Blog Di venicsorganic

Sindrome di Asperger e intelligenza emotiva

Mani che tengono la mano più anziana

Questo è il secondo di una serie di articoli progettati per esplorare alcuni dei problemi e delle preoccupazioni che sorgono intorno a quella che attualmente viene chiamata sindrome di Asperger, che sarà presto incorporata nello spettro più ampio del disturbo autistico quando il nuovoManuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM-5)è pubblicato nel 2013.

Intelligenza emotiva (EI) è generalmente inteso come la capacità di una persona di identificare e valutare il proprio stato emotivo, così come lo stato emotivo degli altri. Non è correlato al tipo di capacità intellettuale o intelligenza tipicamente valutata dai test del QI. Piuttosto, corrisponde alla capacità di una persona di relazionarsi con gli altri, lavorare in gruppo, leggere tra le righe in una conversazione e interpretare i comportamenti e gli stati d'animo mostrati dagli altri. Si riferisce anche alla comprensione e alla regolazione da parte di un individuo di quelle qualità all'interno. L'elevata intelligenza emotiva fornisce una sorta di scorciatoia per relazioni e comunicazioni interpersonali fluide.



L'intelligenza emotiva è correlata alla teoria della mente. (Vedi il mio blog precedente, intitolato Sindrome di Asperger: teoria della mente .) Più sei in grado di immaginare il mondo dal punto di vista di un'altra persona, più è probabile che tu abbia un punteggio alto in una misurazione dell'intelligenza emotiva. Le persone con una EI elevata sono in grado di anticipare ciò che qualcuno potrebbe fare in reazione a determinate circostanze o dichiarazioni. Sono in grado di entrare in empatia con la tristezza inespressa perché sono in grado di interpretare un evento nel modo in cui è probabile che un'altra persona lo interpreti, dato quello che sanno di quella persona. Sono in grado di evitare determinati argomenti di conversazione perché possono prevedere quali argomenti potrebbero essere problematici per un'altra persona. Comprendono il concetto di finezza conversazionale. L'EI alta è al centro della diplomazia.

Una persona con Sindrome di Asperger vive il mondo in un modo molto diverso. Con la tendenza a prendere alla lettera le conversazioni e gli eventi, il sottotesto emotivo spesso non si vede. Questo può portare a comportamenti che sembrano inappropriati nella migliore delle ipotesi, senza cuore o crudeli nel peggiore dei casi.

Immagina, ad esempio, di non essere in grado di capire perché la morte di un amato animale domestico è ancora una questione delicata per il tuo amico anche diversi anni dopo la morte dell'animale. Immagina di dire qualcosa del tipo: 'Ma quel gatto è morto da due anni!' E poi immagina la reazione del tuo amico, che in quel momento si sente triste per la perdita, sentendola così forte come se avesse perso l'animale ieri. È improbabile che il tuo amico reagisca bene. Le tue parole potrebbero suonare intenzionalmente fredde, indifferenti e sconsiderate. Ma quando il tuo amico non risponde favorevolmente, sei confuso. Cosa fai adesso? Hai fatto una semplice dichiarazione di fatto e ora il tuo amico è arrabbiato con te.

Questa è l'esperienza dell'intelligenza emotiva sfidata. Questa è comunemente l'esperienza di una persona con Asperger. Ansia vola via mentre la persona si chiede cosa ha fatto di sbagliato, cosa non è riuscito a capire o cosa è mancato.

Con terapia , una persona con Asperger può imparare a decodificare parte di ciò che sembra misterioso nel regno dell'intelligenza emotiva. È possibile discernere intellettualmente ciò che potrebbe non venire naturalmente emotivamente. Ad esempio, utilizzare lo scenario di cui sopra come base di conversazione in una sessione di terapia potrebbe aiutare una persona con Asperger a vedere che ci sono diversi modi di rispondere alla morte di un animale domestico e che il modo apparentemente logico della persona potrebbe non esserlo. il modo in cui gli altri rispondono a qualcosa di essenzialmente emotivo come la perdita di un animale domestico.

