tuo automedicazione le routine cambiano? Ti prenderesti più tempo per nutrirti?

Come cambierebbero i tuoi schemi di sonno?

Come cambierebbero le tue abitudini alimentari?

Come potrebbe essere influenzato il tuo comportamento verso gli altri? Inizia pensando alla generosità, compassione e pazienza. Aumenteranno, diminuiranno o rimarranno gli stessi?

Se ti piacciono le risposte alle tue domande, come potresti diventare la persona che semplicemente si sente bene dentro?

Ecco alcune idee per iniziare:

Quando lo senti critico interiore spingendoti ad essere diverso da come sei, digli gentilmente che ti trovi in ​​questo momento il più pienamente possibile. Potrebbe non essere il tuo momento più felice perché la vita si intromette. Forse hai crampi, mal di testa o un bambino malato che aspetta di essere preso a scuola. Non devi fare del tuo meglio tutto il tempo. Va bene sentirsi irritabili, irritabile , infastidito, impaziente, dispiaciuto, persino autocommiserante.

Paradossalmente, se permetti a te stesso di abbracciare qualunque sensazione sorga, proverai più pace e gioia. Man mano che diventi più auto-accettante, accetti le debolezze degli altri con maggiore facilità ed equanimità. Ironia della sorte, questa capacità di stabilirsi con il tuo meno preferito stati d'animo e emozioni in realtà ti rende più presente con le altre persone. La tua consapevolezza e sensibilità ti rendono un amico, un ascoltatore e un partecipante migliore nella vita, che tu sia in coppia o da solo.

Copyright 2014 venicsorganic.com. Tutti i diritti riservati. Autorizzazione alla pubblicazione concessa da Nicole Urdang, MS, NCC, DHM, LMHC , terapista a Buffalo, New York

L'articolo precedente è stato scritto esclusivamente dall'autore sopra citato. Eventuali opinioni e opinioni espresse non sono necessariamente condivise da venicsorganic.com. Domande o dubbi sull'articolo precedente possono essere indirizzati all'autore o pubblicati come commento di seguito.

  • 13 commenti
  • Lascia un commento
  • Cheri

    4 settembre 2014 alle 14:15

    Ma voglio ESSERE con qualcuno che stavo cercando!
    Non voglio che sia io.
    È troppo per me da chiedere?
    Sono una brava persona e penso che avrei molto da aggiungere a una relazione, ma non riesco mai a trovare quella persona perfetta che mi accompagni. Pensi che forse sto cercando troppo per questo? Questo mi fa pensare che se sono felice di quello che sono, le altre cose succederanno da sole, ma sembra che non ci arrivi mai. Non voglio passare più tempo da solo, sono pronto a trovare quella persona con cui passare il resto della mia vita. Sembra che tutto vada a posto facilmente per gli altri, ma mai per me.

  • Nicole urdang

    4 settembre 2014 alle 16:56

    Ciao Cheri,

    Questi non sono desideri che si escludono a vicenda. Puoi lavorare sulle cose che ho descritto nell'articolo e anche uscire e incontrare persone.
    Meet-up.com è un ottimo modo per fare qualcosa di sociale aumentando le tue possibilità di trovare qualcuno a cui piaccia ciò che ti piace.
    In bocca al lupo!

  • Cheri

    5 settembre 2014 alle 11:09

    Grazie Nicole! Non ho sentito parlare di meetup.com, quindi penso che controllerò quello.

  • Marlena

    7 settembre 2014 alle 5:03

    Quello che ho imparato su me stesso è che in generale sono molto impegnato a scappare da ME perché non mi soddisfano, e ho passato molto tempo alla ricerca di quel 'ragazzo perfetto' che soddisferà tutte le mie esigenze di me.

    Ho guardato in giro diversi siti Web e ho letto cose diverse e finalmente ho avuto che Aha! momento che mi fa capire che no mi renderà felice finché non mi impegno a rendermi felice.

    Ecco, questo è il piccolo segreto che allude a tanti di noi da così tanto tempo. Non sarà facile rompere tutte le mie vecchie abitudini, cercando qualcun altro che riempia quegli spazi vuoti, ma mi dedico a farlo accadere perché so che la ricerca non finirà mai finché non sarò felice proprio dove mi trovo sono oggi.

  • Nicole

    Nicole

    7 settembre 2014 alle 14:33

    Ciao Marlena,
    Grazie per aver dedicato del tempo a scrivere della tua esperienza personale.
    So che è una lite difficile da zappare.
    Un altro vantaggio di fare questo lavoro è che anche se stai aspettando di incontrare qualcuno di favoloso, nel frattempo puoi goderti la tua meravigliosa compagnia.
    Ti auguro il meglio,
    Nicole

  • Timoteo

    8 settembre 2014 alle 03:57

    Non so cosa pensare di questo perché va contro tutto ciò che ci è sempre stato detto sull'essere felici ecc. Non era mai stressato concentrarsi su se stessi; si è trattato di trovare quel pezzo mancante del puzzle. Com'è rinfrescante pensare che probabilmente ho sempre avuto quel pezzo mancante.

  • JC

    8 settembre 2014 alle 22:47

    A volte penso che siamo costretti ad affrontare noi stessi, pensavo di aver incontrato il 'perfetto' mi sentivo completo, completo, e il senso di essere amato era straordinariamente meraviglioso, fino a quando la relazione inconscia filtrava attraverso la maschera, nella quotidianità la vita, in cui entrambi stavamo vivendo il nostro passato irrisolto, e si è trasformato in un incubo, e per essere la persona peggiore con cui potevo stare, violento e controllante. Il senso di perdita è stato paralizzante, almeno per un po ', e lo shock di diventare improvvisamente consapevoli di questioni irrisolte, o piuttosto di confrontarsi con esse, è stato doloroso. La domanda che dobbiamo porci non è che non dovremmo stare con un altro, ma perché scegliamo 'l'altro' in primo luogo. Quella 'persona perfetta' è molto spesso ciò che pensiamo sia la risposta al nostro passato, non al nostro presente.

