Blog Di venicsorganic

Capire la ricaduta - La 'zona di pericolo'

LMolte persone con cui lavoro sono riuscite spesso a mantenere una sorta di sobrietà / astinenza a lungo termine da alcol o droghe. Se partecipi ad AA / NA, ottenere il tuo chip di un mese è spesso descritto come esaltante. C'è una spinta nella fiducia in se stessi e nella speranza nella capacità di riprendere il controllo della propria vita. Ma succede qualcosa dopo il chip di un anno. All'improvviso le patatine smettono di arrivare. Non ricevi più tanta attenzione e supporto come all'inizio. All'improvviso sei 'guarito' e / o dovresti sapere come farlo da solo.

Come dovresti sapere quando sei 'in chiaro'? Lo sei mai? La dipendenza è una malattia recidivante. Ciò significa che la ricaduta fa parte del recupero e invece di rifiutare di accettare questo fatto, è importante impegnarsi maggiormente nella comprensione della ricaduta, dei segnali di avvertimento e dei modi per prevenirla.

Ecco alcuni segnali che ho notato:



  • Esperienza di ritiro:Inizi ad avere problemi con uno o più dei seguenti; difficoltà di pensiero, problemi di reazione emotiva eccessiva, disturbi del sonno, difficoltà di memoria, sensibilità allo stress, ecc.
  • Evitamento e comportamento difensivo:Inizi a evitare le persone che sai daranno un feedback onesto e / o inizi a diventare irritabile e arrabbiato con loro.
  • Essere in negazione:Smetti di dire agli altri cosa stai pensando / provando e inizi a cercare di convincerli (e te stesso) che va tutto bene, quando in realtà non lo è.
  • Crisi edilizia:Inizi a notare che i problemi ordinari e quotidiani diventano spesso opprimenti perché li percepisci come insormontabili.
  • Sentirsi bloccato:Inizi a credere che non ci sia nessun posto a cui rivolgersi. Ti senti intrappolato ea volte ti rifiuti di risolvere i problemi.
  • Diventare depresso:Piangi la perdita di alcol / droghe e senti la tristezza e il dolore. Naturalmente ti manca. Ma inizi a razionalizzare le tue azioni future in base all'incapacità percepita di gestire la tristezza.
  • Sollecitazioni e voglie (pensare al bere / usare):Inizi a pensare che l'uso di alcol / droghe sia l'unico modo per sentirti meglio. Inizi a trovare giustificazioni per bere / usare e ti convinci che usare è la cosa logica da fare.
  • Passando a dipendenze comportamentali, non sostanze:Iniziutilizzando uno o più dei seguenti: cibo, sesso, caffeina, nicotina, lavoro, gioco d'azzardo, ecc. spesso in modo incontrollato.

Come puoi notare, l'elenco qui sopra ha molto a che fare con la tua posizione mentale più che con qualsiasi altra cosa. Mi piace fare riferimento a questo 'spazio psicologico' in cui entri prima di una ricaduta come'La zona di pericolo'. Molte volte sai che ricadrai, ignori semplicemente questo fatto e ti convinci che usare una volta non farà la differenza o ti prepari a fallire intenzionalmente.

Se vuoi evitare le ricadute quando ti trovi nella 'zona di pericolo', devi fare attenzione ad alcune cose che potrebbero potenzialmente peggiorare la situazione.

  1. Essere in presenza di droghe o alcol, tossicodipendenti o alcolici o luoghi in cui hai usato o acquistato prodotti chimici.
  2. Sentimenti che percepiamo come negativi, in particolare rabbia; anche tristezza, solitudine, senso di colpa, paura e ansia.
  3. Sentimenti positivi che ti fanno venire voglia di festeggiare.
  4. La noia.
  5. Sballarsi con qualsiasi droga.
  6. Dolore fisico.
  7. Soffermarsi / fantasticare di sballarsi.
  8. Improvvisamente avere un sacco di soldi.
  9. Usare farmaci da prescrizione che possono farti sballare anche se li usi correttamente.
  10. Credere che non devi più preoccuparti o perdere la vigilanza. Alias ​​'posso usare una volta' atteggiamento.

Non aver paura di chiedere aiuto. E se ti capita di ricadere, ricorda che la ricaduta non si verifica a causa di chi sei come persona. Quello che intendo con questo è che non ci sono 'recidivanti' cronici, ci sono modelli comportamentali di ricaduta cronica. Scelte diverse portano a risultati diversi. Una volta che il dolore è andato via, tendiamo a dimenticarlo. Ricorda il dolore e il dolore. Ricorda a te stesso perché hai deciso di smettere di stare con. Molte persone diranno che se hai una ricaduta 'mentale' hai già avuto una ricaduta 'quindi tanto vale sballarti'. Questo non è vero. Volersi sballare non è la stessa cosa che farlo davvero.

