Blog Di venicsorganic

Oltre l'esistenza: imparare a vivere di nuovo

donna alla guida di autoRicordo spesso di aver appreso il concetto di 'ipnosi autostradale' durante il corso di istruzione per autisti della mia scuola superiore. Per qualche ragione, mi ha affascinato. Ogni volta che mi trovavo in un incantesimo di questa ipnosi autostradale, ripensavo a quel giorno in classe.

L'ipnosi autostradale è uno stato in cui si può guidare un'automobile per distanze senza avere alcun ricordo del viaggio. Durante questo stato, un individuo è in grado di rispondere in modo sicuro agli eventi esterni, ma non è attivamente cosciente di farlo. Non ricordare il viaggio di ritorno a casa dal lavoro - i colpi di scena, le svolte, i soliti potenziali pericoli evitati - è un esempio comune.

Trova un terapista

Ricerca Avanzata

Quanti di noi lo fanno con altre aree della nostra vita? Quando una persona viene da me con la consapevolezza di aver attraversato la vita rispondendo a eventi esterni senza essere realmente cosciente o consapevole degli eventi, questo è ciò che io chiamo esistenza. Cosa succede alle persone che iniziano a esistere semplicemente e cosa si può fare per cambiarlo? In questo post, spero di affrontare il motivo per cui le persone si muovono e cosa si può fare per iniziare a vivere.



Cosa significa esistere?

L'esistenza è uno stato dell'essere. A meno che non siamo morti, siamo tutti esistenti. Il modo in cui comprendiamo, percepiamo e onoriamo che l'esistenza è ciò che sarà diverso. La maggior parte degli individui vive l'esistenza, non la vita. Non diversamente dall'ipnosi autostradale, quando sei in uno stato di esistenza, sei in grado di rispondere a stimoli esterni senza esserne cosciente o consapevole. Nel corso del tempo, questa inconsapevolezza porta a una sensazione interna di 'qualcosa non va'.

Passando attraverso le mozioni?

La parte più difficile dell'essere / esistere è attraversare la vita senza sapere che lo stai facendo. Invece di essere consapevoli di ciò che stiamo provando, la maggior parte di noi si ritroverà a fare le stesse cose giorno dopo giorno. Potresti sentirti esausto ogni notte. Forse sei frustrato con il tuo situazione lavorativa , situazione relazionale , ecc. Potresti ritrovarti a lamentarti costantemente o ad avere l'ardente desiderio di lamentarti di qualcosa. Molti si rivolgono ad abitudini comuni come mangiare senza cervello, binge drinking, fare acquisti, comportamenti promiscui, ecc. Potresti svegliarti sentendoti irritabile, stanco, triste, arrabbiato o tutte queste cose. Tuttavia, se sei come la maggior parte di noi, probabilmente non ti sei nemmeno reso conto di fare queste cose fino a quando non sei arrivato a questa frase.

Gli individui che stanno attraversando i movimenti, sentendosi bloccati in un solco, esistenti, quasi sempre non sono consapevoli dei loro sentimenti, emozioni e comportamenti. Sono in grado di rispondere agli stimoli esterni, ma poiché non sono consapevoli, non sono in grado di capire veramente come i loro sentimenti verso il lavoro li stiano logorando, o come potrebbero essere depresso a causa della difficoltà nella loro relazione. Spesso rispondono a stimoli esterni, sperando che la risposta cambierà le cose, ma se non sono consapevoli di ciò che sta accadendo, molto probabilmente la loro risposta a stimoli esterni perpetuerà solo la loro esperienza.

Vuoi iniziare a vivere?

Se stai identificando che potresti esistere da un po 'di tempo, è ora di iniziare a vivere. Inizia con la creazione di una vita di consapevolezza. È molto più facile per me scrivere questo che scriverlo; tuttavia, con sforzi realistici e consapevoli per creare consapevolezza, svilupperai lentamente una capacità più naturale di controllare te stesso e diventare consapevole di ciò che stai facendo, sentendo, pensando, ecc.

