Blog Di venicsorganic

Rompere il silenzio: 5 modi per sostenere i sopravvissuti alla violenza sessuale

La foto mostra la vista posteriore di due persone con i capelli lunghi che indossano cappotti seduti sul retro del banco dallGiugno è riconosciuto come mese nazionale della sensibilizzazione sul disturbo da stress post-traumatico. Una delle popolazioni più a rischio di sviluppo stress post traumatico sono sopravvissute ad aggressioni sessuali. Infatti, violenza sessuale è l'evento che più comunemente causa stress post-traumatico tra le donne, con il 94% che riferisce sintomi durante i primi 14 giorni (Riggs, Murdock e Walsh, 1992). Inoltre, il 30% dei sopravvissuti ad aggressioni sessuali continua a manifestare sintomi di disturbo da stress post-traumatico nove mesi dopo (Rothbaum e Foa, 1992). Secondo il National Crime Victimization Survey (2007), una donna viene aggredita sessualmente da qualche parte negli Stati Uniti ogni 120 secondi.

Purtroppo, la violenza sessuale è ancora avvolta da un mantello di silenzio a causa del stigma molte persone si associano allo stupro. Nonostante ciò, la ricerca ha identificato che il 92% dei sopravvissuti rivela cosa è successo ad almeno una persona a loro vicina, come un familiare, un altro significativo o un amico fidato. Sfortunatamente, queste rivelazioni non sempre trovano sostegno. In effetti, ovunque dal 25% al ​​75% dei sopravvissuti che condividono informazioni sul loro evento traumatico sperimentano una risposta negativa o non di supporto da almeno una persona nel loro sistema di supporto personale (Campbell, Ahrens, Wasco, Sefl, & Barnes, 2001 ; Golding, et al., 1989; Filipas & Ullman, 2001).

Trova un terapista per trauma / PTSD

Ricerca Avanzata

Questi numeri attestano in modo allarmante perché i sopravvissuti spesso soffrono in silenzio. Se si confidano con qualcuno, rischiano di essere incolpati, giudicati o, peggio, non creduti. Questi tipi di risposte negative possono essere ulteriormente traumatizzanti e riportare i sopravvissuti in un mondo di segretezza in cui la guarigione viene ritardata o addirittura ostacolata.



È giunto il momento di creare una cultura in cui i sopravvissuti all'aggressione sessuale possano sentirsi sicuri e sicuri nel condividere le loro esperienze. I sopravvissuti dovrebbero essere in grado di trovare tregua nel condividere il loro trauma mentre lo ricevono con sostegno, calore e rispetto. Il mese della sensibilizzazione sul disturbo da stress post-traumatico può essere una campagna per il cambiamento. Solleviamo i sopravvissuti con parole di sostegno e convalida. Allo stesso tempo, smettiamo di accettare i miti sullo stupro che perpetuano e contribuiscono alle risposte negative alla rivelazione.

È giunto il momento di creare una cultura in cui i sopravvissuti all'aggressione sessuale possano sentirsi sicuri e sicuri nel condividere le loro esperienze.

Inoltre, questo cambiamento di paradigma in cui i sopravvissuti sono inequivocabilmente supportati consente a tutti di svolgere un ruolo fondamentale nell'attenuazione dei sintomi del disturbo da stress post-traumatico. Quando i sopravvissuti rivelano il loro trauma e sperimentano una risposta sociale positiva, ciò promuove la guarigione, un recupero più rapido e un minor numero di sintomi di disturbo da stress post-traumatico (Ullman & Peter-Hagene, 2014).

Ecco alcuni modi efficaci per stare al fianco di un sopravvissuto e supportarlo quando rompono il loro silenzio. Ricorda l'acronimoCORAGGIOSO- il che è facile, poiché incarna ogni sopravvissuto a un trauma sessuale. BRAVE serve un modello di comunicazione da utilizzare come guida per segnalare cinque tipi di risposte positive che aiutano a promuovere la guarigione per i sopravvissuti alla violenza sessuale.

