Blog Di venicsorganic

Attaccamento e disturbo da stress post-traumatico: come il trauma complesso si intromette

Foto del primo piano delle coppie amorose che tengono le mani mentre si cammina al tramontoIl trauma complesso è ciò che accade quando qualcuno sperimenta più episodi di crudeltà e abuso nel contesto di una relazione di potere ineguale. Questo si riscontra più comunemente in persone che sono cresciute con genitori violenti o negligenti, ma accade anche a vittime di rapimenti, prigionieri di guerra e persone in relazioni sessuali o 'romantiche' violente. Il risultato di questo trauma complesso è C-PTSD (PTSD complesso), che ha effetti simili al stress post-traumatico (PTSD) sperimentato da persone che hanno subito incidenti stradali o simili eventi traumatici ma che comportano disturbi più profondi della personalità. Molte persone con diagnosi di bipolare e altro condizioni di personalità sono, infatti, sopravvissuti a traumi complessi. Ciò richiede di approfondire la storia personale dell'individuo e la storia di vita, piuttosto che analizzare solo i suoi sintomi attuali.

Un altro modo di guardare al trauma complesso e al disturbo da stress post-traumatico da stress è il concetto di trauma da attaccamento. Allegato - i legami che esistono tra un essere umano e l'altro - suona come un concetto piuttosto vago o astratto. Come tutti gli stati emotivi, tuttavia, come felicità , paura , o rabbia , è radicato nella nostra biochimica ed è essenziale per la crescita umana.

Trova un terapista

Ricerca Avanzata

Anche se il nostro livello di intelligenza distingue gli umani dagli altri animali, è solo lavorando insieme che siamo stati in grado di sopravvivere e prosperare. Semplicemente non c'è modo che un individuo umano possa abbattere un mammut lanoso. Gli esseri umani si sono evoluti per cooperare e lavorare insieme in gruppi. Un aspetto di questo è la nostra capacità unica di acquisizione del linguaggio. Per una vera cooperazione sociale, tuttavia, la semplice comunicazione di informazioni non è sufficiente. Nel mondo moderno, si può essere in grado di svolgere molte attività quotidiane (fare la spesa, ad esempio) senza alcun legame emotivo, ma i gruppi coesi in cui si sono evoluti gli esseri umani hanno richiesto un livello di connessione molto più profondo.



Ancora oggi, possiamo osservare che un ufficio dove non c'è cameratismo tra i dipendenti non funzionerà bene, non importa quanto siano pagati. La vita familiare , gruppi di amicizia , e relazioni romantiche sono, ovviamente, abbastanza difficili da mantenere senza attaccamento. Come risultato della nostra evoluzione, tutti, o quasi, gli esseri umani sentono un profondo bisogno di essere attaccati agli altri indipendentemente dal fatto che sia strettamente necessario per la loro sopravvivenza o prosperità materiale. Le persone che non formano relazioni sono spesso afflitte da sentimenti di depressione e tristezza , non importa quanto possano avere successo in altri settori della vita.

L'attaccamento, tuttavia, è difficile. La formazione di una relazione con un altro essere umano implica la comunicazione sia verbale che non verbale, nonché un'intricata danza di comportamento appropriato. Esprimi poca empatia in una relazione e potresti essere considerato freddo o distante. Esprimi troppo o troppo presto e potresti essere considerato prepotente. Persone ad alto funzionamento su spettro autistico (comunemente noto come Asperger, anche se questo è in gran parte caduto dall'uso accademico) in genere mancano molti degli istinti nativi per la formazione di relazioni di successo che hanno altre persone, rendendo la loro vita difficile in modi che quelli della popolazione generale trovano difficile da apprezzare o comprendere .

Tuttavia, come tutti i tratti umani, la capacità di formare legami di attaccamento non è puramente innata; è un comportamento appreso. E come con la maggior parte dell'apprendimento umano, l'attaccamento si impara facendo. Dal momento in cui escono dall'utero, i bambini imparano l'attaccamento. Questa, e non solo la necessità di provvedere materialmente al bambino, è alla base della famiglia, componente universale della società umana. Anche gli esperimenti sociali utopici che miravano a sostituire la famiglia dovettero ricorrere a strutture che essenzialmente rispecchiavano la madre e la paternità, con alterne fortune.