Un modo per iniziare è impostare una sveglia ogni ora. Quando la sveglia suona, prenditi un momento per controllare te stesso. Cerca di capire se stavi pensando a una cosa mentre facevi qualcos'altro. Eri consapevole di quello che stavi facendo? Conosci le varie cose che hai appena fatto? Identifica a cosa stavi pensando. Spesso i nostri pensieri hanno bisogno di essere riconosciuti. Prenditi un momento per riconoscere il tuo pensiero, quindi torna al compito effettivo.

Puoi anche impegnarti consapevolezza ed esercizi di respirazione profonda per aiutarti a trovare modi per controllare il tuo pensiero. In questi esercizi, mentre ti concentri su una cosa, l'obiettivo è notare qualsiasi spostamento; al momento noti la deriva, riconoscilo e poi rimetti a fuoco il compito a portata di mano.

Aiuta anche a prenderti del tempo per chiederti se sei felice e cosa felicità è per te. Molti di noi rimangono bloccati perché la felicità è un obiettivo finale. Trova i modi per rendere la felicità il viaggio, non la destinazione.

Infine, lascia andare l'aspettativa di dover capire tutto da solo. Cerca un aiuto professionale; in questo modo, puoi imparare a vivere veramente la vita, non solo a esistere.

Copyright 2013 venicsorganic.com. Tutti i diritti riservati. Autorizzazione alla pubblicazione concessa da Pooja Shah, PsyD, terapista a Bakersfield, California

L'articolo precedente è stato scritto esclusivamente dall'autore di cui sopra. Eventuali opinioni e opinioni espresse non sono necessariamente condivise da venicsorganic.com. Domande o dubbi sull'articolo precedente possono essere indirizzati all'autore o pubblicati sotto forma di commento.

  • 4 commenti
  • Lascia un commento
  • ogni

    9 ottobre 2013 alle 15:12

    Dopo il mio divorzio esistevo, ma non vivevo. Non ero pienamente parte della vita quotidiana di cui dovevo far parte. Ho sofferto, il mio lavoro ha sofferto e mi vergogno di dire che anche i miei figli hanno sofferto.

    Ho ricevuto un'enorme sveglia dai miei genitori per farmi capire che la vita va avanti, anche se davvero non pensavo di volerlo. Lo ha fatto, i bambini l'hanno fatto, e così ho dovuto farlo anche io. Era difficile da sentire, ma avevo bisogno che me lo dicessero per svegliarmi e sentire l'odore del caffè.

    Ci sono voluti tempo e guarigione, ma sto tornando dove voglio essere che è di nuovo pienamente presente. So che non devo fare affidamento su qualcun altro per rendermi completo, ma si tratta solo di trovare un modo per rendermi completo senza quell'altra persona che è la parte difficile.

  • Marjorie Snyder

    9 ottobre 2013 alle 16:05

    Mentre mi preparo al pensionamento, una delle mie preoccupazioni stava diventando superflua, fuori dal mondo, non necessaria, quindi mi sono rivolto al blog e mi sono posto l'obiettivo di un post al giorno per un anno. Dopo due mesi in cui ho dovuto prestare attenzione a me stesso, e alle cose intorno a me devo confondere che avevo dormito per molti anni camminando nella mia vita.

    Volere una foto di un'alba ha significato prestare attenzione all'alba, ecc. Ho sempre viaggiato pensando di catturare i miei pensieri e le mie esperienze quando in realtà mi sono lamentato del mio sonno durante la vita. Volevo aggiustare qualcosa che non aveva bisogno di essere aggiustato, dovevo solo svegliarmi e viverlo momento per momento.

    Marjorie

  • Lorna

    10 ottobre 2013 alle 03:49

    Mi chiedo quante persone ci siano davvero che stanno semplicemente facendo i movimenti e fingono di essere vivi quando stanno morendo solo interiormente.

  • Shannon

    11 ottobre 2013 alle 03:50

    Non ti rendi conto del danno che stai facendo a te stesso e alla tua famiglia vivendo la vita in questo modo
    non intonare i nostri bisogni
    e nemmeno quelli della tua famiglia