Imparare che esiste una tale variabilità aiuta una persona con Asperger a navigare nelle complesse sfumature emotive della vita quotidiana. Aiuta anche ad alleviare l'ansia che fluttua liberamente che può accompagnare conversazioni ed eventi, sia familiari che non familiari, perché amplia la gamma delle aspettative e attenua la probabilità di errori involontari.

L'intelligenza emotiva è una sfida per le persone con Asperger, ma è anche un argomento fruttuoso per l'esplorazione in terapia perché è così centrale per la maggior parte delle interazioni con gli altri, sia in contesti sociali che intimi.

Copyright 2012 venicsorganic.com. Tutti i diritti riservati.

L'articolo precedente è stato scritto esclusivamente dall'autore sopra citato. Eventuali opinioni e opinioni espresse non sono necessariamente condivise da venicsorganic.com. Domande o dubbi sull'articolo precedente possono essere indirizzati all'autore o pubblicati come commento di seguito.

  • 28 commenti
  • Lascia un commento
  • kayla s

    2 ottobre 2012 alle 15:29

    Quali sono alcuni modi in cui EI potrebbe essere implorato per qualcuno con Asperger? O è qualcosa che tutti gli altri devono solo gestire? Mi sembra quasi che sarebbe meglio per me cambiare il modo in cui percepisco le cose che qualcuno con Asperger dice nel tentativo di convincerli a cambiare il modo in cui vedono il mondo. Non è che tu possa insegnare loro ad essere più simpatetici oa vedere il contesto di una situazione in modo diverso.

  • Justine

    2 ottobre 2012 alle 16:31

    Mio fratello ha Asperger ed è spesso così frainteso. Spero che più conversazioni si generano, più persone si renderanno conto che queste non sono persone indifferenti o indifferenti, che capita di vedere la vita attraverso un tipo diverso di lente rispetto al resto di noi.

  • Sarah Swenson

    Sarah Swenson

    2 ottobre 2012 alle 20:55

    Kayla - Apprezzo la difficoltà del problema che sollevi. È possibile attraverso la terapia per una persona con sindrome di Asperger acquisire una grande conoscenza e comprensione dei modi in cui le altre persone vedono il mondo e raggiungere una certa comprensione del perché gli altri potrebbero sentirsi in quel modo. Questo richiede tempo e impegno, ma è possibile. Questo è un obiettivo primario del lavoro che svolgo con i miei clienti che hanno la sindrome di Asperger.

  • Diane M

    31 luglio 2016 alle 08:57

    Devono accettare la diagnosi, altrimenti NON POSSONO fare nemmeno una piccola modifica !!! Sono così ciechi di mente che è quasi impossibile fargli vedere qualcosa di diverso da LORO STESSI !!!

  • Emma

    6 aprile 2018 alle 13:58

    È maleducato. Siamo perfettamente consapevoli che c'è un mondo intorno a noi. Semplicemente non capiamo perché le persone ci rispondano quando ci vediamo come comportarsi in modo logico. Inoltre, non capiamo quando le persone agiscono contro la nostra logica. La maggior parte di noi ha davvero difficoltà e semplicemente non capisce perché non possiamo comunicare bene con gli altri. Questo è il motivo per cui tendiamo a raggrupparci. Ci capiamo.

  • p

    11 maggio 2018 alle 08:54

    D'accordo che è sia scortese che ignorante, privo di compassione e comprensione. Sono del tutto consapevole che c'è un mondo là fuori, a volte diventa troppo, e alcune persone di Aspie potrebbero aver bisogno di una pausa dall'esterno per elaborarlo. Molte persone di Aspie hanno sensi acuti, il che rende il mondo esterno opprimente, anche il bisogno di struttura e routine è coinvolto. E, naturalmente, il cervello logico pensa, se mi sento in questo modo (sì, comprendiamo le emozioni!), Perché no? Come ingiustizia, ci indigniamo se le regole vengono violate e pensiamo perché le persone non possono semplicemente attenersi alle regole ... sì, sembra immaturo, ma in realtà è logico! Pensa a come pensa un bambino che non è macchiato dal mondo, le regole sono regole e sì, i bambini fanno domande se vengono prese scorciatoie ecc., Aspie non può chiedere, quindi se sei coinvolto con una persona Aspie, spiegagli in modo logico semplice modo,