Cosa hai imparato dalle tue ricadute che ti sono state utili?

Copyright 2011 di Elvita Kondili, LPC, terapista a Charlotte, North Carolina . Tutti i diritti riservati. Autorizzazione alla pubblicazione concessa a venicsorganic.com.

L'articolo precedente è stato scritto esclusivamente dall'autore di cui sopra. Eventuali opinioni e opinioni espresse non sono necessariamente condivise da venicsorganic.com. Domande o dubbi sull'articolo precedente possono essere indirizzati all'autore o pubblicati sotto forma di commento.

  • 16 commenti
  • Lascia un commento
  • IL

    1 luglio 2011 alle 23:38

    Ho visto almeno due persone che hanno fatto bene a liberarsi dalla dipendenza ma poi sono scivolate in una ricaduta. Penso che stare lontano dall'alcol sia difficile quanto prima allontanarsene!

  • GORDON

    2 luglio 2011 alle 04:50

    Non capisco perché le persone si comportino come se una bottiglia di alcol avesse dei poteri magici per attirarli e non vogliono nemmeno guardarlo. Quelli che hanno abbandonato l'abitudine e sono liberi dalla dipendenza spesso si comportano in questo modo.

    E vorrei solo dire questo: se hai così tanti guai e anche solo una vista può metterti a disagio, allora non l'hai davvero superato. Hai bisogno di più consulenza o tempo AA per te stesso!

  • Vickie

    2 luglio 2011 alle 8:34

    E dobbiamo ricordare che i tossicodipendenti hanno maggiori probabilità di ricadere quando non hanno un sistema di supporto nella loro vita che è altrettanto impegnato ad aiutarli a rimanere sobri come lo è il tossicodipendente che si sta riprendendo. Non possono farlo da soli, quindi la cosa peggiore che possiamo fare è lasciarli a combattere da soli. Nessuno di noi può superare la vita senza un supporto efficace e forte; anche un tossicodipendente non può farlo.

  • Vai avanti

    2 luglio 2011 alle 16:42

    Sono stato un alcolizzato e persino un bevitore incontrollato per la maggior parte della mia vita adulta. Ho rinunciato e sono tornato sobrio due anni fa, ma per me c'è ancora una lotta quotidiana. Lo desidero ancora e devo dire che ora ho sostituito l'alcol con le sigarette. Uno non è davvero migliore dell'altro, tranne per il fatto che ora posso pensare e almeno mantenere un lavoro come fumatore accanito, cosa che non potevo fare quando bevevo tutto il tempo. Spero che questo rimanga. Devo pregare molto perché lo faccia perché non posso tornare a quello stile di vita. So che alcune persone non sostengono l'AA e non è per tutti, ma ha funzionato per me. A volte sono andato a più riunioni in un giorno per superarlo, ma funziona, quindi non posso farcela. Vorrei arrivare al punto in cui non devo fare sempre affidamento sugli incontri ma sicuramente non sono ancora arrivato.

  • emma c

    2 luglio 2011 alle 23:38

    il mio consiglio è che se ti stai riprendendo e poi ti ritrovi di nuovo attratto dalla tua dipendenza, torna dal tuo medico, dal tuo gruppo di supporto o da chiunque ti abbia aiutato a sbarazzarti della dipendenza in primo luogo. certo che è molto meglio in questo modo che sentirti impotente e rendere ogni tuo giorno una missione per stare lontano dalla tua ex dipendenza!

  • MorganD

    3 luglio 2011 alle 08:22

    Quanti alcolisti conosci che non hanno avuto una ricaduta almeno una volta? Fa parte dell'intero trattamento e recupero. Sono pochissimi i bevitori che sono riusciti a smettere e non hanno mai avuto un errore. Ma penso che più questo accade e più sono sintonizzati su quelle cose che li spingono a bere, meglio loro e la famiglia sono in grado di impedire che continui ad accadere. O almeno devi sperare per loro che diventi una lezione imparata, non qualcosa in cui continuano a fallire nella vita.

  • AshLyn

    4 luglio 2011 alle 10:56

    C'è sempre il pericolo in questo evento. Ma coloro che vogliono fare un vero cambiamento troveranno un modo per risolvere questo problema. C'è pericolo, ma questo non significa sempre pieno di ricadute e disastri. Dire che è solo dare loro una scusa per cadere dal carro e poi dire che non era colpa loro, che erano destinati a farlo. forse è così, ma non credo che questo sia il tipo di pensiero che condurrà un bevitore a una vita pulita e sobria definitiva.

  • Elvin.B.D

    4 luglio 2011 alle 23:42

    Essendo stato un alcolizzato per anni in passato, posso dirti in termini certi che non sarei stato in grado di prevenire una ricaduta senza il supporto della mia famiglia e del gruppo locale.Sono stato tentato molte volte, ma la famiglia e il sostegno il gruppo mi ha aiutato immensamente in ogni modo possibile. E ora ho un lavoro stabile e sono felice nella mia vita meno l'alcol.

