Blog Di venicsorganic

Credere nelle teorie del complotto è un segno di problemi di salute mentale?

Atterraggio sulla lunaQuiz a sorpresa: cosa hanno in comune lo sbarco sulla luna, l'assassinio di JFK e gli attacchi terroristici dell'11 settembre?

Abbandonare?

Mentre ogni evento ha toccato la vita di milioni di persone e ha lasciato segni indelebili nella storia americana, c'è una terza somiglianza: questi eventi sono stati tutti inscenati ... o almeno così potrebbero sostenere alcune persone che credono nelle teorie del complotto.



Le teorie della cospirazione ipotizzano che persone, gruppi, organizzazioni o governi trattengano o nascondano deliberatamente la verità che circonda eventi e situazioni. Mentre le teorie del complotto in genere mancano delle prove concrete di spiegazioni più convenzionali, tuttavia esistono e sono sostenute all'interno di una percentuale della popolazione. Forse non stai perdendo il sonno per una presunta astronave aliena nascosta da qualche parte vicino a Roswell, nel New Mexico o per malattie mortali presumibilmente fabbricate come mezzo di controllo della popolazione, ma alcune persone sono convinte che chi detiene l'autorità stia lavorando insieme per nascondere la verità che circonda determinati eventi .

Per alcuni, potrebbe essere confortante pensare di sapere qualcosa che la maggior parte delle persone non conosce, ma questo non significa che la frangia sia un posto confortevole dove stare. Per le persone che credono in spiegazioni che differiscono dal mainstream o dalla documentazione storica, la loro salute mentale può essere messa in discussione.

Trova un terapista

Ricerca Avanzata

La sfiducia non è sempre fuori luogo

C'è una ricca storia di teorie del complotto negli Stati Uniti, in parte perché la loro società democratica consente la libertà di parola, in parte a causa della sua robusta e oscura comunità di intelligence, e in parte perché, beh, le cospirazioni in America sono state scoperte prima.

Durante la Guerra Fredda, ad esempio, la Central Intelligence Agency (CIA) ha condotto ricerche scientifiche illegali per vedere se poteva controllare le menti delle persone. La CIA ha usato LSD, ipnosi e agenti biologici sulle persone, spesso a loro insaputa, per studiare come influiva sul loro comportamento. Il programma è stato condotto nell'arco di due decenni, ha richiesto l'aiuto dei migliori ricercatori in più di 30 università e è costato ai contribuenti americani più di 20 milioni di dollari.

Mentre per molte persone questa può sembrare un'idea inverosimile inventata su un sito web di teoria del complotto, il programma si chiamava Project MK-ULTRA ed è stato scoperto da un'indagine guidata dal senatore Frank Church e dal vicepresidente Nelson Rockefeller nel 1975.

Le persone che credono nelle teorie del complotto hanno ragione nell'affermare che le cose non sono sempre come sembrano.

Cospirazioni e percezione pubblica

Spesso si presume che le teorie del complotto siano le delusioni paranoiche di una minoranza in difficoltà. Tuttavia, un sondaggio nazionale pubblicato nell'aprile 2013 da Public Policy Polling mostra che ben il 21% degli americani crede che un'astronave aliena si sia schiantata a Roswell e che il governo l'abbia coperta.

Qualche altro risultati del sondaggio includere:

  • Il 5% degli elettori crede che Paul McCartney sia morto nel 1966
  • Il 7% degli elettori ritiene che lo sbarco sulla Luna sia stato simulato
  • Il 9% degli elettori ritiene che il governo aggiunga fluoro all'approvvigionamento idrico per motivi sinistri
  • Il 15% degli elettori crede che le nuove malattie siano inventate dall'industria medica e farmaceutica a scopo di lucro
  • Il 20% degli elettori ritiene che esista un collegamento tra i vaccini per l'infanzia e autismo

Sebbene si possa presumere che alcune persone che credono nelle teorie del complotto abbiano condizioni di salute mentale che influenzano la loro percezione della realtà, molte persone che possono pensare razionalmente e la cui salute mentale non è mai stata compromessa si aggrappano alle teorie del complotto.

