Blog Di venicsorganic

Burnout autistico: un elemento spesso frainteso dell'autismo

Una giovane donna si siede e guarda le mongolfiere che attraversano lDurante la vita di una persona autistica, ci possono essere momenti in cui sembra che perdano abilità o mostrino segni più evidenti autismo . Ad esempio, un bambino che aveva un vocabolario di una dozzina di parole potrebbe smettere di parlare del tutto. Un adolescente socievole può trovare più difficile stabilire un contatto visivo appropriato o fare a turno nella conversazione, nonostante abbia appreso queste abilità da bambino.

Questo fenomeno è chiamato burnout autistico (o regressione autistica, a seconda della fonte). Il burnout autistico può essere molto angosciante per l'individuo autistico e la sua famiglia, specialmente se non sanno cosa sta succedendo. Tuttavia, è importante notare che il burnout autistico non è necessariamente un presagio di regressione permanente o perdita di abilità. Il recupero è possibile.

Cos'è il burnout autistico?

Il burnout autistico può verificarsi a qualsiasi età, ma di solito si verifica nei principali punti di transizione della vita, come l'infanzia, la pubertà o la giovane età adulta. Qualsiasi periodo in cui una persona sperimenta molti cambiamenti o fatica può provocare un episodio di burnout.



Bambini molto piccoli con il burnout spesso si perdono le competenze linguistiche. Alcuni bambini possono dimenticare una parte del loro vocabolario ma conservano ancora alcune parole. Altri potrebbero smettere del tutto di emettere suoni e ricorrere a gesti fisici per comunicare. I bambini autistici possono anche abbandonare comportamenti sociali precoci come rispondere al proprio nome o guardare i volti dei caregiver.

Le persone autistiche più anziane sono in grado di comunicare le loro esperienze con il burnout in un modo in cui i bambini piccoli non possono. Gli adulti hanno riportato sintomi come:

  • È aumentato sensibilità agli stimoli sensoriali , come luci fluorescenti o indumenti graffianti. La persona potrebbe aver bisogno di farlo Sappiamo più spesso per compensare.
  • Esaurimento emotivo e fisico. Ciò può impedire alle persone di impegnarsi in attività di cura di sé come la preparazione dei pasti.
  • Difficoltà a prendere decisioni, passare da un'attività all'altra e altro capacità di funzionamento esecutivo .
  • Problemi di discorso : questi possono variare dal dimenticare le parole all'incapacità di parlare affatto.
  • Abilità sociali ridotte. Man mano che le risorse cognitive di un individuo sono ridotte, possono mostrare un linguaggio del corpo autistico o modelli di discorso più stereotipati.
  • generale memoria problemi.

Non ci sono criteri diagnostici per quante abilità devono essere perse per qualificarsi come burnout autistico. La gravità e la durata dei sintomi possono variare ampiamente da individuo a individuo. Un individuo può anche avere diversi livelli di burnout in diversi momenti della vita.

Perché si verifica il burnout autistico?

Come altri tipi di sopraffazione, il burnout autistico si verifica quando le sfide della vita superano le risorse di una persona. Forse una persona sta subendo uno stress transizione di vita oppure potrebbero essersi spinti troppo forte per troppo tempo. Indipendentemente da ciò, il meccanismi di coping stavano usando non sono più sufficienti. Alcune abilità e abilità 'si interrompono' temporaneamente quando il cervello si riprende. Il cervello potrebbe impiegare un po 'di tempo per ricordare queste abilità mentre la persona si adatta alla nuova situazione.

La ricerca sul burnout autistico è ancora un campo relativamente nuovo, quindi la scienza non ha trovato una risposta definitiva sul motivo per cui i cervelli autistici reagiscono in questo modo. Una teoria è che le persone autistiche tendono ad avere alti livelli di neuroplasticità . In altre parole, i cervelli autistici possono trovare molto facile creare nuove connessioni tra le cellule nervose. La neuroplasticità può contribuire alle eccezionali capacità di risoluzione dei problemi di alcune persone autistiche. Tuttavia, il cervello a volte può reindirizzare le sue risorse lontano da determinate abilità mentre sviluppa nuove soluzioni ai problemi, portando quelle capacità temporaneamente 'offline'.

È importante notare che il burnout autistico non è un comportamento cosciente. Un individuo autistico non ignora norme sociali o trascurando il lavoro semplicemente perché sono stanchi. Non possono 'forza di volontà' per tornare al loro vecchio livello di funzionamento. In effetti, il burnout autistico è spesso causato da persone che lavorano troppo per sembrare 'normali'.

