Blog Di venicsorganic

Il meglio del 2014: i 10 migliori siti web di risorse sul bullismo di estilltravel.com

Che si tratti di prese in giro, minacce, violenza o altri atti, bullismo è un problema significativo nelle scuole e nelle comunità di tutto il mondo. Solo negli Stati Uniti, quasi un terzo degli studenti riferisce di essere vittima di bullismo ogni anno scolastico e la maggior parte di coloro che sono vittime di bullismo non lo denuncia mai. I tassi di bullismo sono ancora più alti tra gli studenti che si identificano o sono percepiti come LGBTQ , studenti con disabilità , e minoranza studenti.

Oltre a qualsiasi danno fisico che possono essere inflitti, i bambini vittime di bullismo possono sperimentare una serie di problemi di salute mentale a causa della loro esposizione al bullismo, possono lotta accademicamente e potrebbero verificarsi una varietà di effetti negativi sulla salute . I bambini vittime di bullismo hanno anche 2,4 volte più probabilità di denunciare ideazione suicidaria rispetto ai coetanei non vittime di bullismo.

Sebbene la consapevolezza del bullismo sia cresciuta con Internet e i social media, anche le opportunità per il bullismo sono aumentate. Il cyberbullismo può includere la pubblicazione di messaggi offensivi, voci, foto o video e alcuni cyber bulli sono noti per creare falsi profili o persino siti Web per molestare i loro obiettivi. Il cyberbullismo è aggravato dal fatto che ciò che viene pubblicato online non è sempre facilmente cancellabile.



Trova un terapista

Ricerca Avanzata

La maggior parte degli esperti concorda sul fatto che se una persona è a conoscenza o è testimone del bullismo, la migliore linea d'azione è parlare con un insegnante, amministratore scolastico, genitore o altro adulto di fiducia che possa intervenire e perseguire misure di prevenzione appropriate.

L'istruzione è una parte importante della soluzione, ovviamente. Con questo in mente, abbiamo compilato un elenco delle 10 migliori risorse online per la prevenzione e la consapevolezza del bullismo, escluso venicsorganic.com, nel 2014. Le nostre selezioni si basano sulla qualità e la profondità di contenuti, presentazione e funzionalità.