Perché?

Cass Sunstein, professore di diritto ad Harvard, ex amministratore dell'Ufficio per le informazioni e gli affari regolatori della Casa Bianca e autore diTeorie del complotto e altre idee pericolose, ha detto in un'intervista conNotizie dagli Stati Uniti e rapporto mondiale: 'In condizioni di paura o rabbia , come ad esempio a seguito di un brutto evento, le persone vogliono trovare una causa e vogliono anche risolvere la propria incertezza. Quindi, se hai assistito a un assassinio, a una terribile crisi economica o a un aereo scomparso, potrebbe esserci un'inclinazione a ipotizzare un agente che ci sia dietro '.

Molte teorie del complotto vengono create semplicemente per spiegare cose che possono sembrare inspiegabili. Alcuni ricercatori ritengono di soddisfare importanti funzioni sociali o bisogni psicologici. Possono dare ai credenti più in alto autostima facendoli sentire superiori ad altri che la pensano diversamente; offrono alle persone un potere percepito su eventi sui quali non hanno influenza; e possono aiutare i credenti a dare un senso trauma , tragedia e catastrofe.
Le teorie del complotto tendono a rimanere nella società e nella cultura popolare perché sono molto più difficili da confutare di quanto non lo siano da introdurre, specialmente nei casi in cui i fatti vengono oscurati o nascosti al pubblico.
Le teorie del complotto tendono a rimanere nella società e nella cultura popolare perché sono molto più difficili da confutare di quanto non lo siano da introdurre, specialmente nei casi in cui i fatti vengono oscurati o nascosti al pubblico. Inoltre, è più facile che mai trovare persone che condividono le tue opinioni; Le teorie del complotto tendono a diffondersi facilmente su Internet tra le popolazioni che la pensano allo stesso modo che le accettano prontamente. Possono perpetuare il bene, il male o l'indifferenza, a seconda di chi li riceve.

Costruire la fede: è tutta una cospirazione?

Mentre molte persone tendono a mantenere una mente aperta sui principali eventi mondiali, qualcuno che viene etichettato come un 'teorico della cospirazione' può costruire e mantenere una visione del mondo definita dalle cospirazioni. Lui o lei può mostrare quello che gli psicologi chiamano un 'sistema di credenze monologico' in cui gli eventi inspiegabili sono percepiti come parte di un piano generale. Le spiegazioni alternative vengono in genere rifiutate completamente. Per alcuni, le cospirazioni si vedono ovunque, in qualunque cosa. In effetti, uno dei maggiori predittori del fatto che qualcuno crederà a una teoria del complotto è se crede già ad altre teorie del complotto.

Uno studio di Wood et al. (2011) illustra che alcuni che credono nelle teorie del complotto possono persino riconciliare teorie contraddittorie se c'è coerenza con una visione del mondo fortemente radicata. Ad esempio, lo studio ha mostrato che più persone credevano che Osama bin Laden fosse già morto quando è stato trovato dalle truppe statunitensi, più credevano che fosse ancora vivo. Mentre le teorie si contraddicono chiaramente a vicenda, entrambe sono coerenti con la visione del mondo di base secondo cui l'ufficialità è fondamentalmente ingannevole.

Gli studi hanno scoperto che le teorie del complotto sono difficili da eliminare. Se vengono presentate prove contrarie, le persone che credono nelle teorie del complotto in genere ragionano che le prove sono state piantate o inventate per placare gli scettici.

Lo scetticismo è spesso giustificato, anzi, è il fondamento del ruolo dei media come cane da guardia del governo. Ma quando la sfiducia nei confronti di quei media dilaga, lo scetticismo è aggravato. Quando i fatti sono in dubbio, le persone possono essere inclini a sviluppare convinzioni che si adattano a narrazioni egoistiche.

Chiamare qualcuno un teorico della cospirazione può servire come meccanismo sociale per screditare o escludere il punto di vista di quella persona. A volte è più facile chiamare una persona un teorico della cospirazione piuttosto che affrontare le sue domande e preoccupazioni, il che potrebbe isolato qualcuno che crede in una teoria del complotto.