  • Believe: Forse la reazione più importante che dovresti avere quando sostieni un sopravvissuto è credergli. Anche se condividono informazioni difficili da ascoltare, devi comunicare loro che credono. Prova a dire: 'Ti credo e mi dispiace così tanto che sia successo. Non sei responsabile di quello che è successo. Non sei colpa tua. '
  • Rfonti: Fai loro sapere che non sono soli e che ci sono risorse per aiutare, non importa dove si trovino nel loro viaggio di guarigione. Risorse come RAINN (Rete nazionale stupro, abuso e incesto) e PAVE (promozione della consapevolezza / responsabilizzazione delle vittime) sono organizzazioni nazionali riconosciute contro la violenza sessuale che offrono una pletora di risorse e materiali educativi per i sopravvissuti e i loro cari. Un'altra grande risorsa è il tuo centro locale di crisi degli stupri. Molte comunità hanno sostenitori che possono andare con il sopravvissuto all'ospedale o alla stazione di polizia se decidono di denunciare l'aggressione. Per coloro che potrebbero essere interessati a cercare una consulenza professionale informata sul trauma, elenchi come venicsorganic.com possono aiutare un sopravvissuto mettersi in contatto con uno specialista in traumi vicino a loro.
  • PERConferme / Affermazioni: offrire supporto emotivo e fornire affermazioni che riconoscono la forza e il coraggio del sopravvissuto di muoversi verso un cambiamento positivo attraverso la condivisione. Esempi di affermazioni potrebbero includere: 'Grazie mille per il tuo coraggio e il tuo coraggio nel condividere questo con me'. 'Sono così onorato che ti fidi di me e ti sei sentito abbastanza sicuro da dirmelo.' 'Sono sbalordito dalla tua forza di sopravvivere e parlo dell'esperienza della violenza sessuale.'
  • Voice: Ogni sopravvissuto deve sapere di avere una voce e che verrà ascoltata. Ricorda, molti sopravvissuti si sentono come se la loro voce fosse stata portata via dal trauma e potrebbero sentirsi ulteriormente zittiti dalla cultura dello stupro. Di conseguenza, fornire loro uno spazio sicuro per parlare mentre si ascolta - senza giudizio, senza interruzioni, senza interrogare domande - può essere eccezionalmente curativo. Non sottovalutare il tuo valore come ascoltatore.
  • Empower: Ai sopravvissuti è stato tolto il controllo dall'assalto. Uno dei tuoi diritti più basilari come essere umano è decidere cosa succede al tuo corpo, e questo è stato gravemente violato. Pertanto, è fondamentale che i sopravvissuti si sentano di nuovo in controllo. Hanno bisogno di sentirsi autorizzati a fare delle scelte. In particolare, i sopravvissuti devono ristabilire il controllo sui propri confini fisici. Anche se un tocco delicato sul braccio o un abbraccio può aiutare qualcuno a sentirsi curato e protetto, non puoi presumere che sia comodo. È consigliabile chiedere il permesso e sentire un 'sì' affermativo che si sentono a proprio agio con il tatto prima di fare qualsiasi gesto fisico. Altre dichiarazioni di potere possono includere: 'Come posso supportarti al meglio in questo momento?' 'Di cosa hai bisogno da me?'

Conclusione

Con il modello di comunicazione BRAVE, quando un sopravvissuto alla violenza sessuale infrange il silenzio condividendo, puoi essere pronto a rispondere con gentilezza, compassione e le cure gentili che i sopravvissuti meritano. La tua risposta potrebbe essere parte integrante del loro processo di guarigione.