  • Madeleine

    10 giugno 2019 alle 04:57

    Non so se ho capito bene, cattivo? Non tutti sono cattivi perché se uno ha la sindrome di Asperger, ho spesso avuto paura che qualcuno pensasse che ho detto qualcosa di sbagliato e non ho mai voluto ferire le persone di proposito

  • Sarah Swenson

    Sarah Swenson

    2 ottobre 2012 alle 21:00

    Justine - Uso spesso il linguaggio esatto che usi per parlare della sindrome di Asperger: gli individui con AS vedono il mondo attraverso una lente diversa da quella degli individui che sono clinicamente indicati come neuro-tipici. La conversazione e l'educazione sono fondamentali per costruire il ponte tra queste diverse prospettive. Tuo fratello è fortunato che tu capisca così bene i suoi bisogni.

  • Justine

    3 ottobre 2012 alle 4:04

    Sarah, grazie per l'input. La vita è stata una vera lotta per noi, dall'ottenere la diagnosi corretta per non alienare così tanti familiari e amici nel processo! È così intelligente e davvero una persona così premurosa, ma mi dispiace che penso che fallirà sempre nel creare quei collegamenti oltre la famiglia che potrebbero alla fine fargli sentire che la sua vita è ancora più preziosa di quello che già sappiamo che è è.

  • MATTEO

    3 ottobre 2012 alle 04:46

    Sembra che avere un EI basso significhi che le tue capacità immaginative e abilità di pensare al di fuori del tuo POV sono diminuite. Ho sentito dire che il termine 'EI' è stato molto utilizzato nel settore aziendale. Se le persone possono davvero essere formate per migliorare la loro IE, allora lo stesso può essere impiegato per le persone con un EI basso?

  • Sarah Swenson

    Sarah Swenson

    3 ottobre 2012 alle 11:10

    Matthew - Credo che in un contesto aziendale, la chiave per migliorare l'IE bassa risieda nell'educazione e nella sensibilizzazione a potenziali punti ciechi nella comunicazione interpersonale. Questo è vero anche nelle relazioni personali. Più siamo bravi a vedere il contesto di un altro, migliori diventano le nostre capacità. Tutti hanno spazio per la crescita in quest'area e la crescita è possibile.

  • Inseguire

    3 ottobre 2012 alle 15:00

    Con un basso livello di EI, come rispondono i pazienti con Asperger in un contesto terapeutico? Voglio dire, se hanno difficoltà a riconoscere i propri sentimenti, allora come possono trasmettere quei sentimenti a qualcun altro?

  • p

    11 maggio 2018 alle 9:00

    Capisco perfettamente il tuo commento! Non potrei mai avere una terapia (ho l'ADHD e sono Aspie) ma lavoro con bambini sempre più grandi con una terapia nota come arti espressive o creative. Non credo che stare seduto lì a parlare. Credo nel movimento, nell'arte, nella musica e nella narrazione per citarne alcuni e se la mente è concentrata su qualcosa di interessante e creativo, la persona è rilassata e si aprirà gradualmente fintanto che la 'vibrazione' è percepita. Come negli adulti, ad esempio credo nella terapia della natura, e tutti (non solo Aspie ADHD e simili) beneficiano dell'aria fresca e solo della natura - Anche gli Aspie, a cui piace avere una destinazione e bambini e adulti gravemente autistici che DEVONO ho routine, rendo tutto divertente, ho talento per questo e la mia terapia funziona ... beh finora !!

  • scisto

    4 ottobre 2012 alle 04:11

    credi che l'asperger dovrebbe essere inserito nella diagnosi di autismo o dovrebbe essere una sua entità separata? questa è più di una semplice forma di autismo ad alto funzionamento.

