Blog Di venicsorganic

Il potere del profumo: aromaterapia e psicoterapia

Donna sul balcone impianto di irrigazioneProfumi, ricordi ed emozioni

L'uso di piacevoli aromi per aumentare il benessere risale a migliaia di anni fa. Gli oli profumati erano cerimonialmente usati in Estremo Oriente, così come nell'antico Egitto e in Grecia. Gli oli essenziali sono stati estratti da erbe e fiori per creare medicinali e profumi, per profumare la propria casa e per ungere i malati e i defunti.

L'olfatto è considerato il più mal compreso dei nostri sensi, ma la maggior parte ha sperimentato la potente capacità di profumi familiari di scatenare emozioni e ricordi dei tempi passati, come le persone nella nostra vita, i luoghi che perdiamo o eventi particolari, come le vacanze.

Chi di noi non è passato davanti a un ristorante o panificio ed è stato subito trasportato in un altro momento in cui si gustava un piatto simile o un buon da forno, con tutti i suoi accompagnamenti emotivi? Non abbiamo tutti annusato un particolare detersivo o profumo per il bucato e pensato a un membro della famiglia amato oa una vecchia fiamma? Per alcuni, anche odori poco piacevoli possono richiamare alla mente un caro ricordo. Ho sentito persone dire che entrare in una casa leggermente umida o ammuffita ha ricordato loro il divertimento e le amicizie del campo estivo, anche 30 o più anni dopo.



Oggi, il termine aromaterapia si riferisce all'uso deliberato di oli di origine vegetale per migliorare la salute fisica ed emotiva. Sebbene l'aromaterapia sia ancora considerata al di fuori del regno delle terapie accettate dal punto di vista medico e della psicoterapia tradizionale, l'interesse per questo settore è cresciuto notevolmente negli ultimi decenni. La maggior parte di coloro che usano gli aromi per la guarigione tendono a farlo come parte di un approccio che coinvolge l'intera persona all'assistenza sanitaria, piuttosto che come trattamento autonomo. Se applicati con attenzione, gli aromi possono essere incorporati in pratiche sanitarie più 'tradizionali' con buoni risultati.

L'impatto dei profumi sullo stress e sulle prestazioni: quali sono le prove?

La ricerca relativa all'impatto dei profumi, in particolare degli oli essenziali, sull'umore è aumentata dagli anni '70. Nello specifico sono stati effettuati diversi studi sull'utilizzo di oli essenziali, come la lavanda e la rosa, oltre ad altri piacevoli aromi per attenuare fatica . La lavanda, in particolare, ha dimostrato di ridurre le auto-segnalazioni di stress. In alcune ricerche preliminari, la lavanda era anche collegata a un aumento del flusso sanguigno periferico (un effetto associato a rilassamento ) e una diminuzione della pressione sanguigna, nonché cambiamenti positivi nella variabilità della frequenza cardiaca. In un altro studio, gli oli essenziali di menta piperita e lavanda sono stati associati a una maggiore precisione durante la correzione di bozze.

Tuttavia, i benefici calmanti degli aromi piacevoli non si limitano agli oli essenziali. In almeno due studi, il profumo della noce di cocco è stato associato a una diminuzione della risposta allarmante, mentre un profumo sgradevole (formaggio Limburger) è stato associato a una maggiore risposta allarmante. Uno studio più recente ha suggerito che l'esposizione a un profumo gradevole (anche cocco) può attenuare la risposta del corpo all'esecuzione di un compito stressante e anche migliorare il recupero dopo che il fattore di stress si è fermato. È importante notare che la maggior parte di questi studi ha avuto sfide metodologiche, compreso un piccolo numero di persone che hanno partecipato alle prove. Tuttavia, i risultati sono stimolanti e possono avere un senso intuitivo per coloro che hanno sperimentato benefici soggettivi dall'aromaterapia.

Aroma in psicoterapia

In che modo questo potrebbe essere rilevante per la pratica di psicoterapia ? Aromi piacevoli possono essere abbinati ad allenamenti di rilassamento, come la respirazione diaframmatica, pratica di consapevolezza , ipnoterapia e biofeedback . Ciò potrebbe collegare l'esperienza di rilassamento con il profumo in modo tale che in futuro l'esposizione al profumo da solo possa essere sufficiente per suscitare la risposta di rilassamento.

Nel terapia comportamentale cognitiva , questo accoppiamento viene definito 'apprendimento associativo' o 'condizionamento di ordine superiore' e l'obiettivo è che lo stimolo condizionato (il profumo) inneschi la stessa risposta del biofeedback, della respirazione o della meditazione.

