Blog Di venicsorganic

Ma si arrabbieranno con me: perché i bambini hanno bisogno di regole e conseguenze

LNon sorprende che nel mio lavoro di terapista della scuola media, mi imbatto in ragazzi che mettono alla prova i confini, infrangono le regole e fanno scelte sbagliate. Inoltre, non è raro incontrare i genitori senza sapere cosa fare e come riprendere il controllo.

Alzando un adolescente è uno dei lavori più impegnativi che un genitore avrà. All'improvviso passi dalla crescita di un bambino dolce e affettuoso alla gestione di un adolescente lunatico e ribelle. Potresti chiederti che fine abbia fatto il bambino che conoscevi una volta. Potresti anche scoprire che il file genitorialità le strategie su cui una volta facevi affidamento non funzionano più.

Anche se non è del tutto negativo, è facile per i genitori essere sopraffatti dai cambiamenti sociali, emotivi e comportamentali che avvengono durante l'adolescenza.



Molti genitori non lo fanno chiedere aiuto finché le cose non sono andate fuori controllo. Quando incontro una famiglia per la prima volta, incontro spesso genitori disperati che hanno provato di tutto per migliorare le cose, con poco o nessun risultato. A quel punto, la famiglia è diventata abbastanza trincerata in schemi negativi.

Trova un terapista

Ricerca Avanzata

Durante la prima sessione, esploro con i genitori le strategie che hanno usato per affrontare qualsiasi problema. Spesso i genitori riferiscono di urlare, fare prediche, minacciare le conseguenze o cercare di razionalizzare con i loro figli adolescenti. Seguo chiedendo quali strategie hanno funzionato e quali no. Nessuna sorpresa, urlare spesso porta a un'escalation; la lezione non ottiene la risposta desiderata, e come si può razionalizzare con un cervello adolescente irrazionale?

Nonostante la loro disperazione per cambiare le cose, molti genitori mi dicono che spesso non portano a termine alcuna minaccia di conseguenze. E perchè no? 'Perché si arrabbieranno con me', mi viene detto inevitabilmente.

Sono spesso incredulo. Ovviamente gli adolescenti si arrabbieranno quando c'è una conseguenza, soprattutto significativa. Cercare di evitare che un adolescente si arrabbi con te è come cercare di impedire a un bambino di piangere. In bocca al lupo.

Allora perché evitare di far arrabbiare un adolescente? Credo che la ragione sia egoista e altruista. Primo, quale genitore vuole avere a che fare con un adolescente imbronciato, amareggiato e arrabbiato? Nessun genitore che conosco, me compreso. Ed è comprensibile che i genitori desiderino essere amati dai propri figli. Ci sacrifichiamo così tanto e lavoriamo così duramente per amare e prenderci cura dei nostri figli. È convalidante ricevere quell'amore in cambio.

Siamo programmati per voler rendere felici i nostri figli. Questo desiderio spesso si traduce nell'evitamento di qualsiasi cosa che renda nostro figlio turbato, inclusa l'applicazione delle conseguenze per comportamenti negativi.

Perché dovremmo far arrabbiare nostro figlio quando ci sono abbastanza avversità nel mondo? Lascia che ti dica.

Nonostante il modo in cui possono agire, gli adolescenti hanno bisogno di regole e limiti in modo che possano entrambi metterli alla prova e sentirsi protetti da loro. Creare una struttura e avere risposte prevedibili aiuta gli adolescenti a imparare ad autoregolarsi. Li aiuta anche a imparare dai propri errori.

Le regole e le conseguenze sono importanti per ogni bambino. Nonostante il modo in cui possono agire, gli adolescenti hanno bisogno di regole e confini in modo che possano entrambi testarli e sentirsi protetti da loro. Creare una struttura e avere risposte prevedibili aiuta gli adolescenti a imparare ad autoregolarsi. Li aiuta anche a imparare dai propri errori.

Crescere un adolescente è come giocare a bowling con i paraurti. A volte i paraurti assumono la forma di supporto e convalida e talvolta sono sotto forma di regole e conseguenze. Indipendentemente da ciò, servono a guidare delicatamente gli adolescenti lungo un percorso sano e di successo. Non avere regole e conseguenze è come rimuovere i paraurti prima che tuo figlio abbia sviluppato le capacità per funzionare nel mondo.

Consentire a tuo figlio di esprimere rabbia in un ambiente sicuro li aiuta anche a svilupparsi intelligenza emotiva . Se li proteggi costantemente dalla frustrazione, dalla rabbia o dalla tristezza, potrebbero non imparare come regolare queste emozioni o come esprimerle in modi socialmente appropriati. È importante ricordare che la genitorialità non riguarda l'apprezzamento. Rinunciare a regole e conseguenze rende più difficile per gli adolescenti impegnarsi in un mondo in cui ci sono regole e conseguenze.

Che cosa si può fare?