  • Sarah Swenson

    Sarah Swenson

    6 ottobre 2012 alle 20:36

    Chase, sollevi una domanda molto importante. Il processo di consulenza con un individuo di Asperger è fondamentale per identificare e quindi riconoscere situazioni ed eventi che potrebbero collegarsi a determinati stati emotivi. Questo è spesso un processo entusiasmante per il cliente che, per la prima volta, ha una guida in un ambiente sicuro riguardo a quella che in precedenza sembrava un'area cieca in cui lui o lei ha avuto l'esperienza di 'volare' - e poi di affrontare il confusione e conflitto che possono sorgere per aver indovinato in modo errato quale potrebbe essere la cosa appropriata da dire o da fare. Tale lavoro di consulenza richiede tempo e impegno, ma è molto utile e produce risultati potenti che possono manifestarsi come cambiamento positivo nella comunicazione interpersonale.

    A volte il primo passo più importante consiste nell'imparare a darsi il permesso di dire: 'Non capisco davvero. Puoi aiutarmi a capire cosa provi e perché? ' Molte volte, le persone con la sindrome di Asperger hanno imparato per esperienza che è più sicuro per loro non fare domande che sembrano indiscreti, ma superare questa riluttanza e scoprire i vantaggi di farlo e imparare a porre tali domande in modo ponderato, può essere un enorme stimolo alla fiducia e può portare alla crescita nelle relazioni intime. Può anche aiutare le persone a imparare a identificare e nominare i sentimenti dentro di sé.

    In sintesi, avere la sindrome di Asperger non significa che una persona non abbia sentimenti profondi. Significa che può essere difficile identificare e comunicare questi sentimenti, ma l'acquisizione di queste due abilità è uno degli obiettivi più importanti della terapia per i clienti AS.

    Spero di aver risposto alla tua domanda in modo accurato.

  • Diane M

    31 luglio 2016 alle 9:08

    La mia esperienza in 43 anni di matrimonio è sì, lui ha sentimenti ed emozioni, ma riguardano lui. Il mio ASH ha affermato per decenni di essere più intelligente dell'orso medio, è una bugia, una messa in scena. È una bugia!!!! Non ha una teoria della mente, è completamente cieco eppure sosterrà fino alla morte che non è diverso, ma in realtà migliore, più informato. C'è un grosso problema !!! Quando una persona crede alle proprie bugie su se stessa, non importa quante volte gli altri sottolineano il loro pensiero unidimensionale, questo diventa un problema serio per un partner, forse non tanto in altre relazioni, fratello, sorella, bambino, amico, parente ma se tu sono sposato a questo è estenuante !!!!!

  • Sarah Swenson

    19 agosto 2016 alle 18:22

    Ciao Diane, i punti che fai sono forti e validi, e come tali probabilmente hanno un effetto enormemente doloroso su di te come coniuge neurotipico. Ti incoraggio a trovare qualcuno con cui parlare che capisca entrambi i lati del matrimonio AS / NT. Non ci sono molti di noi che si specializzano in questo settore perché richiede una speciale combinazione di esperienza di vita, educazione ed esperienza con coppia dopo coppia in sessioni di terapia. Se può consolarla, una delle coppie con cui lavoro è sposata da 59 anni; un altro per 51; un altro per 48. Non è mai troppo tardi per trovare una presenza confortante e utile nella persona di un abile terapista. Ti mando i miei migliori auguri e spero che ti aiuti sapere che non sei solo, anche se sono sicuro che spesso ci si sente come desolazione e isolamento.

  • Emma

    6 aprile 2018 alle 14:00

    Grazie! Ci sentiamo profondamente. Semplicemente non capiamo cose che non ci aspettiamo.

  • p

    11 maggio 2018 alle 08:47

    ottimo punto !!