Ho spesso usato il profumo come coadiuvante terapeutico durante tutti i suddetti tipi di trattamenti sia per bambini che per adulti. Molti hanno riferito di apprezzare l'uso di questo strumento in sessione e da soli, notando alla fine che possono accedere più rapidamente ed efficacemente a uno stato di calma. Anche qualcosa come la pratica della consapevolezza a casa implica 'assorbire' ed essere presenti con l'odore di ciò che si sta consumando o facendo. Ciò include sperimentare appieno gli aromi associati al mangiare, bere o camminare nella natura. Pertanto, essere presenti consapevolmente può essere 'aromaterapico' o almeno 'consapevole degli aromi', anche senza introdurre deliberatamente un profumo specifico.

L'uso a casa di un aroma gradevole può essere semplice come aggiungere qualche goccia di un olio essenziale a una lozione per le mani o per il corpo o un balsamo per capelli, acquistare bucato naturale o prodotti per la pulizia che contengono oli essenziali rilassanti o tonificanti, masticare un bastoncino di menta piperita gomma durante la correzione di una tesina o sorseggiando consapevolmente una tazza di tè profumato.

Buon senso con profumi

Quando si utilizza il profumo in psicoterapia, è importante tenere conto delle preferenze e delle avversioni individuali delle persone per i vari aromi ed essere consapevoli del fatto che ad alcuni non piace affatto usare qualsiasi profumo. Allo stesso modo, è importante informarsi sulle associazioni emotive a profumi che possono essere popolari ma potrebbero suscitare ricordi spiacevoli ('Uffa! Il mio vecchio capo indossava sempre olio di rosa!').

Infine, è ovvio che si dovrebbe:

  1. Informati sulle allergie a qualsiasi profumo
  2. Posizionare oli non diluiti sui tessuti o su un altro oggetto, piuttosto che direttamente sulla persona, poiché molti sono dannosi se applicati sulla pelle a piena forza
  3. Informarsi sulle proprietà associate ai diversi oli prima di introdurli nel lavoro.

Risorse aggiuntive per l'aromaterapia

  • Per informazioni generali sull'aromaterapia, è possibile visitare: www.aromaweb.com
  • Per informazioni sulla formazione in aromaterapia clinica e sull'uso dell'aromaterapia da parte di professionisti sanitari, è possibile visitare il sito Web della dott.ssa Jane Buckle: http://www.rjbuckle.com/home.html o leggere il suo testo,Aromaterapia clinica: oli essenziali in pratica
  • Per un recente articolo scientifico che descrive alcuni degli studi qui menzionati, vedere il testo (disponibile per gli abbonati alle riviste e in molte biblioteche di scuole mediche o infermieristiche): Mezzacappa, ES, Arumugam, U., Yue, SI, Stein, TR, Buckle, J., & Oz, MC (2010). Fragranza di cocco e risposta cardiovascolare allo stress di laboratorio: risultati dei test pilota.Pratica infermieristica olistica, 24(5).

Copyright 2011 di Traci Stein. Tutti i diritti riservati. Autorizzazione alla pubblicazione concessa a venicsorganic.com.

L'articolo precedente è stato scritto esclusivamente dall'autore sopra citato. Eventuali opinioni e opinioni espresse non sono necessariamente condivise da venicsorganic.com. Domande o dubbi sull'articolo precedente possono essere indirizzati all'autore o pubblicati come commento di seguito.

  • 4 commenti
  • Lascia un commento
  • Cheri

    17 marzo 2011 alle 13:11

    Sono un massaggiatore e penso che per troppo tempo la maggior parte abbia scontato il potere curativo del profumo e gli stati d'animo che può stimolare nelle persone. Tutti i miei clienti concordano sul fatto che a volte il profumo è la ciliegina sulla torta. Li porta in un altro posto e li aiuta ad associarsi a piacevoli ricordi del passato o può aiutarli a sentirsi mentalmente più forti. Lo uso per ogni sessione che faccio.

  • Leni

    17 marzo 2011 alle 19:20

    Ho fatto alcune sessioni di aromaterapia e mi ha fatto sentire davvero meglio, penso che sarà sviluppato sempre di più ed è uno dei futuri della terapia, davvero. Con sempre più persone che lottano lo farà. essere un'importante tecnica terapeutica nei prossimi anni.

  • il suo

    18 marzo 2011 alle 12:45

    molte terme fanno uso dell'aromaterapia e si è dimostrata abbastanza buona. ma utilizzare lo stesso in campo medico non è facile e richiederebbe alcune modifiche. e l'aromaterapia sembra avere un grande futuro.

  • Perde Stein

    Perde Stein

    23 marzo 2011 alle 07:58

    Grazie a tutti per i vostri commenti e per aver letto il mio post. Mi interessa sapere quali aromi le persone trovano più piacevoli e utili per migliorare l'umore tramite post qui. (Personalmente, mi piacciono il bergamotto, la menta piperita e la lavanda, ma ci sono molti profumi davvero meravigliosi da provare.)
    Stammi bene!
    TS