Nel trattare le persone affette da disturbo da stress post-traumatico che cercano una terapia, sviluppare la loro capacità di sperimentare l'attaccamento e di sentirsi sicuri, protetti, apprezzati e amati nelle relazioni è una priorità assoluta.

Ne consegue, quindi, che quando la relazione tra i genitori, o un sostituto del caregiver primario, e il bambino è seriamente distorta da abuso o trascurare , questo ha implicazioni molto più ampie della sola relazione genitore-figlio. I sopravvissuti a traumi complessi tipicamente emergono con lacune nella loro capacità di formare legami di attaccamento con gli altri. Questo non vuol dire che il loro desiderio di attaccamento sia minore, tutt'altro. Il desiderio insoddisfatto di connessione e il sentimento pervasivo di solitudine nei sopravvissuti a traumi complessi è un fattore importante che contribuisce ai sintomi che sperimentano, tra cui depressione, incapacità di regolare le emozioni e impegno in comportamenti rischiosi o autodistruttivi.

Nel trattamento di persone con C-PTSD che cercare la terapia , sviluppare la loro capacità di provare attaccamento e di sentirsi al sicuro, protetti, apprezzati e amati nelle relazioni è una priorità assoluta. È anche un processo estremamente difficile. Come ho discusso in articoli precedenti, il C-PTSD è meglio concettualizzato meno come un processo di danno che come un processo di apprendimento in circostanze estremamente sfortunate. Come tutti i bambini, le persone che crescono in un ambiente di abusi persistenti nascono con un potenziale, che sviluppano a modo loro in circostanze avverse.

In breve, i sopravvissuti a traumi complessi durante l'infanzia imparano a vivere in un mondo capovolto perché quello era l'unico mondo che abbiano mai conosciuto. La terapia per le persone con disturbo da stress post-traumatico da stress è un'impresa delicata, che coinvolge la rivisitazione di questo processo di apprendimento iniziale e l'avvio di uno nuovo che consenta loro di crescere e svilupparsi in modi più sani e soddisfacenti.

Riferimenti:

  1. Cloitre, M., Garvert, D.W., Weiss, B., Carlson, E. B. e Bryant, R. A. (2014). Distinguere PTSD, PTSD complesso e disturbo borderline di personalità: un'analisi di classe latente.Giornale europeo di psicotraumatologia,5, 10.3402 / ejpt.v5.25097. Estratto da http://doi.org/10.3402/ejpt.v5.25097
  2. Lawson, D.M. Trattare gli adulti con traumi complessi: un caso di studio basato sull'evidenza. (2017)Giornale di consulenza e sviluppo, 95 (3), 288-298. Estratto da http://doi.org/10.1002/jcad.12143
  3. Sar, V. (2011). Trauma dello sviluppo, disturbo da stress post-traumatico complesso e l'attuale proposta diDSM-5.Giornale europeo di psicotraumatologia,2, 10.3402 / ejpt.v2i0.5622. Estratto da http://doi.org/10.3402/ejpt.v2i0.5622
  4. Sullivan, R. M. (2012). La neurobiologia dell'attaccamento ai caregiver che nutrono e abusano.The Hastings Law Journal,63(6), 1553-1570.
  5. Tarocchi, A., Aschieri, F., Fantini, F., & Smith, J. D. (2013). Valutazione terapeutica del trauma complesso: uno studio di serie temporali a caso singolo.Casi clinici clinici,12(3), 228–245. Estratto da http://doi.org/10.1177/1534650113479442

Copyright 2018 venicsorganic.com. Tutti i diritti riservati. Autorizzazione alla pubblicazione concessa da Fabiana Franco, PhD , terapista a New York City, New York

L'articolo precedente è stato scritto esclusivamente dall'autore di cui sopra. Eventuali opinioni e opinioni espresse non sono necessariamente condivise da venicsorganic.com. Domande o dubbi sull'articolo precedente possono essere indirizzati all'autore o pubblicati sotto forma di commento.

  • 8 commenti
  • Lascia un commento
  • Aliya R.

    5 marzo 2019 alle 21:47

    Grazie mille per la tua descrizione acuta e sensibile di questa condizione difficile ma curabile.