Mascheramento

Sebbene la comprensione pubblica dell'autismo sia migliorata negli ultimi decenni, la comunità autistica è ancora grave stigma . Gran parte dei media moderni continua a descrivere le persone autistiche come 'prive di emozioni', 'egocentriche' e stereotipi . Inoltre, i bambini autistici corrono un rischio maggiore di essere vittime di filicidio o omicidio da parte dei loro genitori. Tuttavia, quando questi crimini vengono alla luce, i notiziari possono descrivere gli omicidi come 'caregiver costretti a una situazione disperata' e le loro vittime come 'fardelli' (supponendo che le vittime siano discusse del tutto).

A molte persone autistiche viene insegnato fin dalla giovane età che devono 'mascherare' il loro autismo per essere accettate nella società.A molte persone autistiche viene insegnato fin dalla giovane età che devono 'mascherare' il loro autismo per essere accettate nella società. Ad esempio, i genitori possono insistere sul fatto che un bambino deve abbracciare i propri parenti per mostrare affetto, anche se la pressione degli abbracci è dolorosa per loro. Se il bambino resiste, potrebbe essere accusato di essere 'testardo' o 'egoista'. I genitori e i parenti possono rifiutarsi di provare saluti alternativi come il cinque. Il bambino apprende quindi che i propri bisogni sono meno importanti delle preferenze sociali degli altri.

Il mascheramento richiede spesso una quantità eccezionale di energia cognitiva ed emotiva. Alcune persone autistiche controllano consapevolmente il linguaggio del corpo e il tono della voce mentre parlano. Altri diventano ipervigilante per i segni che hanno accidentalmente sconvolto qualcuno. Per alcune persone autistiche, anche essere in un luogo luminoso, rumoroso o affollato può essere faticoso.

Alcune persone diventano così brave a mascherare il loro autismo diagnosi viene revocato e perdono il supporto necessario. Altri non vengono diagnosticati affatto e non vengono a conoscenza del loro autismo finché non si esauriscono. Man mano che le persone invecchiano, la loro resistenza può diminuire, riducendo la loro capacità di mascherare per lunghi periodi di tempo e rendendo più probabile il burnout.

Mito della regressione autistica improvvisa

Il burnout autistico è talvolta chiamato regressione autistica, specialmente quando ci si riferisce a neonati e bambini piccoli. Si stima che circa il 30% dei bambini autistici sperimenterà una regressione, probabilmente perché il loro cervello si sta sviluppando così rapidamente e sono quindi molto stressati. Alcune persone hanno erroneamente accusato i vaccini di causare la regressione nei bambini piccoli. Tuttavia, la regressione spesso inizia nel primo anno di vita, prima che al bambino vengano somministrati i vaccini.

Diversi studi mostrano che i bambini spesso mostrano segni di esaurimento autistico molto prima che i genitori li notino per la prima volta. Ad esempio, un bambino potrebbe mostrare segni di regressione sociale, come la mancanza di contatto visivo. I genitori potrebbero non notare questi segni perché sono intermittenti o impercettibili. Spesso i genitori non si rendono conto che c'è motivo di preoccupazione finché il bambino non mostra difficoltà con il linguaggio. I sintomi del burnout possono sembrare improvvisi ai genitori, ma in realtà fanno parte di una progressione graduale.

I bambini che soffrono di burnout autistico hanno maggiori probabilità di avere una co-occorrenza disabilità intellettuale . Tuttavia, le persone che sperimentano il burnout nella prima infanzia possono anche crescere fino a raggiungere livelli medi o addirittura eccezionali QI . Solo perché un bambino ha avuto un'interruzione nel suo sviluppo non significa che abbia perso queste capacità per sempre.

Recupero dal burnout autistico

C'è una ricerca limitata sul recupero dal burnout autistico. Le capacità di una persona autistica torneranno spesso, ma alcune abilità potrebbero richiedere più tempo per tornare rispetto ad altre. Alcune abilità potrebbero non tornare al livello in cui erano prima.

La prognosi di una persona dipende da molti fattori. Ad esempio, un adolescente che sperimenta il burnout a causa di uno stress temporaneo può avere sintomi più brevi e più lievi rispetto a una persona di mezza età che si è costretta a mascherarsi per oltre 30 anni. Le persone che si spingono al punto di esaurirsi anno dopo anno rischiano di subire una perdita di abilità più grave rispetto a quelle che hanno un episodio occasionale e ottengono supporto immediato.

Se sei un caregiver di un bambino autistico, ti consigliamo vivamente di visitare un psicologo infantile . I primi interventi terapeutici possono migliorare le capacità a lungo termine di un bambino di comunicare e affrontare lo stress. Un professionista della salute mentale può anche aiutarti a creare un ambiente domestico che corrisponda alle esigenze sensoriali di tuo figlio. Potresti anche voler vedere un file terapista familiare per discutere di eventuali dubbi sul futuro.