Riferimenti:

  1. Campbell R., Ahrens C., Wasco S., Sefl T., & Barnes, H. (2001). Reazioni sociali alle vittime di stupro: effetti curativi e dolorosi sui risultati di salute psicologica e fisica.Violenza e vittime,16(3), 287-302.
  2. Filipas, H. H. e Ullman, S. E. (2001). Reazioni sociali alle vittime di violenza sessuale da varie fonti di supporto.Violenza e vittime,16(6), 673-692.
  3. Golding, J. M, Siegel, J. M., Sorenson, S. B., Burnam, M. A., & Stein, J. A. (1989). Fonti di supporto sociale a seguito di violenza sessuale.Journal of Community Psychology, 17(1), 92-107.
  4. Rothbaum, B. O. e Foa, E. B. (1992). Sottotipi di disturbo da stress post-traumatico e durata dei sintomi. In J. R. T. Davidson e E. B. Foa (a cura di)Disturbo post-traumatico da stress: DSM-IV e oltre. Washington, DC: American Psychiatric Press.
  5. Rothbaum, B. O., Foa, E. B., Riggs, D. S., Murdock, T., & Walsh, W. (1992). Esame prospettico del disturbo da stress post-traumatico nelle vittime di stupro.Journal of Traumatic Stress, 5(3), 455-475.
  6. Ullman, S. E. e Peter-Hagene, L. (2014). Reazioni sociali alla divulgazione di aggressioni sessuali, coping, controllo percepito.Journal of Community Psychology,42(4): 495-508. doi: 10.1002 / jcop.21624
  7. Indagine nazionale sulla vittimizzazione della criminalità. (2007). Dipartimento di giustizia degli Stati Uniti. Estratto da https://www.bjs.gov/index.cfm?ty=dcdetail&iid=245

Copyright 2017 venicsorganic.com. Tutti i diritti riservati. Autorizzazione alla pubblicazione concessa da Michelle Kukla, PsyD , terapista a Palatine, Illinois

L'articolo precedente è stato scritto esclusivamente dall'autore sopra citato. Eventuali opinioni e opinioni espresse non sono necessariamente condivise da venicsorganic.com. Domande o dubbi sull'articolo precedente possono essere indirizzati all'autore o pubblicati come commento di seguito.

  • 12 commenti
  • Lascia un commento
  • Colette

    19 giugno 2017 alle 11:02

    Penso che ci siano troppe volte in cui dimentichiamo che le nostre reazioni alle cose che qualcuno condivide con noi possono essere tanto importanti quanto le cose che condivide.
    Se siamo pronti e desiderosi di mostrare loro amore e compassione, pensa a quanto deve sentirsi più facile per loro condividere questi dettagli intimi e spaventosi con noi.
    Se ci comportiamo in modo scostante e indifferente, pensi che sarebbe molto facile per loro farci sapere le cose che sono successe loro?

  • Dott.ssa Michelle Kukla

    19 giugno 2017 alle 15:17

    Hi Colette,
    Le tue dichiarazioni di cui sopra sono ben dette. Sì, l'amore e la compassione producono potenti forze di guarigione. Basta aggiungere più cuore a tutte le nostre relazioni produrrà una cultura più calda per la quale i sopravvissuti possono rimuovere liberamente il mantello del silenzio e uscire dalle ombre della vergogna che li zittisce! È ora di porre fine allo stigma della vergogna come sopravvissuto. Ecco perché ho creato il modello BRAVE perché racchiude ogni sopravvissuto. Saluti a un futuro in cui i sopravvissuti non devono più temere una reazione negativa quando rivelano il loro trauma! Colette, hai scritto la ricetta per metterci su quella strada!

  • jenna

    19 giugno 2017 alle 14:07

    Il mio problema è però che ho paura di dire e fare la cosa sbagliata. E se avessi detto accidentalmente qualcosa che li avrebbe fatti sentire ancora peggio riguardo alla situazione? Non credo che lo gestirò molto bene se causassi loro ancora più dolore.