La linea di fondo

Sebbene le persone che credono nelle teorie del complotto possano essere liquidate o derise da alcune persone come 'pazze', la prevalenza delle teorie del complotto nella cultura americana e nel resto del mondo suggerisce che la maggior parte delle persone che credono nelle teorie della cospirazione non stanno sperimentando un qualche tipo di psicopatologia . Da parte sua, il Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali non traccia alcun collegamento diretto tra la fede nelle teorie del complotto e le questioni di salute mentale. Tuttavia, alcune persone che credono intensamente o anche casualmente nelle teorie del complotto potrebbero anche avere problemi di salute mentale come paranoia , schizofrenia , narcisismo , delusioni , ansia , o problemi di fiducia che influenzano la loro vita quotidiana. Alcuni di questi problemi si sono rivelati più diffusi tra le persone che credono nelle teorie del complotto.

La maggior parte delle persone che credono nelle teorie del complotto partecipano in modo innocuo a un fenomeno sociale diffuso, ma il modo in cui agiscono (o non agiscono) in base alle loro convinzioni può avere conseguenze sociali di vasta portata. Ad esempio, la ricerca mostra che alcune popolazioni che credono nelle teorie del complotto hanno meno probabilità di farlo usa i preservativi , cercare un trattamento per l'HIV , agire contro il cambiamento climatico , e vaccinare i propri figli .

Se sono presenti condizioni di salute mentale che rendono difficile distinguere la realtà dalle paure e dai pensieri inquietanti, terapia - forse in combinazione con farmaco -posso aiutare. Se tu o qualcuno che conosci avete pensieri fastidiosi che vanno oltre ciò che credete sia sano, cercando l'aiuto di un professionista della salute mentale può essere un ottimo punto di partenza. La terapia può aiutare una persona a identificare i fattori che possono aver contribuito alla sua visione del mondo, nel bene e nel male, nonché quale tipo di trattamento e supporto può essere migliore per affrontare eventuali condizioni correlate.

Etichettare una persona come 'pazza', indipendentemente dai suoi pensieri o convinzioni, può avere effetti negativi. Ad esempio, chiamare pazzo qualcuno può causare dolore emotivo o psicologico, contribuire all'emarginazione o alla disumanizzazione di determinati individui o gruppi o esacerbare lo stigma che circonda le condizioni di salute mentale.

Riferimenti:

  1. Douglas, K. M., Sutton, R. M. e Wood, M. J. (2011). Vivi e morti: credenze in teorie cospirative contraddittorie.Psicologia sociale e scienze della personalità, 3(6), 767-773.
  2. Morella, M. (2014, 21 aprile). La vita normale di folli teorie del complotto.S. Notizie e rapporto mondiale.Estratto da http://www.usnews.com/opinion/articles/2014/04/21/cass-sunstein-explains-why-people-believe-conspiracy-theories
  3. Progetto MKULTRA, Programma di ricerca della CIA sulla modifica comportamentale.95th1 (1977).
  4. Rawlings, N. (2010, agosto). I 10 segreti più strani del governo. Estratto da http://content.time.com/time/specials/packages/article/0,28804,2008962_2008964_2008992,00.html.
  5. Swami, V. e Coles, R. (2010). La verità è là fuori.Lo psicologo, 2. 3(7), 560-563.

Copyright 2015 venicsorganic.com. Tutti i diritti riservati. Autorizzazione alla pubblicazione concessa da, terapista a North York, Ontario

L'articolo precedente è stato scritto esclusivamente dall'autore sopra citato. Eventuali opinioni e opinioni espresse non sono necessariamente condivise da venicsorganic.com. Domande o dubbi sull'articolo precedente possono essere indirizzati all'autore o pubblicati come commento di seguito.

  • 14 commenti
  • Lascia un commento
  • Kit

    23 aprile 2015 alle 7:38

    Non penso in alcun modo che le persone della teoria del complotto siano pazze, ma penso che alcuni di loro abbiano alcune idee che sono davvero là fuori. È difficile per me essere d'accordo con la maggior parte di loro perché sono un po 'troppo fuori campo per me, ma per loro hanno perfettamente senso.