  • Stabilisci regole e conseguenze realistiche:Questo aiuta in molti modi. In primo luogo, è più facile applicare e sostenere le regole che ritieni logiche e ragionevoli. Secondo, se imposti regole realistiche, tuo figlio potrebbe essere più propenso a rispettarle. Anche le conseguenze realistiche sono importanti. Non minacciare qualcosa che non puoi imporre. I bambini notano quando i genitori sono incoerenti nel far rispettare le conseguenze e ne trarranno vantaggio.
  • Non sentirti in colpa e non prenderla sul personale:Ancora una volta, molti genitori evitano di dare conseguenze perché temono che il loro bambino sarà turbato, in particolare con loro. Ricorda, fintanto che le tue regole sono realistiche e le tue conseguenze eque, stai aiutando tuo figlio non solo a imparare a fare scelte migliori, ma a regolare le proprie emozioni. Sii preparato colpa viaggi da tuo figlio. La perdita dei privilegi telefonici o la messa a terra li turba, quindi aspettati che provino tutto il possibile per farti cambiare idea. Sappi che i loro sensi di colpa, i capricci e il cattivo comportamento spesso non sono altro che un tentativo di farti cedere. Una volta che imparano ad aspettarsi coerenza da te, la supplica e la manipolazione probabilmente cesseranno. Arriveranno a capire che quando imposti una regola e una conseguenza, intendi affari.
  • Modello di regolazione delle emozioni salutari:Aiuta i tuoi figli a imparare modi sani di gestire le emozioni. Concedi loro lo spazio e il permesso di sentirsi arrabbiati e delusi quando devono affrontare una conseguenza del loro comportamento. Questi sentimenti sconvolgenti li aiuteranno a fare scelte migliori. Puoi convalidare i loro sentimenti e suggerire strategie di coping senza cedere.
  • Inizia giovane:È importante iniziare da giovani per aiutare i bambini a conoscere le regole e le conseguenze. Vedo spesso genitori che non dovevano fare molto di questo perché c'erano pochi problemi quando i loro figli erano piccoli. Di conseguenza, sono stati spesso indulgenti le poche volte che i loro figli hanno fatto scelte sbagliate. Tuttavia, le cose cambiano quando i bambini diventano adolescenti. Non solo la posta in gioco è più alta, ma il respingimento può essere più intenso se non capiscono che il loro comportamento ha delle conseguenze. Anche se non è impossibile cambiare la tua strategia genitoriale dopo che tuo figlio non si aspetta alcuna conseguenza, probabilmente dovrai affrontare una strada più accidentata.

In conclusione: le regole e le conseguenze sono tuoi amici. Assicurati che siano realistici ed equi e non lasciare che sia tuo figlio emozioni e tentativi di manipolazione scoraggiarti.

Copyright 2018 venicsorganic.com. Tutti i diritti riservati. Autorizzazione alla pubblicazione concessa da Katelyn Alcamo, LCMFT , terapista a Bethesda, nel Maryland

L'articolo precedente è stato scritto esclusivamente dall'autore sopra citato. Eventuali opinioni e opinioni espresse non sono necessariamente condivise da venicsorganic.com. Domande o dubbi sull'articolo precedente possono essere indirizzati all'autore o pubblicati come commento di seguito.

  • 5 commenti
  • Lascia un commento
  • Kat

    29 maggio 2018 alle 12:02

    Vedo così tanti genitori che affermano di essere i 'migliori amici' del loro figlio adolescente. I genitori non dovrebbero essere i migliori amici del loro bambino, dovresti essere un genitore. Penso che sia per questo che alcuni sono riluttanti alla disciplina. Sono il maggiore di 13 figli. La mia relazione con i miei genitori era totalmente diversa dalle relazioni odierne. Ho due figli adulti. Sono i miei figli, ci rispettiamo ma non siamo migliori amici. Non capisco quel tipo di relazione.

  • Jan

    31 maggio 2018 alle 11:05

    Predica, Kat. Vedo sempre genitori che trattano i loro figli come amici invece di quello che sono, persone con cervelli sottosviluppati e capacità emotive. Sii lì genitore! Puoi essere sia amici che genitori una volta cresciuti.

  • Kat

    31 maggio 2018 alle 11:43

    Jan, inoltre, penso che lo scenario del 'migliore amico' metta troppa pressione sul bambino. Non sono terapisti per genitori con cui discutono i loro problemi da adulti, cosa che vedo anche io.

  • Elaina

    18 novembre 2018 alle 18:39

    Non stai suggerendo conseguenze. Stai suggerendo punizioni mascherate da conseguenze. Questo non aiuta nessuno. Questo creerà un cuneo tra genitore e adolescente (O bambino). Confini, sì, permettendo ai bambini di provare emozioni e sperimentare cose difficili, sì, ma la punizione dovrebbe essere un MAI. Ci sono così tanti modi per essere genitori in modo non punitivo che includono limiti VERI e non 'conseguenze' che sono davvero punizioni e sono manipolatori e infantili al centro.

  • maura

    10 gennaio 2020 alle 9:59

    Ottimo articolo