  • Dott.ssa Michelle Kukla

    19 giugno 2017 alle 15:01

    Ciao Jenna, il fatto che ti stia dedicando del tempo per leggere questo articolo e fare un commento la dice lunga sulla tua attenzione e sensibilità per i sopravvissuti che rompono il loro silenzio. È un inizio meraviglioso! Se ricordate solo la 'B' nel modello BRAVE che sta per 'credo', questo sarà di grande aiuto e andrà avanti. Dire a un sopravvissuto di violenza sessuale che gli credi quando lo rivela e di riservare uno spazio di sicurezza per lui lo aiuterà nel suo processo di guarigione. Jenna, non c'è niente di sbagliato nel chiedere al sopravvissuto come puoi sostenerlo al meglio. Non sottovalutare il tuo valore per sederti con un sopravvissuto che ti ha rivelato e fargli sapere che sei lì, che non vai da nessuna parte e che gli CREDI! Ancora una volta, grazie per aver preso la cura di commentare e sentiti sempre libero di fare riferimento a questo articolo per ulteriore supporto!

  • jenna

    20 giugno 2017 alle 11:21

    Grazie per questa affermazione.

  • Courtney

    23 giugno 2017 alle 13:05

    Non c'è una persona là fuori che avrà sempre le parole giuste per tutto il tempo. Ma a volte un abbraccio e un sorriso possono fare molto anche quando le parole mancano.

  • Dott.ssa Michelle Kukla

    23 giugno 2017 alle 14:43

    Assolutamente così vero, Courtney! Finché fai il check-in con il sopravvissuto per assicurarti che si senta a suo agio con un abbraccio, questo può essere un modo meraviglioso per avvolgerlo in cure e sostegno!