  • Bronwyn

    5 luglio 2011 alle 04:44

    La sfida più grande che vedo con i bevitori del passato è che ci sono troppi che pensano di essere stati 'curati' come è menzionato nell'articolo.
    Non esiste una cura per l'alcolismo, c'è solo la possibilità di condurre una vita libera dalla droga. Ma come tante altre sfide c'è sempre la possibilità di cadere e inciampare.

  • chloe

    5 luglio 2011 alle 10:22

    una ricaduta significa fallimento del trattamento o della morte o anche della tecnica utilizzata? la mia risposta sarebbe no. perché se una tecnica ha funzionato per una persona ha funzionato. non ci sono state domande. ma se ha fallito in una fase successiva lo è solo a causa della situazione che cambia e dobbiamo adattarci ad essa. se l'adattamento non avviene abbastanza velocemente, è quando si verifica la ricaduta.

  • L.W. Penn

    9 luglio 2011 alle 22:00

    Un buon modo per stare fuori dalla zona di pericolo è sapere che la tua famiglia ti odierà assolutamente se torni a bere. Ti odieranno, penseranno meno di te e forse alla fine ti arrenderanno anche dopo che ti sarai ubriacato qualche altra volta. Devi smetterla di definirla una ricaduta e chiamarla 'ubriacarsi di nuovo'. Ricaduta è una parola usata negli ambienti medici e non come parla la gente comune. Se sei un uomo normale, pensa in modo normale. La bottiglia vale più per te della tua famiglia?

  • B.N.

    12 luglio 2011 alle 10:18

    Non c'è 'posso usare una volta' una volta che sei dipendente. Ci sono stato, ci ho provato e ho fallito miseramente. La tua dipendenza è un veleno che si infiltra in ogni cellula del tuo corpo. Nell'istante in cui soccombi alla tentazione di toccarlo di nuovo, pensando di poterlo fare e andartene, amico, è finita. Non puoi combattere la tua dipendenza altrettanto bene una volta che avrai di nuovo assaporato la droga o l'alcol. La semplice risposta è non lasciarti tentare.

  • Gino S

    12 luglio 2011 alle 22:47

    Avere troppi soldi sembra una buona cosa. Se hai una dipendenza, non lo è. Devi usare quei soldi in modo più saggio e questo significa affrontare prima i tuoi debiti e le tue bollette.

    Ciò aumenterà anche la tua autostima lasciandoti con meno reddito disponibile per incoraggiare una ricaduta e meno accesso a denaro contante per finanziare la tua dipendenza.

    L'abuso di droghe per un certo periodo di tempo lascia sempre indietro i debiti perché il loro acquisto aveva la priorità. Se hai dei debiti da pagare, toglili di mezzo e tirali fuori dalla tua vita per sempre, uno per uno. Ti sentirai più in controllo di quanto hai da molto tempo.

    Grazie per aver affrontato un argomento che non vediamo affrontato spesso online, Elvita.

  • Suzanne Russell

    12 luglio 2011 alle 23:10

    Ricadere è come spararsi letteralmente ai piedi. Una volta fatto, hai sbagliato regalmente. Ora hai di nuovo un problema da affrontare e devi affrontarlo immediatamente. È colpa tua se è successo. Non puoi incolpare nessun altro. Fallo abbastanza volte e nessuno solleverà un dito per aiutarti. È meglio non seguire affatto quella strada.

  • Lynn Grant

    14 luglio 2011 alle 01:44

    Passare a un altro farmaco è anche peggio. I tossicodipendenti dovrebbero evitare tutto ciò che può creare dipendenza. Altrimenti potresti diventare dipendente da qualunque sia il nuovo farmaco preferito. E se stai assumendo due farmaci contemporaneamente, potrebbe avere un risultato disastroso, leggerlo come risultato fatale. Stai raddoppiando le tue possibilità di ucciderti.

  • Elvita Kondili

    Elvita Kondili

    18 luglio 2011 alle 6:20

    Una cosa che voglio menzionare è che la ricaduta è spesso pericolosa perché le persone tendono a tornare a usare la quantità di droga a cui erano abituate prima di smettere, il che aumenta il rischio di overdose. Detto questo, è importante ricordare che la ricaduta fa parte della guarigione, non per scusarla ma per accettarla e imparare da essa e non soffermarsi sulla colpa e sulla vergogna. Il senso di colpa e la vergogna sono estremamente pericolosi per la guarigione in generale. Ricorda, non è mai troppo tardi per cercare aiuto. Non devi trasformare una ricaduta nell'uso quotidiano e tornare a tutti i tuoi vecchi comportamenti. Puoi riprendere e provare a fare le cose in modo diverso. Il recupero può essere frustrante ma anche molto gratificante a lungo termine.