  • Paula

    12 maggio 2020 alle 9:22

    Ho 73 anni e ieri Asperger e l'ultimo della mia famiglia mi hanno detto che se 'non posso o non voglio' capire le emozioni e lei non può essere nella mia vita. Ho passato tutta la vita a sentirmi dire che devo essere questo o quello o essere evitato dalla mia famiglia. I terapeuti (fino a quando la persona straordinaria che ha detto che non c'era niente di sbagliato in me che avevo Asperger e che andava bene) mi diceva che se solo avessi provato di più potevo essere normale, ecc.
    Con la mia diagnosi ero ancora la persona che frustava la famiglia e la spina nel fianco di mio marito perché insisteva ancora sul fatto che se avessi provato di più ecc. Ma finalmente sapevo che stavo bene ed è stato uno dei giorni più belli della mia vita. In realtà mi sono fatto due amici. Da allora, in 18 mesi, entrambi i miei amici, mia sorella e mio marito sono morti.
    Non posso permettermi la terapia e non so come comportarmi con il mio familiare. Si rifiuta di ascoltarmi e insiste che se provo ad ascoltare libri sul linguaggio emotivo sarò in grado di avere un EI abbastanza alto da permettermi di essere nella sua vita.
    Ho ascoltato i libri che ha messo sul suo udibile per me con scarso risultato e non piccola quantità di frustrazione e ora insiste sul fatto che devo farlo finché non avrò imparato abbastanza per la sua approvazione. Personalmente questo suona sbilanciato (leggilo come folle) per me. Dice che sono la persona più forte che conosce, ma ho bisogno di un EI più alto per lei. Questo non ha senso per me.
    La amo moltissimo, ma se non sono abbastanza bravo per lei vorrei solo piangere e andarmene, ma sarei solo.
    Non ho famiglia, mezzi di trasporto, TV e Internet preso in prestito da un vicino.
    Qualche indizio?
    Paula

  • Sarah Swenson

    Sarah Swenson

    6 ottobre 2012 alle 20:50

    Shale, la tua domanda è significativa. C'è molta discussione sul campo su questo punto. L'obiettivo dei team APA che lavorano sul DSM-5, a quanto mi risulta, è allineare la diagnostica americana con quella del resto delle istituzioni mediche del mondo. Questa è la ragione per la mossa di includere la sindrome di Asperger nello spettro dell'autismo invece di continuare a nominarla separatamente.

    È mia convinzione che il cambiamento del DSM-5 verso i disturbi dello spettro sarà un cambiamento nel modo in cui viene eseguita la codifica diagnostica per l'assicurazione, le cartelle cliniche e le comunicazioni tra i professionisti come una sorta di breve mano per assicurarsi che stiamo tutti parlando esattamente del stessa cosa, ad esempio, quando si discute in modo confidenziale dell'assistenza al cliente / paziente.

    Il nuovo DSM-5 cambierà il modo in cui lavoro con un cliente che mostra i tratti e i sintomi attualmente identificati con la diagnosi di sindrome di Asperger? No, per niente. Sarà ancora considerato, come lo è ora, il tipo di autismo più funzionante, e nessun cambiamento nella nomenclatura cambierà il modo in cui lavoro con un cliente per aiutarlo nel percorso di crescita personale. Le condizioni sottostanti non cambiano con un cambio di nome e le migliori pratiche e metodi di trattamento basati sull'evidenza rimarranno gli stessi.

    Tieni presente, tuttavia, che non posso parlare per ogni psicoterapeuta e che queste sono le mie opinioni come professionista che derivano dalla mia comprensione degli sforzi dell'APA per creare il DSM-5.

  • Liz

    8 ottobre 2015 alle 18:08

    Sono una donna NT di 45 anni. Chi è innamorato di un maschio di 47 anni con Aspergers. Non è mai stato diagnosticato ufficialmente. Tanto meno nemmeno a conoscenza della condizione.

    Dovrei comportarmi in modo meno emotivo intelligente in modo che si senta più a suo agio con me?

    Ho ADD per adulti e ho parlato di ciò che ho sofferto. Potrebbe essere così, se si sente socialmente a disagio, lo farà sentire più Nero Tipico.

    qualche idea?