  • Nicole urdang

    9 settembre 2014 alle 04:38

    Ciao Timothy,
    Abbiamo bevuto tutti il ​​Kool-aide e aveva un buon sapore.
    Non sto dicendo che non sia meraviglioso connettersi profondamente con un'altra persona. È.
    Sviluppare un ottimo rapporto con te stesso può essere di sostegno e soddisfacente in un modo diverso.
    Inoltre, quando apprezzi veramente la tua compagnia, gli altri sono attratti da te.
    Invio di tutti i buoni pensieri,
    Nicole

  • Vera

    9 settembre 2014 alle 10:28

    Non lo so, ho letto tutto questo e ad un certo livello tutto ha un senso, ma c'è ancora questa parte di me che non quanto sono felice con me, non voglio ancora essere solo. Voglio avere qualcun altro con cui condividere la vita.

  • Nicole urdang

    9 settembre 2014 alle 17:03

    Ciao JC,

    Hai così ragione. È facile impostare inconsciamente il nostro radar su ciò che è familiare; soprattutto, se non abbiamo lavorato sui nostri problemi (e tutti li abbiamo), abbiamo scelto consapevolmente in modo diverso e creato una buona relazione compassionevole con noi stessi.

    Leggendo il tuo post e vedendo come guardi la tua vita, posso dire che stai andando avanti con coraggio e consapevolezza di te stesso.

    So che è difficile fare questo lavoro. Se non hai già una pratica yoga lascia che ti suggerisca caldamente di prendere alcune lezioni. Anche se credo che la terapia sia incredibilmente utile nella vita, lo yoga può essere sorprendentemente curativo, liberatorio, creativo, equilibrante, potenziante e di supporto.

    Una volta che conosci le pose di base e il corretto allineamento, potresti provare un sito web chiamato My Yoga Online. Hanno insegnanti veramente dotati. È un ottimo modo per portare a casa il tuo studio in modo da poterlo fare ogni giorno.

  • Nicole urdang

    9 settembre 2014 alle 17:06

    Ciao Vera,

    Per favore, leggi quello che ho scritto a Timothy.
    È proprio sotto il tuo commento.

    A volte ci sentiamo tutti soli, anche se abbiamo una relazione. È solo una parte dell'esperienza umana. A nessuno piace; ma, fortunatamente, non dura.

  • KJ

    17 febbraio 2015 alle 2:15

    Grazie per il mio momento 'Aha'! Potrebbe essere questa la risposta ad anni e anni della mia lotta con la depressione? Potrebbe essere questa la ragione per essere così infelice anche se sono stata sposata da 23 anni? È questo il motivo per cui sono così infelice ora nella mia relazione attuale? È perché mi aspettavo che l'altra persona mi rendesse felice? Per soddisfare tutte le mie esigenze? E quando non ci riesco, divento solo e depresso e talvolta arrabbiato. Cosa succede alla mia relazione attuale se abbraccio questa relazione con me stesso?

  • Nicole

    28 marzo 2015 alle 5:31

    Ciao KJ,

    Mi scuso per non aver risposto prima, visto che vedo solo il tuo commento.

    Prendiamo le tue domande una alla volta:

    Potrebbe essere questa la risposta ad anni e anni della mia lotta con la depressione?
    Potrebbe essere una parte importante della tua depressione, anche se dubito che sia tutto.
    Potresti trovare utile esaminare anche gli approcci cognitivo-comportamentali alla depressione. Un libro di David Burns, 'Feeling Good', è un ottimo punto di partenza.
    Inoltre, assicurati di dormire a sufficienza, mangiare bene e fare esercizio ogni giorno.

    È questo il motivo per cui sono così infelice ora nella mia relazione attuale? È perché mi aspettavo che l'altra persona mi rendesse felice? Per soddisfare tutte le mie esigenze? E quando non ci riesco, divento solo e depresso e talvolta arrabbiato.
    È probabile che parte della tua infelicità nella tua relazione attuale sia dovuta al fatto di mettere tutte le tue uova nel loro paniere; tuttavia, quasi tutte le relazioni hanno molti altri problemi che portano all'insoddisfazione. Dubito che sia l'unica ragione.
    Guardala in questo modo: può solo aiutare a sviluppare un rapporto migliore con te stesso. Uno con un'accettazione di sé più incondizionata e un carico di autocompassione.
    È interessante notare che uno dei grandi effetti collaterali della meditazione è il modo in cui migliora la tua relazione con te stesso.
    Anche studiare alcuni modi buddhisti di vedere la vita può essere di grande aiuto. Potrebbe piacerti il ​​libro di Tara Brach: 'Radical Self-Acceptance'. Ha anche un podcast.

    Cosa succede alla mia relazione attuale se abbraccio questa relazione con me stesso?
    Può solo migliorare, così come tutte le tue interazioni con altre persone. Perché? Perché verrai da un senso di te stesso più integrato e solido.

    Suggerisco anche di dare un'occhiata a Internal Family Systems Therapy (YouTube ha alcuni buoni video introduttivi di Richard Schwartz) e di utilizzare il mio sito web gratuito: Holistic Divorce Counseling (nonostante il nome, è per tutti i problemi e le transizioni della vita).

    Ti auguro ogni bontà,
    Nicole