  • NoBullying.com : NoBullying.com è stato lanciato da genitori i cui figli hanno subito episodi di bullismo, in particolare cyberbullismo. Dopo aver trovato poche risorse affidabili per i contenuti anti-bullismo, NoBullying.com è stato creato per fornire consigli pratici e informazioni utili alle persone colpite dal bullismo. Oggi NoBullying.com è una risorsa per bambini e adolescenti, educatori e genitori per condividere le loro esperienze con il bullismo e ottenere informazioni utili e credibili da esperti, inclusi psicologi, sull'argomento preoccupante.
  • StopBullying.gov : StopBullying.gov, gestito dal Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti, lavora a stretto contatto con il Dipartimento dell'Istruzione, il Dipartimento di Giustizia e altre agenzie governative per fornire informazioni sulla prevenzione del bullismo e risposte appropriate. StopBullying.gov delinea anche cos'è il bullismo e chi può essere maggiormente a rischio. I visitatori del sito possono accedere a un blog attivo, risorse per argomenti relativi al bullismo, informazioni su come parlare ai bambini del bullismo e suggerimenti su come adottare misure per risolvere una situazione di bullismo.
  • Bullying.org : Bullying.org è stato fondato dal padre e insegnante canadese Bill Belsey in risposta alla sparatoria alla Columbine High School in Colorado e ad un attacco simile nella comunità di Taber, Alberta, Canada nel 1999. Dal 2000, Bullying.org è cresciuto in una collaborazione , progetto internazionale che mira a portare positività alle persone colpite dal bullismo, aiutando le persone a capire che non sono le sole a subire atti di bullismo, che non è colpa loro e che ci sono modi positivi per affrontare il bullismo. I visitatori del sito possono trovare storie personali, corsi online, fatti sul bullismo e risorse specifiche per genere e età.
  • Il progetto Bully : The Bully Project è una campagna sociale ispirata al documentarioBullo, che ha raccontato come il bullismo abbia colpito cinque bambini e le loro famiglie durante l'anno scolastico 2009-2010. Il Bully Project ha coordinato le proiezioni del film in più di 100 città e ha creato un kit di strumenti DVD per educatori supplementari per facilitare un dialogo onesto e significativo sul bullismo nelle scuole. I visitatori del sito possono trovare informazioni sulla campagna 10 Million Kids, risorse per genitori, sostenitori ed educatori e gruppi locali dedicati a sostenere le persone colpite dal bullismo.
  • Kidpower : Kidpower è un'organizzazione internazionale senza scopo di lucro dedita alla creazione di culture di cura, rispetto e sicurezza per persone di tutte le età, abilità e ceti sociali. Kidpower si concentra sulla costruzione della fiducia e della resilienza emotiva nei bambini e negli adolescenti e offre un'ampia libreria di informazioni sulla prevenzione del bullismo. Il sito offre anche sviluppo di curriculum online e formazione agli educatori insieme a genitori, assistenti sociali e leader giovanili.
  • Stop Bullying Now Foundation : La Stop Bullying Now Foundation è un'organizzazione senza scopo di lucro che si impegna a raccogliere fondi per i distretti scolastici negli Stati Uniti per affrontare il problema del bullismo tra bambini e adolescenti. La fondazione utilizza le donazioni per assumere psicologi e relatori esperti di salute mentale nelle scuole di tutti i livelli accademici per parlare degli effetti del bullismo. Attraverso una comunicazione aperta con esperti, la fondazione mira a responsabilizzare i giovani attraverso la formazione sulle abilità di vita, la consulenza e sbocchi creativi.
  • La Cybersmile Foundation : La Cybersmile Foundation è stata fondata nel 2010 da genitori di bambini colpiti da bullismo online. La Cybersmile Foundation, una delle principali organizzazioni non profit focalizzate sull'eradicazione del cyberbullismo, sostiene coloro che sono vittime di bullismo online attraverso una presenza attiva sui social media e una linea di assistenza. I visitatori del sito possono trovare informazioni sul cyberbullismo, un blog attivo e storie personali progettate per creare una comunità di cura e supporto.
  • Centro nazionale per la prevenzione del bullismo di PACER : Il Centro PACER è stato fondato nel 1977 da genitori di bambini e giovani con disabilità ed è stato progettato per sostenere le famiglie che affrontano sfide simili. Composto principalmente da genitori, il Centro PACER lavora per migliorare la qualità della vita dei bambini attraverso l'assistenza alle famiglie, i materiali per i genitori e la leadership nella difesa di un'istruzione pubblica di qualità. Il Centro nazionale per la prevenzione del bullismo di PACER offre risorse digitali in tre categorie: per genitori ed educatori, da e per adolescenti e per gli studenti delle scuole elementari. I visitatori del sito web possono trovare video, storie personali e risorse per ispirare ed educare le comunità in modo personale e riconoscibile.
  • STOMP Out Bullismo : Un progetto di Love Our Children USA, STOMP Out Bullying è stato istituito nel 2005 per affrontare il problema del bullismo online e nelle comunità negli Stati Uniti STOMP Out Bullying si concentra sull'educazione di bambini e adolescenti su razzismo, omofobia e altre forme di odio e intolleranza . STOMP Out Bullying ha arruolato celebrità di alto profilo e ambasciatori globali per diffondere il suo messaggio di difendere gli altri, rispettare i coetanei e l'importanza della leadership nelle scuole. I visitatori del sito web possono trovare video e messaggi di celebrità, storie personali di giovani, un blog attivo e fatti sul bullismo.
  • Il blog anti-bullo : L'Anti-Bully Blog è un progetto di Get Out The Box, Inc., un'organizzazione senza scopo di lucro dedicata a ispirare i giovani di tutto il mondo attraverso programmi di doposcuola e tutoraggio. Il blog include video, canzoni ispiratrici e articoli sul bullismo e sull'autostima rivolti a adolescenti, insegnanti e genitori.

Hai un sito web che vorresti vedere nella nostra Top 10? Lo consiglio Qui .

Riferimenti:

  1. Statistiche sul bullismo. (2013). Estratto da http://www.bullyingstatistics.org/content/facts-on-bullying.html
  2. Statistiche sul bullismo. (n.d.). Estratto da http://www.pacer.org/bullying/about/media-kit/stats.asp
  3. Espelage, D.L. e Holt, M. K. (2013). Ideazione suicidaria ed esperienze di bullismo scolastico dopo aver controllato la depressione e la delinquenza.Journal of Adolescent Health,53.