    Grazie,
    Liz

  • Sarah

    2 febbraio 2016 alle 12:08

    Sarah Swenson - Sono una studentessa di master in Egitto e ho cercato di costruire la mia tesi sull'EI con studenti Asperger. Mi chiedevo se fossi interessato ad aiutarmi con il mio caso di studio. Grazie mille per il tuo articolo. ha aiutato molto<3

  • Anna W.

    8 giugno 2016 alle 3:11

    Intelligenza emotiva il termine introdotto vent'anni fa ha iniziato a guadagnare la sua dovuta importanza al giorno d'oggi. L'EQ è emerso come la principale abilità lavorativa che molte aziende cercano nei propri dipendenti durante l'assunzione piuttosto che nel QI. Secondo una ricerca, le persone con un EQ basso non si rendono conto di quali abilità importanti mancano. Le persone con un EQ elevato sono emotivamente forti e lavorano tenendo da parte le proprie emozioni. Ci sono molti vantaggi nel lavorare con persone con un EQ alto piuttosto che con un EQ basso, poiché le persone con un EQ alto possono gestire la pressione in modo sano, capiscono di collaborare con gli altri, sono buoni ascoltatori, sono empatici, danno esempi da seguire per gli altri , prendere una decisione più ponderata e approfondita. Lavorare con persone con meno EQ è generalmente meno gratificante a volte diventa difficile lavorare con loro. Alcuni modi devono essere seguiti mentre si maneggiano persone con EQ basso. Alan Garvornic, leader aziendale di successo, innovatore e imprenditore con oltre 32 anni di vita reale, esperienza pratica nel raggiungimento dei risultati, ha fornito raccomandazioni basate sull'evidenza per la gestione di quella situazione quando si lavora con persone con un EQ basso.

  • Traumatizzato

    20 giugno 2017 alle 07:57

    Quindi, ora che il DSM-5 è uscito da un po 'di tempo, e quindi, la valutazione professionale ha anche dovuto spostare qualsiasi diagnosi formale, dall'essere essenzialmente sull'ASD (disturbo dello spettro autistico) a spettro completo o NON sul pieno spettro, questo cambia qualcosa nel modo in cui il trattamento dovrebbe essere affrontato?

    In particolare, il mio coniuge (di 54 anni) è stato finalmente valutato professionalmente e ha ottenuto un punteggio abbastanza alto per gli aspetti EMOZIONALI / SOCIALI di (ex) Asperger, ma NON per i componenti ossessivi o fisici dell'ASD e, di conseguenza, è stato 'classificato 'In UN ALTRO nuovo marchio DSM-5, ma uno che porta ancora gli stessi sintomi di EI basso, Empatia, ecc. Se ho capito bene, si potrebbe quindi vederlo come se fosse piuttosto' MEZZO-Asperger ', solo perché i criteri diagnostici sono stati modificati. È corretto? Questa nuova etichetta e sottoinsieme (?) È apparentemente chiamato 'disturbo della comunicazione sociale', la sua diagnosi ufficiale. Come ci è stato spiegato, ciò significa essenzialmente che non possiamo ottenere finanziamenti sponsorizzati dal governo per alcun trattamento (non statunitense), poiché non comprende / soddisfa i criteri diagnostici 'completi' per etichettarlo come ASD. (e questo è quello che tecnicamente sarebbe chiamato un 'disturbo della personalità' ?, poiché quel dettaglio non ci è stato effettivamente spiegato)

    Allora come dovremmo considerare questa diagnosi? E ancora, il protocollo di trattamento sarebbe diverso, a prescindere? Inoltre, cosa significherebbe questo per trovare un terapista appropriato per gestire le coppie e / o la terapia individuale, perché inoltre, l'impulso nella mia ricerca per scoprire finalmente cosa mancava in lui e come guarirci entrambi, in realtà è nato dalla mia scoperta? di due forme di ciò che io e molti altri consideriamo 'infedeltà' - i parametri con cui il mio coniuge ANCORA non sembra essere completamente d'accordo, e con il suo basso EI / Empatia, significa anche che non è stato in grado di dimostrare un sincero rimorso , lasciandomi incapace di iniziare a guarire.