  • Joe

    21 novembre 2016 alle 08:55

    Le conclusioni si basano sui fatti presentati. Ad esempio, durante gli eventi dell'11 settembre si è verificato uno strano fenomeno che non ha alcuna spiegazione. I tabulati telefonici mostrano che sono state effettuate telefonate sull'aereo coinvolto negli eventi che volavano molto più in alto del soffitto di 2000 piedi in cui un telefono cellulare poteva connettersi alle torri dei cellulari. Cioè, anche se un telefono cellulare potesse connettersi a una torre, l'aereo si sta muovendo così velocemente che la connessione verrebbe costantemente trasferita a un'altra torre e poi via a un'altra torre e così via, portando a una disconnessione della chiamata . L'unica spiegazione per il completamento con successo di queste chiamate è che sono state fatte sul terreno, il che scredita la storia ufficiale.

  • Denis

    2 giugno 2017 alle 16:41

    Grande risorsa per aiutare ad affrontare i verità sull'attentato dell'11 settembre
    911myths.com/html/mobiles_at_altitude.html

  • Carlotta

    23 aprile 2015 alle 18:12

    Chiamami pazzo ma non ho mai creduto alla teoria che il mio governo mi nasconderà le informazioni in una cospirazione selvaggia

  • Simon

    24 novembre 2016 alle 12:09

    Il problema è che questo * non * è in discussione. Non devi 'acquistare'. Il governo ha fatto esattamente questo molte, molte volte e lo ha ammesso in seguito - Iran-Contra, per esempio.

  • Elaine

    25 aprile 2015 alle 05:36

    Penso che ci siano alcuni segreti là fuori che il governo ci sta nascondendo, ma allo stesso tempo devo pensare che forse alcuni di questi non sono cose di cui devo nemmeno preoccuparmi o sapere. Non penso che tutto questo stia succedendo per farmi del male, ma forse solo per proteggerci tutti, e davvero non ci vedo niente di sbagliato in questo. Non ho bisogno di conoscere tutti i segreti o se gli alieni siano mai sbarcati sulla luna, questo non fa differenza per me nella mia vita di tutti i giorni, e se qualcuno là fuori pensa che questo renda me e la mia famiglia più sicuri, allora non lo faccio. Mi interessa davvero.

  • Tommaso

    26 aprile 2015 alle 9:46

    Credo che alcune di queste cose riguardino più il semplice fraintendimento e la non comprensione della scienza che non l'essere cospirazioni.

  • Muratore

    27 aprile 2015 alle 11:09

    Per molte persone questo diventa profondamente paranoico su chi sapeva cosa e quando, e per molti di loro questo avvia una catena di eventi nella loro mente che potrebbero essere insondabili per il resto di noi. Non sono sicuro di come possano iniziare a credere a queste cose, ma ci sono sicuramente molti che credono in questo intero progetto di cospirazione contro di loro e sosterranno la loro fede in questo fino alla fine. Penso che per molti questo a sua volta li renda molto instabili.

  • DJ

    28 aprile 2015 alle 10:46

    Sai, potrebbero essere su qualcosa. Non respingo tutte quelle teorie a priori solo perché non ci credo. Sono almeno disposto a dare a qualcuno un forum per cercare di spiegarmi cosa sta pensando.
    Ora, se superiamo quel punto e ancora non ci credo, glielo farò sapere. Ma ehi, questo è un paese libero, pensa quello che vuoi se è questo che ti rende felice.

  • Troy

    29 aprile 2015 alle 9:42

    Perché solo perché potresti non credere a ciò che il resto della società crede che tu venga automaticamente etichettato come pazzo?
    Sei libero di credere a ciò che desideri, purché rispetti anche il mio diritto di fare lo stesso.

  • Ruth O

    26 febbraio 2016 alle 16:03

    Sono un po 'nuovo su topic.it è affascinante. .ma il confine tra questo e perdere la testa è sottile.

