Informazioni Sulla Terapia

Terapia della poesia

macchie dTerapia della poesia, una forma di terapia artistica espressiva, prevede l'uso terapeutico di poesie, racconti e altri media parlati o scritti per promuovere il benessere e la guarigione. I terapeuti possono utilizzare la letteratura esistente come parte del trattamento o incoraggiare coloro che sono in terapia a produrre le proprie opere letterarie per esprimere emozioni profonde. In entrambi i casi, offrono un'atmosfera sicura e non giudicante in cui le persone in terapia sono in grado di esplorare le loro espressioni scritte e le risposte emotive associate.

Sebbene qualsiasi professionista della salute mentale potrebbe incorporare elementi della terapia della poesia nella loro pratica terapeutica, la Federazione internazionale per la Biblio / Terapia della poesia ha sviluppato un programma di credenziali per quegli individui che desiderano diventare terapisti della poesia certificati o registrati.

Storia e sviluppo della terapia poetica

L'effetto curativo delle parole è stato a lungo riconosciuto. Già nel 4000 aEV, i primi egiziani scrivevano parole sul papiro, le dissolvevano in un liquido e le davano a coloro che erano malati come forma di medicina. Nella storia più recente, la lettura e la scrittura espressiva sono state impiegate come trattamenti supplementari per coloro che sperimentavano disagio mentale o emotivo. Il Pennsylvania Hospital, il primo ospedale fondato negli Stati Uniti, avrebbe utilizzato questo approccio già a metà del 1700. All'inizio del 1800, il dottor Benjamin Rush introdusse la poesia come forma di terapia per coloro che venivano curati. Nel 1928, il poeta e farmacista Eli Griefer iniziò a offrire poesie alle persone che riempivano le prescrizioni e alla fine iniziò gruppi di 'poesia terapeutica' in due diversi ospedali con il supporto degli psichiatri Dr. Jack L. Leedy e Dr. Sam Spector. Dopo la morte di Griefer, Leedy e altri hanno continuato a incorporare la poesia nel processo del gruppo terapeutico, fino a riunirsi per formare l'Association for Poetry Therapy (APT) nel 1969.



Anche i bibliotecari hanno svolto un ruolo importante nello sviluppo di questo approccio alla terapia. Arleen Hynes, una pioniera in questo settore, era una bibliotecaria ospedaliera che ha letto sulla terapia della poesia e ha iniziato a leggere storie e poesie ad alta voce, facilitando le discussioni sul materiale e la sua rilevanza per ogni individuo inal fine di raggiungere meglio coloro che vengono trattati e incoraggiare la guarigione. Alla fine iniziò lo sviluppo di un programma di formazione per la terapia della poesia, nel periodo in cui altre persone stavano facendo lo stesso. Nel 1980, tutti i leader del settore furono invitati a un incontro per formalizzare le linee guida per la formazione e la certificazione. In quell'incontro, l'Associazione Nazionale per la Terapia Poetica (NAPT) si formò da quello che era stato l'APT.

Con l'aumentare dell'interesse, sono stati scritti diversi libri e articoli per guidare i professionisti nella pratica della terapia della poesia. Hynes e Mary Hynes-Berry sono coautori della pubblicazione del 1986 Biblioterapia - Il processo interattivo: un manuale . Più recentemente, Nicholas Mazza ha delineato un modello per una terapia poetica efficace, discutendone anche l'applicazione clinica, in Terapia della poesia: teoria e pratica . IlJournal of Poetry Therapy, fondata nel 1987 dal NAPT, rimane la fonte più completa di informazioni sulla teoria, la pratica e la ricerca correnti. Questa pagina contiene almeno un link di affiliazione per il programma Amazon Services LLC Associates, il che significa che venicsorganic.com riceve un compenso finanziario se effettui un acquisto utilizzando un link Amazon.

Oggi, la terapia della poesia è praticata a livello internazionale da centinaia di professionisti, inclusi psicologi, psichiatri, consulenti, assistenti sociali, educatori e bibliotecari. L'approccio è stato utilizzato con successo in una serie di contesti - scuole, biblioteche, ospedali, centri di riabilitazione e istituti di correzione, per citarne alcuni - con varie popolazioni, inclusi bambini, adolescenti e anziani.

Come funziona la terapia della poesia?