Se sei un adulto che soffre di burnout autistico, potresti trarne beneficio terapia individuale . Un terapista può aiutarti a difendere le tue esigenze con colleghi, amici e familiari. Un terapista può anche insegnarti la meditazione e altre abilità per affrontare lo stress. Se hai ansia clinica o depressione (molte persone autistiche lo fanno), la terapia può trattare queste diagnosi.

Durante il recupero dal burnout autistico, è importante essere pazienti con te stesso. Può essere frustrante perdere l'accesso alle abilità, ma ricorda che non è colpa tua. Durante questo periodo, può essere utile programmare delle pause durante la giornata per rilassarsi. Se hai un interesse speciale o uno stimolo che ti calma, sentiti libero di usarli quanto ne hai bisogno. Non aver paura di chiedere aiuto ad amici e familiari mentre ti stai riprendendo.

Riferimenti:

  1. Toolkit anti-filicidio ASAN[PDF]. (2019). Autistic Self-Advocacy Network. Estratto da http://autisticadvocacy.org/wp-content/uploads/2015/01/ASAN-Anti-Filicide-Toolkit-Complete.pdf
  2. Backer, N. (2015). Regressione dello sviluppo nel disturbo dello spettro autistico.Giornale sudanese di pediatria, 15(1), 21-26. Estratto da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4949854
  3. Barton, J. (2019).Burnout autistico o regressione: individui nello spettro autistico[PDF]. Estratto da https://www.scsha.net/assets/handouts/Austic%20burnout_SCSLHA_2019.pdf
  4. Dobbs, D. (2017, 2 agosto). Ripensare la regressione nell'autismo.Spettro.Estratto da https://www.spectrumnews.org/features/deep-dive/rethinking-regression-autism
  5. Kim, C. (2013, 19 dicembre). Regressione autistica e adattamento fluido. Estratto da https://musingsofanaspie.com/2013/12/19/autistic-regression-and-fluid-adaptation
  6. Roberts, W. e Harford, M. (2002). Immunizzazione e bambini a rischio di autismo.Pediatria Salute dei bambini,7 (9), 623-632. Estratto da https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2796520
  7. Ruggieri, V. L., e Arberas, C. L. (2018). Regressione autistica: aspetti clinici ed eziologici.Journal of Neurology, 66(1), 17-23. Estratto da https://europepmc.org/abstract/med/29516448

Copyright 2019 venicsorganic.com. Tutti i diritti riservati.

L'articolo precedente è stato scritto esclusivamente dall'autore sopra citato. Eventuali opinioni e opinioni espresse non sono necessariamente condivise da venicsorganic.com. Domande o dubbi sull'articolo precedente possono essere indirizzati all'autore o pubblicati come commento di seguito.

  • 4 commenti
  • Lascia un commento
  • Jeff Y

    11 agosto 2019 alle 7:29

    Grazie per averlo pubblicato. Spiega molto.

  • Allison

    18 gennaio 2020 alle 10:13

    Questo articolo certamente risuona con me. Ho perso le capacità sensoriali nella mia adolescenza e non le ho mai più riprese.

  • Gaelle

    17 maggio 2020 alle 05:24

    Mio nipote di diciotto anni
    Artemis, si è trasferita da me un anno fa.
    Da allora gli è stato diagnosticato un ASD di livello 2.
    Inoltre gli è stato recentemente prescritto il citalopram, che ha ridotto molto la sua ansia.
    Tuttavia, negli ultimi anni ha subito molti cambiamenti di vita e di conseguenza è notevolmente regredito.
    Soffre anche di una stanchezza costante.
    Ad oggi, non sono stato in grado di individuare un medico di famiglia che abbia una conoscenza operativa dell'autismo.
    Esiste un farmaco per affrontare questa continua necessità di dormire, che tu sappia, che non influisca sul citalopram che prende?
    Mi sono imbattuto in 'GoodTherapy', mentre ne cercavo uno online.

  • KateB.

    17 giugno 2020 alle 17:31

    Sarei fortemente in disaccordo con tuo nipote che ha bisogno di un nuovo medico di famiglia, soprattutto se è molto legato al suo medico di famiglia; uno nuovo lo affliggerà. GP significa 'medico generico'. Guardano l'intero sistema del corpo. Sono un ASD di livello 1 e consiglio vivamente di consultare uno psichiatra o un neurologo specializzato in disturbi dello sviluppo come l'ASD. Un terapista che usa molteplici forme di terapia per interagire come gioco, arte, cognitivo comportamentale, parlare ... in pratica, sarebbe utile anche qualcuno che fornirà un piano terapeutico a TUO nipote. Tuo nipote, che ha 18 anni, dovrebbe qualificarsi per Medicaid, SSI, SNAP e altri vantaggi come questo per alleviare l'onere finanziario anche ora che ha 18 anni ed è considerato 'una casa di uno'.