  • Robin

    20 giugno 2019 alle 15:14

    Penso che molti fornitori manchino il segno su questo: 'trattare le persone con C-PTSD che cercano una terapia, sviluppando la loro capacità di sperimentare l'attaccamento e di sentirsi al sicuro, protetto, apprezzato e amato nelle relazioni è una priorità assoluta'. Spesso l'attenzione sembra essere sulla guarigione personale ma non nel contesto della famiglia o delle relazioni. I partner ei familiari di persone con C-PTSD non sono sufficientemente inclusi nel processo terapeutico e, sebbene il sopravvissuto possa fare bene in alcuni programmi di trattamento, spesso non è preparato a tornare dalle proprie famiglie e alle loro famiglie non sono stati forniti gli strumenti o supporto. Faccio parte di un gruppo di partner di sopravvissuti e ne parliamo spesso. Abbiamo bisogno di più terapisti e interventi incentrati sulla famiglia. Il trauma originale non è avvenuto in isolamento; nemmeno la guarigione.

  • Claudia

    21 giugno 2019 alle 03:42

    Ho lavorato in centri di cura per la dipendenza e ho sentito lo stesso bisogno; un modo per trattare l'intera famiglia affinché il tossicodipendente possa prosperare.

  • FERDINANDO

    29 giugno 2019 alle 07:41

    Per favore forniscimi maggiori dettagli su come trattare al meglio i traumi complessi nei bambini.

  • Il team di venicsorganic

    29 giugno 2019 alle 08:54

    Ciao Ferdinand,

    Grazie per il tuo commento. Se desideri consultare un professionista della salute mentale, non esitare a tornare alla nostra homepage, https://venicsorganic.com/ e inserisci il tuo codice postale / postale nel campo di ricerca per trovare terapisti nella tua zona. Se stai cercando un consulente che pratichi un tipo specifico di terapia o che si occupi di problemi specifici, puoi effettuare una ricerca avanzata facendo clic qui: https://venicsorganic.com/xxx/advanced-search.html

    Una volta inserite le informazioni, verrai indirizzato a un elenco di terapisti e consulenti che soddisfano i tuoi criteri. Da questo elenco, puoi fare clic per visualizzare i profili completi dei nostri membri e contattare i terapisti stessi per ulteriori informazioni.

    Il blog di venicsorganic può anche essere una risorsa preziosa per trovare alcune delle informazioni che stai cercando. Sentiti libero di sfogliare le nostre migliaia di articoli sulla salute mentale e sulla terapia.

    Se stai vivendo un'emergenza pericolosa per la vita, rischi di ferire te stesso o altri, sentirti suicida, sopraffatto o in crisi, è molto importante che tu riceva aiuto immediato! Le informazioni su cosa fare in caso di crisi sono disponibili qui: https://venicsorganic.com/xxx/in-crisis.html

    Si prega di contattarci se avete qualsiasi domanda.

  • Bryan

    18 novembre 2019 alle 11:10

    Sto davvero lottando con questo e non sono sicuro di come gestirlo. Sono stato isolato e solo per tutta la vita. Nessuna famiglia. No amici. Nessuna relazione. Solo io, me stesso, io e il mio terapista.
    A 48 anni sto cominciando a capire come fare amicizia. Ma non mi sembra di avere le abilità sociali necessarie per farlo. Come tutte le amicizie che faccio durare solo per un breve periodo di tempo e poi semplicemente 'scompaiono'. Capisco che uno dei motivi è che posso essere considerato 'troppo negativo' o 'tossico', ma poi sono nel processo di lutto di un trauma infantile a lungo termine che ha frantumato la mia intera vita in milioni di pezzi. Ovviamente sono negativo. Ovviamente posso essere schiacciante per le altre persone. E sono bravo a fare conoscenze, ma non amici. Non ho idea di come le persone abbiano imparato a farlo. Non mi sono mai state insegnate abilità sociali. L'unica abilità che ho imparato crescendo è stata quella di distaccarmi, per proteggermi. Ora, da adulto, come diavolo dovrei imparare queste abilità sociali e imparare a fare amicizia, allo stesso tempo rischiare di diventare troppo 'negativo' e tuttavia ancora autenticamente addolorato per la perdita della mia infanzia, della mia giovane età adulta e gli ultimi 40 anni della mia vita che sono stati intorpidimento, isolamento e traumi? Penso che essere aperti stia spaventando le persone. Non ne sono sicuro. Ma non riesco a capire come fare amicizia. Non capisco come gli altri abbiano imparato questo. Dove diavolo, a 48 anni, dovrei imparare a fare amicizia?