Come parte della terapia, alcune persone potrebbero voler esplorare sentimenti e ricordi sepolti nel subconscio e identificare come possono relazionarsi alle circostanze della vita attuale. Si ritiene che la poesia sia benefica per questo processo poiché spesso può:

  • Essere utilizzato come veicolo per l'espressione di emozioni che altrimenti potrebbero essere difficili da esprimere
  • Promuove l'auto-riflessione e l'esplorazione, aumentando la consapevolezza di sé e aiutando le persone a dare un senso al loro mondo
  • Aiuta le persone a ridefinire la loro situazione aprendo nuovi modi di percepire la realtà
  • Convalida le esperienze emotive e migliora la coesione del gruppo aiutando le persone a realizzare che molte delle loro esperienze sono condivise da altri
  • Aiuta i terapeuti a ottenere informazioni più approfondite su coloro che stanno trattando

In generale, i terapeuti della poesia sono liberi di scegliere tra qualsiasi poesia che ritengono offra un valore terapeutico, ma la maggior parte tende a seguire le linee guida generali. Si raccomanda che le poesie selezionate siano concise, affrontino emozioni o esperienze universali, offrano un certo grado di speranza e contengano un linguaggio semplice. Alcune poesie comunemente usate in terapia sono:

Trova un terapista

Ricerca Avanzata

  • 'La strada non presa' di Robert Frost
  • 'Il viaggio' di Mary Oliver
  • 'Talking to Grief' di Denise Levertov
  • 'The Armful' di Robert Frost
  • 'Ho vagato solo come una nuvola' di William Wordsworth

Sebbene la selezione del materiale venga solitamente effettuata dal terapeuta, a coloro che vengono trattati potrebbe essere chiesto di portare in terapia una poesia o un'altra forma di letteratura con cui si identificano, in quanto ciò può anche fornire una preziosa comprensione dei loro sentimenti ed emozioni.

Tecniche utilizzate nella terapia della poesia

Esistono alcuni modelli diversi di terapia della poesia, ma il più popolare e più utilizzato è il modello introdotto da Nicholas Mazza. Secondo questo modello, la terapia poetica coinvolge tre componenti principali: ricettiva / prescrittiva, espressiva / creativa e simbolica / cerimoniale.

Nelcomponente ricettiva / prescrittiva, il terapeuta introdurrà una poesia o un pezzo di letteratura e incoraggerà la persona in terapia a reagire. Il materiale viene tipicamente selezionato in base alla sua capacità di descrivere, spiegare e identificare questioni rilevanti per il contenuto della sessione. Il materiale selezionato viene solitamente letto ad alta voce dal terapeuta o dalla persona in terapia in modo che il tono e il ritmo della poesia possano essere pienamente sperimentati. In caso di gruppo , famiglia , o terapia di coppia , le persone possono leggere a turno diverse strofe o potrebbe essere chiesto di leggere l'intera poesia all'unisono. Mentre la poesia viene letta, il terapeuta nota le reazioni verbali e non verbali dell'individuo e queste reazioni vengono generalmente esplorate dopo la lettura con domande del tipo: 'Ho notato che sorridevi mentre la poesia veniva letta. Puoi parlarmi della tua reazione? 'C'è un verso in particolare nella poesia che ti ha toccato?' 'Come ti fa sentire questa poesia?'

Ilcomponente espressiva / creativaimplica l'uso di scrittura creativa - poesia, lettere e voci di diario - a scopo di valutazione e trattamento. Il processo di scrittura può essere sia catartico che potenziante, spesso liberando emozioni bloccate o ricordi sepolti e dando voce alle proprie preoccupazioni e punti di forza. Alcune persone potrebbero dubitare della loro capacità di scrivere in modo creativo, ma i terapeuti possono offrire supporto spiegando che non devono usare la rima o una struttura particolare. I terapeuti potrebbero anche fornire poesie staminali da cui lavorare o introdurre poesie sensoriali per coloro che lottano con le immagini. Un terapista potrebbe anche condividere una poesia con l'individuo e poi chiedergli di selezionare una riga che lo ha toccato in qualche modo e quindi utilizzare quella riga per iniziare la propria poesia.

Nella terapia di gruppo, le poesie possono essere scritte individualmente o in collaborazione. Ai membri del gruppo a volte viene data una singola parola, argomento o radice della frase e viene chiesto di rispondere spontaneamente. I contributi dei membri del gruppo vengono compilati per creare una singola poesia che può poi essere utilizzata per stimolare la discussione di gruppo. Nella terapia di coppia, alla coppia può essere chiesto di scrivere una poesia diadica contribuendo con versi alternati.