Copyright 2014 venicsorganic.com. Tutti i diritti riservati. Autorizzazione alla pubblicazione concessa da adfsadfs, terapista di Schenectady, New York

  • 8 commenti
  • Lascia un commento
  • Donna G.

    17 dicembre 2014 alle 10:47

    Grazie mille per questi perché stiamo affrontando questo ora con un paio di bambini alla scuola dei miei figli. Viene preso in giro senza pietà per cose che sono molto al di fuori del suo controllo e lo turbano molto. La cosa che gli fa più male, penso, è che questo viene da ragazzini che un giorno sembravano suoi amici e ora dall'oggi al domani è come se si fossero trasformati nel suo peggior nemico. è troppo giovane per capire che le cose che dicono questi bulli non hanno davvero un impatto reale su chi è come persona né dovrebbe lasciare che questo definisca ciò che sente di se stesso. Ma lui ha 10 anni ed è molto più facile per me capirlo che per lui.

  • David

    17 dicembre 2014 alle 15:54

    I siti web vanno tutti bene ma penso che tutti sappiamo che questo è un cambiamento che DEVE iniziare sia con la cultura di casa che con quella a scuola.

  • Carolyn

    18 dicembre 2014 alle 03:51

    Non sono nemmeno sicuro del motivo per cui i numeri siano diventati così alti con sempre più episodi di bullismo segnalati, ma so che è così doloroso sia per i bambini che per le famiglie, ed è bello vedere che ce ne sono così tanti risorse a loro disposizione di cui possono trarre vantaggio. Essere vittima di bullismo e dover sopportare quel ridicolo e il dolore può portare via così tanto da chiunque, e ci sono momenti in cui tutti voi vi sentirete come se non ci fosse a chi rivolgervi per qualsiasi aiuto che possa fare qualcosa di buono. Questi sono siti che mostrano che questo può essere combattuto e vinto. Questo di per sé restituisce parte del potere che i bulli hanno spogliato,

  • Frannie

    18 dicembre 2014 alle 11:16

    Attendo sempre con ansia il conto alla rovescia di fine anno praticamente ovunque, non mi aspettavo di vederne alcuni anche qui, ma sono contento di averlo fatto!

  • Contro

    19 dicembre 2014 alle 11:24

    Adoriamo nobullying.com! Mi piace che questo venga raccontato dal punto di vista di genitori e figli che si sono trovati nella stessa identica situazione in cui potresti vivere in questo momento e ci sono tutti i tipi di suggerimenti e suggerimenti per farcela.

  • decano

    19 dicembre 2014 alle 17:08

    È così strano per me che tu non abbia mai sentito parlare di bullismo così tanto fino a pochi anni fa, e ora sembra essere qualcosa di cui parliamo tutti in ogni momento. Pensi che il bullismo sia diventato di per sé più diffuso o ci sono solo così tanti ragazzi che ora sono effettivamente disposti a alzarsi in piedi e parlarne?

  • Tutti e due

    21 dicembre 2014 alle 13:52

    I genitori né gli studenti dovrebbero intraprendere questo compito da soli. Penso che siti web come questo forniranno loro informazioni preziose che potrebbero non essere in grado di ottenere da nessun'altra parte, perché a volte si tratta solo di stare con gli altri e parlare con loro che hanno sperimentato la stessa identica cosa che hai tu.

  • Veronica

    23 dicembre 2014 alle 16:28

    Non sono nemmeno sicuro che sappiamo come fermare tutto il bullismo semplicemente a causa della facilità con cui il bullismo informatico è per alcuni e della velocità con cui può sfuggire al controllo. Può essere un incubo per alcuni bambini perché dici loro di stare alla larga da queste persone e fanno del loro meglio, ma poi sono continuamente perseguitati anche online. Posso capire quanti di questi bambini arrivano al punto in cui abbastanza è abbastanza e non sanno più come gestire tutto. Mi auguro che ci sia una fine in vista per alcune di queste cose e che ci sia qualcuno che possa trovare conforto e conforto nelle storie e nei suggerimenti degli altri.