  • Dave

    26 giugno 2017 alle 2:27

    Sono oltremodo distrutto o schiacciato, ma più come completamente distrutto da ciò che è accaduto. Crescendo in una casa cristiana, ero completamente al riparo senza alcuna conoscenza delle diverse conseguenze a lungo termine, problemi mentali ed emotivi progressivi che possono sviluppare un sopravvissuto ad abusi sessuali su minori a lungo termine da parte di un genitore. Ero così disinformato che quando ho saputo che era successo a mia moglie non avevo la minima idea del significato di quell'informazione che mia moglie non era affatto felice di condividere con me. L'ampio danno di vasta portata arrecato alla salute mentale ed emotiva di mia moglie era molto al di sopra della mia comprensione e francamente era così estraneo a me che non avevo alcun punto di riferimento per giudicare la serietà della sua storia. All'età di sei anni e fino all'età di 15 anni, suo padre ha abusato di lei violentemente. Ci siamo sposati 18 anni dopo e io ero il suo terzo marito. I primi anni sembriamo entrambi abbastanza felici, tuttavia mi ha detto continuamente cose sulle sue preferenze intime durante il nostro fare l'amore. All'inizio ero impallidito quando mi ha detto di fare questo o quello e che le piaceva davvero questa o quella cosa in particolare e ad un certo punto ho risposto 'oh buon Dio tesoro, le persone normali non lo fanno! Si era impegnata ed era molto esperta in pratiche sessuali di cui in alcuni casi non avevo mai nemmeno sentito parlare. Dopo meno di una mezza dozzina di anni iniziò a diventare molto distante e fredda emotivamente e si stava ritirando e ritirandosi dal partecipare a una vera relazione coniugale. Quando siamo stati sposati per 11 anni, mia moglie non era mai a casa, non teneva la nostra casa cucinare i nostri pasti o fare il bucato e aveva sviluppato il suo gruppo di amici a cui non ero il benvenuto o con cui non potevo partecipare alle loro uscite e attività. Era stata molto coinvolta con la nostra chiesa e aveva iniziato ad essere estremamente attiva nel lavoro di beneficenza e soprattutto nell'essere un cappellano certificato della prigione della contea sotto la guida del ministero della prigione della nostra chiesa che controllava tutte le attività relative ai cristiani nella prigione della contea. Ha dato consulenza con le donne detenute e alla fine ha sviluppato un programma di assistenza carceraria il giorno dopo come life coach per aiutare queste donne a cambiare la recitazione degli schemi distruttivi nelle loro vite e ad apprendere migliori capacità sociali e di coping. Era molto conosciuta nella nostra comunità, molto rispettata, le veniva spesso chiesta la sua opinione su un detenuto da un giudice, da un addetto alla libertà vigilata o da un agente per la libertà vigilata. Poi un fulmine ha colpito all'inizio della primavera del 2013. Per circa cinque anni prima ho avuto la sensazione viscerale, otto istinti che qualcosa non andasse molto, ma niente su cui non potessi mettere il dito in particolare perché tutte le attività di mia moglie fuori casa sembrano essere attività sicure basate sulla fede. Nondimeno ho una crescente sensazione che qualcosa fosse un piede e lungo la strada avevo osservato mia moglie recitare in modi che non sembravano adattarsi al suo carattere e alla sua personalità quando era con certi uomini. Avevo sviluppato una carriera di grande successo come rappresentante tecnico di vendita e avevo raggiunto i vertici nel mio settore come il venditore tecnico più produttivo negli Stati Uniti e in 28 paesi esteri in cui operano le mie organizzazioni commerciali. Durante quella settimana di tempo libero sono stato ovviamente esposto a un numero incalcolabile di ore di formazione alla vendita che includeva anche imparare a riconoscere e leggere il linguaggio del corpo e segnali inconsci che tutti noi esibiamo nella nostra vita quotidiana. Mentre guardavo mia moglie durante questi episodi di animazione, non potevo credere ai miei occhi per ciò che il suo linguaggio del corpo stava segnalando. Niente di peggio dell'eccitazione sessuale e dei segnali inconsci a quegli uomini che era pronta e desiderava rapporti sessuali. Non riuscivo a credere a quello che pensavo di vedere, l'ho ignorato e mi sono detto che stavo immaginando o mi mancava la lettura di mia moglie. Ma poi nel mille e 13 all'inizio della primavera l'ho trovata profondamente coinvolta emotivamente in una relazione online che progettava di portarli nella nostra comunità dal paese straniero e in realtà l'avevo invitato a trasferirsi a casa mia! Ho scoperto questa relazione in privato e alla presenza del nostro pastore della chiesa. Era scioccata ma completamente esposta e catturata, quindi non ha offerto alcun rifiuto, ma ha fatto uno sforzo estremo per ridurre al minimo la relazione, tuttavia si è scusata ha detto di aver commesso un errore che mi ama, vuole stare con mia moglie per il resto delle nostre vite e per favore don ' t divorziare da lei. L'ho data e abbiamo avuto consulenza matrimoniale con il nostro pastore per diversi mesi. Le cose andarono sempre peggio e peggio e cominciai a diventare sempre più sospettoso delle sue attività e avevo quella crescente sensazione interiore che qualcosa fosse terribilmente