    Quindi un'altra domanda correlata: quale TIPO di terapia / terapista dovrei cercare per gestire TUTTO questo, o le due questioni dovrebbero essere gestite separatamente? Allo stato attuale, il mio coniuge con problemi di comunicazione / sociale crede già fermamente che la relazione (e la vita in generale) sia 'troppo lavoro' e crede di NON poter cambiare nulla 'abbastanza' di se stesso (quindi continua a minacciare di lasciarmi), a parte dal lavoro necessario per affrontare i tradimenti. Sono stato investito da questo, mi sento così PERSO, ora sono fisicamente piuttosto malato a causa della sua continua mancanza di risposte 'appropriate' a questi grandi problemi, e totalmente sopraffatto da tutto questo, con l'unica certezza di cui sono consapevole di essere che qualsiasi trattamento individuale per me stesso DEVE includere la terapia del trauma per PTSD, PISD e abuso emotivo e mentale, come minimo.
    (sfortunatamente, non siamo negli Stati Uniti, quindi non possiamo semplicemente venire a trovarti, e ci è stato anche detto che non ci sono molti terapisti che sono nemmeno qualificati per gestire la SCD da solo!)

  • p

    11 maggio 2018 alle 08:46

    ho entrambi l'ADHD (donna 44) Lavoro con bambini con ADHD / ASD inclusa la sindrome di Jacobs, ecc., Hanno sempre detto che ero proprio come loro, poi mi è stato diagnosticato l'Asperger anche da adulto. Penso che sia un mito che Aspie non possa provare empatia. Piuttosto mi sento troppo, l'ho sempre fatto e ogni tanto mi isolo. Quando si tratta di regole al lavoro, faccio le cose in modo letterale, prendo ciò che la gente dice (emotivamente) come letterale. Ho sempre saputo di essere diverso, ma ho sempre avuto empatia e compassione, lavoro terapeuticamente con i bambini! Ora capisco che le persone con ADHD / ASD prendono emotivamente per sviluppare tutto questo ha un senso, mi fido di pochissimi adulti e mi sento sempre con i bambini (ho anche cresciuto una figlia di 22 anni da sola senza supporto emotivo). Ora mi sto allenando come consulente e le mie medicine per l'ADHD hanno impedito alla mia mente di correre e di essere nervosa, ma soprattutto, ha calmato le mie emozioni quando sono vicino agli adulti. Tutti quelli con ADHD o con ASD sono diversi. Non puoi classificare tutti quelli che hanno Asperger come uguali, sì, ci sono sintomi generici, ma ognuno è diverso, inoltre è diverso nei maschi e nelle femmine. È proprio come confrontare quando qualcuno ha una malattia mentale, sintomi generici, le persone non riescono (soprattutto) a considerare emotivamente ciò che l'individuo è andato a fondo nella vita che, ovviamente, colpisce qualsiasi persona. Ho fatto ricerche e parlato con alcuni neurologi che in effetti dicono che le donne Aspy hanno TROPPO empatia ... poiché con l'ADHD mi sento troppo, i miei sensi sono sovraccarichi, socialmente Aspergers mi ha influenzato, lo vedo, ma empatia e compassione, anch'io tanto. Sono ossessionato dagli hobby e dall'amore per la ricerca, ecc., Spero che i miei scritti non siano visti come negativi, non sono un esperto del cervello, solo qualcuno che ha sia Asperger che ADHD combinati.