La scrittura di lettere, un altro strumento terapeutico efficace, può essere una piattaforma creativa più accessibile per alcuni. Un esercizio consiste nello scrivere una lettera al personaggio di una poesia letta in terapia. La lettera può includere espressioni di approvazione o disapprovazione e questo processo può chiarire le reazioni iniziali dell'individuo alla poesia. Una lettera potrebbe anche essere indirizzata a tutte le emozioni che attualmente causano difficoltà al fine di aiutare una persona a visualizzare ed esternare questi sentimenti nella speranza di ottenere il controllo su di essi. Gli individui potrebbero anche essere incoraggiati a tenere un diario personale durante la terapia e registrare i loro pensieri dopo aver ascoltato o letto una poesia. Coloro che sono in terapia di gruppo possono avere l'opportunità di condividere le loro voci con i membri del gruppo.

Ilcomponente simbolico / cerimonialeimplica l'uso di metafore, narrazioni e rituali come strumenti per effettuare il cambiamento. Le metafore, che sono essenzialmente simboli, possono aiutare gli individui a spiegare emozioni ed esperienze complesse in modo conciso ma profondo. I rituali possono essere particolarmente efficaci per aiutare coloro che hanno subito una perdita o una fine, come a divorzio o morte di una persona cara , per affrontare i loro sentimenti riguardo a quell'evento. Scrivere e poi bruciare una lettera a qualcuno che è morto improvvisamente, ad esempio, può essere un passo utile per accettare e affrontare il dolore.

Come può aiutare la terapia della poesia?

La terapia poetica è stata utilizzata come parte dell'approccio terapeutico per una serie di preoccupazioni, tra cui personalità borderline , ideazione suicidaria , problemi di identità, perfezionismo e dolore. La ricerca mostra che il metodo è spesso una parte benefica del processo di trattamento.Parecchistudi anchesostenere la terapia della poesia come approccio al trattamento di depressione , come è statoripetutamente dimostrato di alleviare i sintomi depressivi, migliorare l'autostima e la comprensione di sé e incoraggiare l'espressione dei sentimenti. I ricercatori hanno anche dimostrato la capacità della terapia della poesia di ridurre l'ansia e il disagio nelle persone a cui è stata diagnosticata una malattia terminale.

Quelli che stanno vivendo stress post traumatico hanno anche riportato un miglioramento del benessere mentale ed emotivo come risultato della terapia della poesia. Alcuni individui che sono sopravvissuti a traumi o abuso può avere difficoltà a elaborare l'esperienza cognitivamente e, di conseguenza, sopprimere i ricordi e le emozioni associate. Attraverso la terapia della poesia, molti sono in grado di integrare questi sentimenti, riformulare eventi traumatici e sviluppare una visione più positiva per il futuro.

Le persone che soffrono di dipendenza possono scoprire che la terapia della poesia può aiutarle a esplorare i loro sentimenti riguardo a abuso di sostanze , percepire l'uso di droghe sotto una nuova luce e sviluppare o rafforzare le capacità di coping. La scrittura di poesie può anche essere un modo per coloro che hanno problemi di abuso di sostanze di esprimere i loro pensieri sul trattamento e sul cambiamento del comportamento.

Alcuni studi hanno dimostrato che la terapia della poesia può essere di beneficio per le persone con schizofrenia nonostante i deficit linguistici ed emotivi associati alla condizione. La scrittura di poesie può essere un metodo utile per descrivere le esperienze mentali e può consentire ai terapeuti di comprendere meglio i processi di pensiero di coloro che stanno trattando. La terapia poetica ha anche aiutato alcune persone con schizofrenia a migliorare le capacità di funzionamento sociale e promuovere processi di pensiero più organizzati.

È importante notare che nella maggior parte dei casi, specialmente nei casi di problemi di salute mentale da moderati a gravi, la terapia poetica viene utilizzata in combinazione con un altro tipo di terapia, non come unico approccio al trattamento.

Formazione per terapisti della poesia

I terapisti della poesia ricevono una formazione letteraria e clinica per consentire loro di essere in grado di selezionare la letteratura appropriata per il processo di guarigione. Sebbene non esista un programma universitario in terapia della poesia, la International Federation for Biblio-Poetry Therapy (IFBPT), l'ente di accreditamento indipendente per la professione, ha sviluppato requisiti di formazione specifici.Parecchistudisostenere la terapia della poesia come un approccio al trattamento della depressione, così com'è statoripetutamente dimostrato di alleviare i sintomi depressivi, migliorare l'autostima e la comprensione di sé e incoraggiare l'espressione dei sentimenti.