sbagliato. Alla fine ci siamo separati nell'autunno del 2015 quando lei si è trasferita da suo padre che era molto malato e stava per perdere la gamba a causa delle complicazioni del diabete. Siamo stati separati per sei mesi prima che lei tornasse a casa. In quel periodo ho salutato la mia bolletta del cellulare aumentando ogni mese. Alla fine sono andato online e ho guardato il mio account e ho ispezionato il testo e l'utilizzo dei dati nel mio buco ho scoperto che mia moglie in quel momento faceva una media di circa 7000 messaggi a settimana centinaia e centinaia di telefonate da tutto il paese e in tutto il nostro stato, comprese le chiamate da diverse basi militari! Aveva migliaia di amici su Facebook, quindi ho iniziato a cercare al contrario i numeri di telefono del figlio che ho visto messaggi di testo eccessivi avanti e indietro e chiamate eccessive caricare il mini testo e le chiamate a tarda notte o nelle prime ore del mattino e impiegare molto tempo per quelle chiamate. Ho aperto conti presso diverse agenzie di controllo dei precedenti e ho iniziato a rintracciare la proprietà di questi numeri di telefono che inviavano messaggi e parlavano avanti e indietro con mia moglie. Ho anche eseguito un controllo dei precedenti su mia moglie e sono rimasto scioccato quando hanno eseguito una scansione sui siti di social media che mia moglie era su una mezza dozzina o più di quei siti oltre a Facebook e con mio orrore l'ho trovata elencata come membro in primo piano di un sito di incontri che non era altro che un sito di chiamate bottino! Un membro in primo piano è un titolare del conto dei soldi extra dei piselli da pubblicizzare più pesantemente in modo che possano incontrare più persone con cui uscire o avere relazioni. Non riuscivo più a tenere la bocca chiusa e riesco a trovare mia moglie con uno screenshot del profilo sul sito di appuntamenti e schermate dell'elenco delle compagnie telefoniche di messaggi di testo e chiamate con le date le volte la lunghezza del luogo in cui hanno avuto origine le chiamate da e poi le dissi che avevo invertito la ricerca di molti numeri di telefono e che potevo darle i nomi degli uomini con cui sospettavo che avesse delle relazioni. È diventata una rabbia fuori controllo e ha negato tutto ciò che mi diceva che ero un pazzo in quanto non avrebbe risposto a nessuna delle mie domande e che se avessi scoperto qualcosa sarebbe perché l'avrei scavata dalle radici! Dopo il suo ritorno a casa ha continuato a girare su Facebook per una quantità ordinata di tempo e ha sempre custodito il suo cellulare e iPad come un pitbull custodisce una bistecca! Se si alzava alle 3:30 o alle quattro del mattino per andare in bagno portava con sé il cellulare e l'iPad! Non mi dava accesso per guardare il suo telefono o controllare i suoi messaggi o altro. Ciò ha fatto sì che la mia mancanza di fiducia in lei e il sospetto raggiungessero livelli estremi e mi sentivo come se sapessi cosa stava succedendo, ma con le sue smentite avrei dovuto esporlo e dimostrarle che sapevo che mentiva nel formare relazioni con gli altri uomini. Quando ebbi finito, avevo scoperto così tante relazioni con gli uomini che la mente era sbalorditiva. Ho anche scoperto i rapporti con le donne. Attraverso l'utilizzo di programmi di recupero dati sono stato in grado di estrarre testo immagini cancellate Conversazione WhatsApp Conversazioni Snapchat e-mail che sono state cancellate da molti dei suoi vecchi telefoni cellulari risalenti a quasi 12 anni fa. Quei testi erano la prova che aveva rapporti sessuali con più uomini, aveva relazioni con uomini sposati, era volata nella nostra città da fuori dallo stato per incontrarla negli hotel, ho recuperato fotografie cancellate che includevano foto nude di donne giovani e anziane , foto del viso di Michlen e immagini gentili delle parti intime dei mini uomini. Anche molte foto di mia moglie incluso un video che aveva fatto segretamente di lei e io mentre facevamo attività sessuali. Ho scaricato la sua foto cancellata più sexy in uno speciale motore di ricerca che ha rivelato che era stata pubblicata su 381 diversi siti Internet. Ecco la progressione, subito dopo il suo rifiuto di permettere a suo padre di abusare di lei comunque più a lungo sotto la minaccia che chiamava le autorità a 15 anni ha iniziato su una furia di rapporti sessuali con a volte quattro o cinque uomini diversi a settimana. Questa attività è continuata durante il suo primo e secondo matrimonio e non ha nemmeno rallentato quando lei e io ci siamo sposati e non si era interrotta o modificata in ogni caso fino a questi ultimi mesi. Aveva sviluppato un metodo molto sofisticato per esporsi agli uomini di persona o online per stabilire una connessione amica e poi lentamente iniziare sottilmente a mostrare segni per dare segnali all'uomo che era vulnerabile e disponibile per attività sessuali. Se non trasformassero l'amicizia in una relazione sessuale entro 4-6 settimane dall'amicizia in linea, lei abbandonerebbe il film chiamato e ricomincerebbe il processo con un altro uomo. Ho documentato le immagini dei messaggi di testo delle comunicazioni dirette e tutto ciò che risale a 11 anni nella storia. E le attività con questi uomini nel corso di 11 anni attraverso