  • Dottor Memo

    24 marzo 2020 alle 10:21

    Grazie mille per le tue belle intuizioni che mi danno una notevole quantità di migliore comprensione dei problemi della moglie.

  • Rachel

    10 luglio 2020 alle 21:52

    Ho visto terapisti e psicologi in passato, ma hanno esitato a darmi una diagnosi chiara. Dopo lunghe ricerche, credo di soffrire di c-ptsd. I miei sintomi sono coerenti con questa diagnosi senza vacillare. Tuttavia, ho una preoccupazione persistente per la BPD. Inizialmente ho cercato un medico perché pensavo che questo fosse il mio problema, ma è stato determinato solo che ho ADHD e disturbo d'ansia non specificato. Sentiva che molti dei miei sintomi derivavano da un trauma dello sviluppo e che avrei tratto maggiori benefici dalla terapia. Avevo segni di borderline, ma non era chiaro. Anni dopo quella visita mi sono ritrovato a controllare la relazione con un partner violento fisico. Ho dovuto passare mesi a pianificare la mia fuga perché non avevo un sistema di supporto su cui ripiegare. Mi è stato diagnosticato un disturbo da stress post-traumatico, ma ho evitato la terapia per anni a causa della vergogna e della paura di essere frainteso. Pensavo di poter superare i sintomi e andare avanti. Avevo fatto molti progressi, ma evitavo anche intimità e relazioni. Per anni mi sono isolato, così nessuno mi giudicherà per quello che stavo passando. Negli ultimi due anni, tuttavia, ho cercato un aiuto più informato e ho imparato a conoscere il c-ptsd. Attraverso la ricerca online, ho trovato tecniche e strumenti di base per identificare i miei sintomi e fattori scatenanti. È stato incredibilmente curativo. Ho avuto la mia prima relazione seria in 6 anni quest'anno. All'inizio le cose erano difficili, ma alla fine ci eravamo trasferiti in un luogo di supporto e fiducia, ma poi è successo COVID. Ho passato le prime 6 settimane rinchiuso in beatitudine con il mio ragazzo, ma poi ho iniziato a sentirmi spaventato e cauto. Mi sono accorto di dissociarmi e poi sono arrivati ​​gli incubi e gli attacchi di panico. Ho 30 anni e non rivivo quei ricordi da anni. Ha messo a dura prova la mia relazione nonostante abbia cercato di spiegare il trauma al mio partner. Alla fine sono stato io a rompere con lui, ma soprattutto per paura dell'abbandono. Aveva suggerito di fare una pausa. Ho smesso di mandare messaggi e ho esitato tra il volerlo completamente fuori dalla mia vita e la timida speranza di poter ricostruire lentamente fiducia e sicurezza. Vuole tornare insieme prima o poi, ma ora ho difficoltà a fidarmi di lui. Penso davvero che le mie paure di abbandono siano basate sul clima attuale e sulla mia paura di trovare un lavoro / mantenermi quando non ho una famiglia su cui fare affidamento. Riesco a vedere dove sono bisognoso, ma non è tipico per me in una relazione. Anche io temo sinceramente l'abbandono a questo punto. Non sono ancora chiaro sulla differenza tra c-ptsd e bpd. Ho un'idea chiara di chi sono al centro, ma ho faticato a trovare la mia vera vocazione o un percorso di carriera definito. Direi che la mia personalità e gli interessi generali sono coerenti, mi sento solo un po 'perso. Sto finalmente cercando un terapista, ma sto cercando di mantenere un budget limitato. Non posso permettermi di vedere un dottore in questo momento. La cosa dell'abbandono riguarda solo me. Vorrei parlare con un consulente in materia di traumi, ma temo di poter effettivamente avere la BPD. Questo effetto sulla scelta della terapia in modo significativo? Sento ancora che c-ptsd abbia più senso per i miei sintomi, ma per favore sii sincero con me su questo. C'è qualcuno qui che potrebbe avere qualche intuizione?