La formazione, sotto forma di un programma di studio indipendente, è fornita con la direzionedi un Mentore / Supervisore approvato dalIFBPT. Gli individui possono proseguire la formazione per diventare un terapista di poesia certificato (CPT), un terapista di poesia registrato (RPT) o un facilitatore di poesia applicata certificato (CAPF). Quelli con un master in un campo di salute mentale o una laurea in medicina e una licenza professionale possono ottenere le credenziali CPT o RPT.Sia il CPT che il RPTsono qualificati per lavorare con persone in buona salute e con coloro che hanno problemi di salute mentale. Per ottenere la certificazione RPT, è richiesto un livello più avanzato di formazione e lavoro sul campo.

Per ottenere la certificazione CAPF, una persona deve avere una laurea. Dopo la certificazione, i CAPF sono qualificati per lavorare con popolazioni sane e possono essere impiegati da scuole o biblioteche. Possono anche lavorare in ambienti di salute mentale con la supervisione di un professionista della salute mentale qualificato.

Preoccupazioni e limiti della terapia poetica

Nonostante il suo fascino diffuso e l'ampia gamma di applicazioni, sono state sollevate alcune preoccupazioni sull'uso della terapia poetica.

Il contenuto di alcune poesie potrebbe non avere alcun valore o effetti non intenzionali per alcune persone in terapia. Alcune poesie potrebbero evocare ricordi o emozioni che l'individuo non è ancora pronto a gestire, o avere un valore personale significativo per una persona in terapia, ma poca applicazione per gli altri nel trattamento. Il linguaggio di alcune poesie può essere difficile da capire e il messaggio di alcune poesie può essere così oscuro che si ottiene poco valore terapeutico. Tuttavia, i terapeuti che sono consapevoli di questi fattori e si prendono cura nella selezione dei materiali letterari da utilizzare in seduta possono probabilmente evitare molti o tutti questi potenziali problemi.

Alcuni critici hanno sottolineato che è possibile per le persone analizzare una poesia a livello puramente intellettuale, senza alcun coinvolgimento emotivo. Questo tipo di intellettualizzazione può essere più probabile quando vengono utilizzate poesie complesse, poiché una persona potrebbe passare così tanto tempo a cercare di decifrare il significato della poesia da perdere di vista le proprie emozioni e reazioni spontanee. È improbabile che le poesie non originali o piene di cliché stimolino le persone a un livello emotivo profondo o le sfidino a pensare in modi che promuovano la crescita.

Devono essere considerate anche le capacità di parola e di linguaggio degli individui in terapia, poiché le poesie avranno poco valore se le parole usate non vengono comprese. Nelle sessioni di terapia di gruppo, le persone che hanno difficoltà con la lettura o la scrittura possono essere riluttanti a condividere le loro poesie, il che può essere un ostacolo alla discussione, e alcune persone che parlano inglese come seconda lingua o non hanno abilità linguistiche avanzate possono essere sfidate dal figurativo linguaggio spesso usato nelle poesie. Inoltre, la terapia della poesia può avere poco o nessun valore per quegli individui che semplicemente non amano la poesia.

Riferimenti:

  1. Chavis, G.G. (2011).Poesia e terapia della storia: il potere curativo dell'espressione creativa.Philadelphia, PA: Jessica Kingsley Publishers.
  2. Gooding, L. F. (2008). Trovare la propria voce interiore attraverso il canto: raggiungere gli adolescenti con tecniche comuni alla terapia della poesia e alla musicoterapia.Journal of Poetry Therapy, 21 (4), 219-229.
  3. Federazione Internazionale di Biblio / Poesia Terapia. (n.d.). Riepilogo dei requisiti di formazione. Estratto da http://ifbpt.org/obtaining-a-credential/getting-trained
  4. Mazza, N. (2003).Terapia della poesia: teoria e pratica.New York: Brunner-Routledge.
  5. Olsen-McBride, L. (2009). Esame dell'influenza della musica popolare e della terapia poetica sullo sviluppo di fattori terapeutici in gruppi con adolescenti a rischio (tesi di dottorato). Estratto da http://etd.lsu.edu/docs/available/etd-11102009-114408/unrestricted/Olson-McBride_diss.pdf
  6. Rossiter, C. (2004). Beato e felice: un'intervista con Arleen Hynes, pioniera della terapia della poesia.Journal of Poetry Therapy, 17 (4), 215-222.
  7. Springer, W. (2006). Poesia in terapia: un modo per curare i sopravvissuti a un trauma e i clienti in recupero dalla dipendenza.Journal of Poetry Therapy, 19 (2), 69-81.
  8. L'Associazione Nazionale per la Terapia Poetica. (n.d.). Storia. Estratto da http://www.poetrytherapy.org/history.html