l'account della mia compagnia telefonica e i programmi di recupero dei dati, ho utilizzato più società di ricerca in background, facendo telefonate e parlando con uomini direttamente o parlando con il coniuge. Ho avuto le confessioni di molti dei suoi amanti che non avevano idea che mia moglie fosse diventata un predatore e li avesse attirati a compiere atti sessuali abusivi su di lei per soddisfare i suoi impulsi e impulsi che non aveva il potere di controllare! Ho presentato tutta la mia documentazione al mio migliore amico nella vita con cui sono cresciuto e che conosco da più tempo di qualsiasi altro essere umano al di fuori dei parenti stretti. Il mio amico è uno dei principali psicologi nel mio stato ed è stato l'uomo che ha scritto il piano di trattamento della droga con i protocolli per i programmi finanziati dallo stato, nonché il direttore di tutti i centri di trattamento interni di proprietà dello Stato. Il mio amico che è come un fratello ha immediatamente riconosciuto la serietà quando ho avuto la mia prima conversazione al telefono con lui e prima ancora che ricevesse le copie o le mie prove ha messo insieme un team di psicologi, psichiatri e terapisti, tutti specializzati in abusi sessuali su minori e gli adulti sopravvissuti. Gli ho mandato tutte le prove e il materiale che ha condiviso con tutti loro e poi siamo venuti a prenderla e abbiamo avuto una conferenza telefonica di sei ore tra tutti noi. Dopo aver esaminato tutte le prove nel farmi mini mini mini domande, hanno tratto alcune conclusioni preliminari. Mi è stato detto che questa non è una diagnosi, ma hai un elenco di pugnalate prove sufficienti che possiamo vedere chiaramente alcuni segni di diverse condizioni psicologiche ed emotive diverse tra cui, ma non limitatamente a, ipersessualità, disturbo sessuale impulsivo, sindrome della personalità multiplayer con sindrome da shock post-traumatico in in aggiunta a molte altre condizioni di sviluppo. Mi è stato spiegato che durante il suo utilizzo iniziale della speranza da parte del suo aggressore principale, le sono stati impressi percorsi neurali sviluppati nel suo cervello specificamente progettati per accogliere la sua esperienza di abuso sessuale. Questi nuovi percorsi stimolavano i due centri del piacere nel cervello inducendoli a produrre un alto volume di endorfine, adrenalina e altre sostanze chimiche simili che ammontavano a un enorme cocktail di farmaci del piacere da cui era diventata fisicamente, mentalmente ed emotivamente dipendente. Hanno spiegato che sembrava che il suo unico metodo o modo per stimolare la produzione del cocktail fosse ricreare e rivivere l'abuso originale. Sono stato esortato a portare mia moglie in terapia professionale e mi è stato detto che dovrà essere ampio, potrebbero volerci anni prima della sua guarigione con la possibilità che potrebbe non tornare mai più. Una preoccupazione speciale e una bandiera rossa per il team di medici era il modo in cui era passata da vittima a lei stessa violentatrice e le tattiche che stava utilizzando erano molto creative e tutto era avvolto da strati e strati e strati di segretezza con la sua persona pubblica così tanto l'opposto della sua vita segreta al punto che nessuno ci crederà! Questo è il nocciolo della mia storia in quanto anch'io sono stato alterato, danneggiato e ho sviluppato alcuni impulsi nelle attività dall'esposizione che ho ricevuto in una relazione coniugale con mia moglie. Mi ha lasciato una settimana fa e sorpresa sorpresa è tornata da suo padre che ora è guarito. Sua madre è morta cinque anni fa, quindi hanno vissuto da sola per diversi mesi prima di andarsene, ha iniziato a pulire la casa di suo padre quasi ogni giorno, a cucinare i suoi pasti, a fare il bucato e diventare la sua compagna costante e migliore amica! Ama suo padre così tanto che mi ha detto che non avrebbe mai sostenuto alcuna accusa di aver abusato di lei che lo ha fatto meritava di essere perseguito o di finire nei guai e che lei sente davvero che è stata colpa sua per essere stata abusata da lui perché da bambina era molto civettuola.
    Che orribile, terribile, orribile esistenza da incubo ho condotto in questi ultimi quattro anni, chiama la mia Nading nella completa distruzione del mio matrimonio, la perdita della donna che amo con tutto il cuore con la dignità finale che è su siti come questo No tipo di aiuto o addirittura riconoscimento è offerto per il coniuge di un adulto sopravvissuto ad abusi sessuali su minori. Conosco ampiamente gli effetti collaterali di Kim a seconda della natura dell'abuso nel corso del tempo in cui si è verificato. Mi è stato detto dagli esperti che il tipo di abuso che ha subito è Estremo e il periodo di un minimo di nove anni è eccessivamente lungo, quindi il risultato finale è che mia moglie è molto più danneggiata è cambiata alterata mentalmente emotivamente spiritualmente con me lasciato solo senza aiuto senza supporto spesso volte non creduto eo aggredito per essere un coniuge danneggiato Obie adulto sopravvissuto ad abusi sessuali su minori! Sono secondo da uno spettro all'altro. Molto frustrato e si sta diventando estremamente arrabbiato! Mi dispiace per il peso ma sento che era necessario raccontare la maggior parte delle mie esperienze.