  • Kim

    7 agosto 2018 alle 20:47

    A mio figlio di 32 anni è stato appena diagnosticato un autismo di Asperger o ad alto funzionamento. È sempre stato un bambino difficile da crescere, gli è stato diagnosticato l'ADHD a 7 anni. Era lunatico con un carattere. Ciò è peggiorato dopo che suo padre è morto di cancro quando aveva 13 anni. Da allora sembrava diventare sempre più risentito e arrabbiato con me. È stato difficile affrontarlo. Ora ha 32 anni e tratta sua moglie come ha trattato me. È incredibilmente difficile per me affrontare i suoi continui abbassamenti, critiche e problemi di controllo. Se non 'in linea' mi minaccia di impedirmi di vedere mio nipote. Dopo tutti questi anni si è tentati di “lavarsi le mani” di lui. Non posso farlo con mio nipote dil e mio nipote di 2 anni, ma il contatto con mio figlio è diventato una tortura !! L'unica area luminosa è che finalmente è in terapia! Cosa posso fare per far fronte a mio figlio. Lo amo ovviamente. È così doloroso sopportare tutti gli abusi !!

  • Kerrianne

    27 ottobre 2020 alle 22:38

    È fantastico trovare questo sito e tutte le storie di come trattare e vivere con Aspergers. Sono sposato con un uomo da 17 anni, ora lui ne ha 60. ci siamo incontrati non molto tempo dopo che mia sorella e sua moglie erano morte. Ero attratto dalla sua capacità di andare avanti quando aveva affrontato una tale tristezza nella sua vita ed ero attratto dalla sua natura gentile. Sua moglie era stata malata per la maggior parte della loro vita coniugale e lui si era preso cura di lei per la maggior parte del tempo insieme alle sue 4 sorelle e ai suoi due figli. ci siamo sposati subito dopo esserci conosciuti (4 mesi e 4 giorni) era infatuato e diceva sempre le cose più dolci, fino a quando non l'ha fatto. Ero un po 'confuso dalle mie emozioni, dicevano i miei amici Ï mi piacerebbe se mio marito lo dicesse, lo facesse. Mi sembrava di avere controllo e non connessione quando cucinava per me, mi preparava tazze di tè, mi preparava il pranzo ogni giorno. Ero impegnato con la costruzione della mia attività che ho iniziato subito dopo che ci siamo incontrati (avevo iniziato prima che ci incontrassimo) Poi mi è stato diagnosticato un cancro al seno 5 anni nel nostro matrimonio, ero devastato dal fatto che avesse a che fare con un'altra moglie malata, lui solo lo prese con calma. Con molti controlli e ricerche su cosa DOVREI E NON DOVREI fare! Guardando mia sorella attraversare la stessa malattia ho avuto una buona idea di cosa aspettarmi. Avevo il mio viaggio da intraprendere. Durante questo periodo è stato il più stressato, arrabbiato e frustrato che abbia mai visto in vita mia. Uno dei miei terapisti mi ha suggerito di controllare i sintomi per Aspergers poiché aveva assistito ai suoi comportamenti. Mi è diventato chiaro che era decisamente nello spettro. La discussione con la sua famiglia non è stata accolta bene. Ho passato gli ultimi 7 anni a fare ricerche e cercare di capire come stare con questo. È un uomo dolce, ma la sua visione in bianco e nero, la sua arroganza e la sua natura contraria sono le mie più grandi sfide. Ho fatto la mia vita separatamente a volte da lui negli ultimi due anni, quando ho capito che avevo bisogno di passare del tempo con le mie persone 'neuro-tipiche' per ritrovare la mia stabilità e sanità mentale. Questa relazione mi sfida a tanti livelli e al momento il mio avviso Stay or Go è costantemente attivo. È anche il mio più grande insegnante perché trovo questa condizione così interessante. Non essere così influenzati dalle nostre emozioni potrebbe essere uno sviluppo nell'essere umano. Ci sono così tanti bambini che hanno a che fare con questa condizione in questi giorni, mi chiedo se è come un'evoluzione da cui noi “Neuro-tipici” potremmo potenzialmente imparare? Suzy Miller mi ha illuminato a una nuova visione di questa condizione nel suo libro Awesomism. Lo consiglio e mi auguro buona fortuna mentre continuo a navigare in questo stimolante dono di crescita e tolleranza.