  • scimmia424

    18 novembre 2016 alle 12:09

    La frase 'teoria della cospirazione' è stata resa popolare dalla CIA. Cercalo su Google se vuoi (ma tieni presente che fonti come Wikipedia proveranno a minimizzare questo fatto). Le cospirazioni sono reali e accadono continuamente, ma la parola è per sempre sposata con la parola 'teoria'. È una forma di manipolazione psicologica. A volte si conosce la verità su una cospirazione (e spesso palesemente ovvia) ma la parola 'teoria' fa supporre che la verità non sia nota. In ogni discussione seria sulla psicologia dei cosiddetti teorici della cospirazione, bisogna prima riconoscere che la divulgazione della frase stessa era una cospirazione.

  • Christina Gould

    18 giugno 2017 alle 01:23

    Devo ridere della logica usata per cui le persone che credono nelle teorie del complotto sono pazze. La storia è piena di esempi di governi ed 'élite' che cospirano contro, o semplicemente per ingannare, il popoloso. Ci sono diversi progetti di intelligence riconosciuti e declassificati che ci è stato detto non esistevano e che eravamo pazzi teorici della cospirazione a pensarla diversamente. Diamine, fino a diversi anni fa, ci veniva detto che solo i pazzi dei 'teorici della cospirazione' credevano che esistesse qualcosa come il Gruppo Bilderberg. Quindi, sulla base della storia, direi che i teorici della cospirazione sono i pensatori critici tra noi.

  • Robert Cartier

    25 agosto 2017 alle 9:55

    @Christina Gould

    È una questione di scala ... Le cospirazioni ovviamente esistono. Altrettanto ovvio è il fatto che non tutte, e oserei dire non molte POSSONO essere vere. Era relativamente facile per la CIA condurre quegli esperimenti negli anni '60. Erano già, in base alla progettazione, un'organizzazione segreta. Chiunque avesse saputo del progetto sarebbe già stato un membro controllato della CIA, molto abile e abbastanza intelligente da tenere la bocca chiusa. Ma molte di queste teorie richiederebbero milioni e milioni di partecipanti inesperti per avere anche solo una possibilità di essere vere. Nell'era dei social media questo non potrebbe mai accadere. Per non parlare della strana scienza che inventano per 'provare' tutto.

    Recentemente ho visto un video di smascheramento (anche molti di quelli in giro) in cui l'autore, un vero scienziato funzionante, ha dato 3 possibilità di considerare ogni volta che la scienza viene ignorata in qualche teoria del complotto. Quale è più probabile?

    1) Tutti gli scienziati sono incompetenti.
    2) Tutti gli scienziati sono coinvolti e vogliono ingannarti, prenderti, controllarti.
    3) Gli scienziati, dopo anni di studio, potrebbero essere in grado di capire cose che non conosci.

    Forse è un complesso di inferiorità.
    Sembra che meno le persone sappiano qualcosa, più è probabile che diffidino di quelle persone che lo sanno.

    Ma credere che 'i teorici della cospirazione sono i pensatori critici tra noi' è ingenuo e ridicolo. Usare alcune vere cospirazioni del passato per giustificare questa affermazione trascurerebbe il fatto ovvio che se si sospetta tutto, è probabile che abbiano ragione una volta ogni tanto. Non li rende alcun tipo di 'pensatore critico'. (Signora Gould, per favore capisca che non intendo offesa personale. Ero abbastanza sicuro che la sua affermazione di 'pensatori critici' fosse efficace.)

    Credo che le teorie del complotto possano eventualmente sostituire la religione; probabilmente la cospirazione più grande e di maggior successo di tutti i tempi!
    Forse gli umani hanno bisogno di un po 'di irrazionalità nelle loro menti ... Tenendoli occupati mentre le cospirazioni più piccole, meno salaci ma vere stanno accadendo, inosservate. - Ah-ah! C'è una cospirazione per te!

    Saluti da Montreal (Canada)!
    - dove sono stati condotti molti di quegli esperimenti della CIA, alla McGill University. Uno dei miei medici, ora in pensione, faceva parte del team che ha analizzato gli effetti. Quindi, sì, quella cospirazione era vera.