  • Dott.ssa Michelle Kukla

    26 giugno 2017 alle 11:22

    Ciao Dave, sono lieto che tu abbia trovato la piattaforma di venicsorganic.com sicura per condividere la tua storia. Sì, le conseguenze emotive causate dal trauma sessuale hanno un impatto anche sui cari dei sopravvissuti; soprattutto il loro partner. È disponibile anche un supporto da utilizzare come risorsa. Innanzitutto, un terapista sensibile al trauma può aiutarti a elaborare il tuo dolore in questo viaggio. La terapia individuale potrebbe fornirti un ambiente in cui un terapista sarebbe lì per te e il tuo dolore. Se non hai familiarità con tutto ciò che offre venicsorganic.com, hanno un fantastico elenco di terapie per aiutarti a procurarti un terapista con una specialità nel trauma. Potresti anche considerare di guardare il fantastico sito web chiamato Support for Partners su: supportforpartners.org/. Forniscono forum di chat ed elenchi di altre meravigliose risorse per aiutare a promuovere la guarigione anche per te!

  • Darlene

    8 aprile 2019 alle 07:40

    Quando ero al college sono stato rapito con una pistola puntata, stuprata di gruppo e poi lasciata in un deserto. Ora ho 64 anni, soffro di disturbo da stress post-traumatico da quando avevo 19 anni. Ho passato molti anni di terapia ma non sono ancora riuscita a vivere la mia vita. Non so a chi rivolgermi dopo.

  • Dott.ssa Michelle Kukla

    8 aprile 2019 alle 13:58

    Darlene, grazie per il tuo coraggio nel condividere la tua storia con questo pubblico! Sembra che la tua esperienza con la terapia non ti abbia fornito abbastanza sollievo dal PTSD per iniziare a prosperare. Un aspetto meraviglioso della salute mentale è che ci sono molti metodi e opzioni di trattamento diversi per aiutare a dissipare i sintomi del disturbo da stress post-traumatico! Sono così felice che tu abbia contattato in modo che tu possa iniziare a indagare su alcuni degli altri percorsi verso la guarigione. Con l'assistenza di un medico informato sui traumi, credo che tu possa esplorare e scoprire questi altri metodi di guarigione che potrebbero aiutare a favorire un po 'di sollievo dai sintomi del disturbo da stress post-traumatico! Grazie ancora per averci contattato e soprattutto durante il mese della sensibilizzazione sulle aggressioni sessuali! Che tu possa sempre sentire il supporto in questo viaggio!

  • Darlene

    9 aprile 2019 alle 20:11

    Mi sono sentito solo per così tanto tempo. Grazie per il supporto tanto necessario.